CAROLINE WOZNIACKI, IL MALE SI BATTE CON UNA RACCHETTA

Caroline Wozniacki soffre di artrite reumatoide, una malattia autoimmune che può impedire il sollevamento delle braccia. Ecco come si affronta.
mercoledì, 31 Ottobre 2018

TENNIS – Gli sportivi sono visti come leggende, a volte anche supereroi, ma spesso ci si dimentica che sono persone normalissime con una vita che non nega loro problemi di grande importanza. Il tennis non fa eccezione, come dimostra la necessità di mantenere una condizione fisica impeccabile. In certe occasioni, però, non basta: le malattie sono dietro l’angolo, spesso anche gravi e mortali, come nel caso di Federico Luzzi o Anna Marchesini. Tra gli esempi moderni c’è Caroline Wozniacki, protagonista indiscussa degli ultimi giorni.

La tennista danese, infatti, soffre di artrite reumatoide, una malattia autoimmune che impedisce di sollevare le braccia con il normale movimento che ognuno è in grado di fare. Una diagnosi precoce, come nel suo caso, permette di evitare che il decorso prenda una strada invalidante e impedisca anche lo svolgimento dell’attività professionistica. L’annuncio è stato dato dopo Pechino, torneo che la Wozniacki ha portato a casa, dimostrando di poter concretizzare il match-point contro la malattia.

Antonella Celano, presidente dell’Associazione Nazionale Persone con Malattie Reumatologiche e Rare, ha commentato così: “Ho sempre seguito il tennis e apprezzo Caroline Wozniacki, dopo l’annuncio fatto in Cina diventa automaticamente la mia numero uno. È importante avere un esempio talmente importante e positivo, significa che una regolarizzazione del nostro organismo e i relativi controlli possono aiutare chiunque a mettere sotto scacco una malattia come l’artrite reumatoide. Il messaggio della tennista è chiaro: non scoraggiatevi, lottate e tenete voi stessi sotto controllo, perché è la strategia vincente”.

La stessa Wozniacki, infatti, ha confermato la sua voglia di andare avanti: “Dopo aver vinto Pechino ho capito che niente avrebbe potuto fermarmi. È una malattia autoimmune, devo conviverci ogni giorno, ma so di poterlo fare con serenità se ascolto il mio corpo. All’inizio è stato uno shock, ma bisogna razionalizzare e rimanere positivi. È la chiave per continuare a condurre una vita normale”.

La danese si aggiunge a Venus Williams, un’altra grande stella del circuito femminile che da anni lotta contro una malattia autoimmune. È la sindrome di Sjogren, che causa secchezza di occhi e bocca a causa della distruzione delle ghiandole esocrine, provocata dai linfociti T. Il mondo dello sport ma non solo, adesso, ha un altro esempio da seguire grazie alla Wozniacki e alla vicinanza della APMAR Onlus.


Nessun Commento per “CAROLINE WOZNIACKI, IL MALE SI BATTE CON UNA RACCHETTA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • WOZNIACKI: “AUSTRALIAN OPEN? MERITO DI MIO PADRE” Gli Australian Open si avvicinano e Caroline Wozniacki ci andrà nelle vesti di campionessa in carica. Le sue emozioni un anno dopo il trionfo.
  • WOZNIACKI, NUOVA RACCHETTA E PADRE AL SEGUITO Aria di cambiamenti e graditi ritorni per Caroline Wozniacki, che progetta la nuova stagione con un nuovo accordo con la Babolat e un accompagnatore d'eccezione: suo padre
  • WOZNIACKI, QUANDO L’ALLENAMENTO È SOCIAL Caroline conferma il suo stretto legame con Twitter e pubblica le foto delle sue sedute a Dubai. La danese sperimenta l'allenamento 2.0 attraverso la condivisione della sua attività con i followers
  • WOZNIACKI: “PAURA PER LA MIA FAMIGLIA” Gli attentati a Copenaghen non hanno lasciato indifferente la danese numero 5 Wta, che in un’intervista ha voluto esprimere la sua inquietudine per quanto sta accadendo nel mondo e la […]
  • WOZNIACKI: “CRESCIUTA DOPO McILROY” La danese parla della sua evoluzione dopo aver rotto con il golfista nord-irlandese: "Era tutto fantastico ed ero ad un passo dalle nozze, poi qualcosa è improvvisamente cambiato. Ho […]
  • CAROLINE WOZNIACKI: “FRUSTRATA E DELUSA” Momento duro per la tennista danese, costretta al ritiro dal torneo di Zhuhai e reduce da una stagione al di sotto delle aspettative che si erano create dodici mesi fa

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.