CARLOS ALCARAZ SA BENE SU COSA DEVE MIGLIORARE

Il campioncino spagnolo sa benissimo su cosa deve migliorare nei prossimi mesi
mercoledì, 15 Giugno 2022

Tennis. Carlos Alcaraz ha lasciato tutti quanti a bocca aperta in questi primi mesi del 2022.

Il pupillo di Juan Carlos Ferrero si è aggiudicato due ATP 500 e altrettanti Masters 1000 (Miami e Madrid), tanto da essere già stato designato come il futuro dominatore del circuito maschile.

“L’unico segreto è lavorare e occuparsi di ogni dettaglio quotidianamente. Riposare, magiare bene, allenarmi al cento per cento.

La somma di tutti questi elementi è la chiave e, onestamente, negli ultimi due anni l’ho fatto meglio di sempre. Non ho trascurato nemmeno una virgola” – ha raccontato ‘Carlitos’ in una lunga intervista al mensile ‘Men’s Health’.

L’iberico non ha intenzione di incrementare la sua massa muscolare: “Per il momento mi fermo qui.

Per il tennis non va bene avere troppi muscoli. Preferisco non aumentare ulteriormente la massa, mantenermi come sono adesso e curare altri aspetti che sono basilari per il tennis: l’agilità, la velocità, la potenza.”

Alcaraz vuole migliorare soprattutto sul piano della tenuta mentale: “Non mi piace molto dirlo, ma credo di essere abbastanza bravo in campo dal punto di vista meccanico, per ciò che riguarda i colpi e il resto. L’aspetto su cui debbo lavorare di più è proprio quello mentale.

Rimanere concentrato per tutto il tempo necessario, non abbassare l’attenzione, non avere alti e bassi durante la partita. Sono lati in cui debbo migliorare un bel po’.”

Il murciano ha ricordato il suo crollo a Bercy l’anno scorso: “È stato il momento peggiore della mia carriera, perché era la prima volta che mi capitava qualcosa del genere.

Al tempo stesso, però, sono contento di averlo dovuto affrontare così presto, perché adesso so come gestire questo tipo di situazioni. Per me il tennis è un fatto quasi puramente mentale.

Alla fine sei lì da solo sul campo e tu e solo tu devi affrontare le difficoltà e trovare le giuste soluzioni. Sono aspetti su cui sto lavorando con la mia psicologa, Isabel Balaguer, con cui lavoro già da tre anni.”


Nessun Commento per “CARLOS ALCARAZ SA BENE SU COSA DEVE MIGLIORARE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.