CARICA LATINA

Orbetello. Avanzano Bautista-Agut, testa di serie numero 1, e Gianluca Naso. Nel doppio vittoria per la coppia Di Mauro-Vagnozzi.
giovedì, 26 Luglio 2012

Gli ottavi del “Bellaveglia” si sono aperti nel segno di Spagna ed Italia. Il rosso e il giallo degli iberici ha sfavillato nel singolo grazie ai colpi del maggiormente atteso, del più quotato: Roberto Bautista-Agut. La testa di serie numero uno del Challenger lagunare non ha avuto vita facile contro l’ostico tennis di Matwe Middlekoop. Il belga ha contrattaccato punto su punto, consapevole di avere davanti uno degli avversari più forti del torneo e del fatto che eliminarlo avrebbe significato guadagnarsi un bonus per la gara finale. Se il primo set si è concluso come da programma con la vittoria Bautista-Agut, la seconda partita ha rivelato la grinta di Middlekoop che ha risposto portandosela a casa. Alla fine, però, lo spagnolo ha messo in mostra la sua classe e ha chiuso l’incontro vincendo il terzo set. Ma la bandiera di Re Juan Carlos è stata sventolata in alto anche dal ventitreenne Sergio Gutierrez-Ferrol. Contro ogni pronostico, contro la classifica, contro quello che sembrava il giocatore più in forma visto al “Bellaveglia”, il tennista spagnolo ha battuto in due set Peter Polansky. Un duello duro, sotto un sole cocente, che sul campo uno del Circolo tennis di Orbetello ha offerto una gara incandescente: 75 75 il risultato finale. Non servono parole per descrivere l’equilibrio fino al termine; bastano i numeri. Eppure anche gli atleti italiani hanno tenuto alto il tricolore, che comunque risplende dei riflessi gialli e rossi della bandiera spagnola. Parliamo di doppio: gli azzurri viaggiano niente male. Di Mauro e Vagnozzi costringono Middlekoop all’addio definitivo ad Orbetello. insieme al connazionale Miliaan Niesten, l’olandese ha opposto una agguerrita resistenza nella prima partita, ma nel secondo set i due italiani hanno liquidato la pratica qualificandosi per la semifinale. Arride al tricolore il risultato finale: Di Mauro e Vagnozzi (teste di serie numero uno del tabellone di doppio) si confermano la coppia da battere.Intanto un altro italiano si qualifica per le semifinali del torneo delle coppie: è Andrea Arnaboldi che, con quel Sergio Gutierrez-Ferrol fino ad adesso dimostratosi la vera rivelazione di questo appuntamento del circuito Atp, supera in tre set l’accoppiata formata da Walter Trusendi e Matteo Viola. Cede il passo al primo set il doppio italo-spagnolo: Viola e Trusendi lo strappano agli avversari approfittando dell’appannamento di Gutierrez-Ferrol protagonista dell’incontro del primo pomeriggio. La seconda partita, però, è tutta per il tennista iberico e Arnaboldi che portano il conto in parità. Alla fine i due vincono anche la battaglia del terzo, incandescente set: alla fine è 11-9. La strana coppia strappa quindi un biglietto per la semifinale: gara già programmata sul tabellone che li vedrà contrapposti a Di Mauro e Vagnozzi. Continua l’avventura al “Bellaveglia” anche per Gianluca Naso: il siciliano se l’è vista con il brasiliano Leonardo Kirche apparso in gran forma nel primo turno. Eppure alla fine l’azzurro incamera una vittoria senza troppe difficoltà: partenza un po’ in sordina, con il sudamericano capace di ribattere colpo su colpo; poi però Gianluca ha preso il largo e in due set ha chiuso i conti qualificandosi per i quarti. Unica nota stonata nella sinfonia composta dall’inno di Mameli mixato con quello spagnolo è la sconfitta della wild card Cecchinato. Nel primo turno Marco aveva sorpreso tutti rispedendo a casa il più quotato Yannick Mertens. Ieri sera, dopo un buon inizio il palermitano ha abbassato la guardia arrendendosi davanti ai colpi del serbo Lajovic. Oggi si inizia alle 14:30: sul Centrale “Enzo Bastogi” si completano gli ottavi di finale con le quattro partite rimaste da disputare. Ad aprire le danze Pedro Sousa e Romain Jouan, a seguire è il turno di Korolev vs. Vagnozzi. In attesa degli incontri serali, sul campo numero uno a partire dalle 16 si giocano gli ultimi due quarti di finale del torneo di doppio, con le gare tra le coppie Behar/Letcher contro Barraco/Naso e Gonzalez/Polansky versus Ianni/Propoggia a stabilire quali saranno i partecipanti della seconda semifinale. In serata, a partire dalle 18:30, da non perdere la sfida imprevedibile tra due delle wild card del torneo, con Alessio Di Mauro opposto a Walter Trusendi con la grande attesa che finisce alle 21 che chiude gli ottavi del singolare per il match tra l’outsider giunto dalle qualificazioni Theodoros Angelinos e il runner up della passata edizione… un certo Matteo Viola.

Foto di Yuri Bianchi


Nessun Commento per “CARICA LATINA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • MATTEO VIOLA, ESORDIO VINCENTE ORBETELLO. Matteo Viola esordisce battendo Pashanski e adesso se la vedrà con il greco Angelinos: "Spero di ripetere il bel torneo dello scorso anno"
  • WILD WILD ITALIA Orbetello. Avanzano tre wild card italiane: Di Mauro, Trusendi e Cecchinato approdano agli ottavi del trofeo Stefano Bellaveglia.
  • VIETATO SBAGLIARE Orbetello. Un super Matteo Viola e un Alessio di Mauro bravo e fortunato approdano alle semifinali e oggi se la vedranno con Dusan Lajovic e Roberto Bautista-Agut.
  • SORPRESA PICCARI, AVANZA LORENZI Ad Orbetello grande impresa di Francesco Piccari, che supera in due set il marocchino El Amrani. Buone prestazioni anche per Paolo Lorenzi e Matteo Trevisan. Eliminati Gaio, Cipolla, Di […]
  • ORBETELLO NON PARLA ITALIANO Il ricco challenger toscano è rimasto orfano dei giocatori italiani, dopo l'eliminazione di Lorenzi e Naso nei quarti di finale. Si giocheranno la vittoria finale Ungur, Andujar, […]
  • ANDUJAR COME UN TRENO Pablo Andujar conquista il ricco challenger di Orbetello superando in finale 6-4 6-3 il transalpino Edouard Roger-Vasselin. L'approdo ai top-100 è vicinissimo

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.