WOZNIACKI: “NON PARLATEMI DI CLASSIFICA”

Tornata alla vittoria dopo un lungo digiuno, Caroline Wozniacki si scaglia furente quando le parlano di ranking: “Come fate a dire che ho pochi punti, quando sono all’11.mo posto? E’ un’offesa per le altre giocatrici”
martedì, 25 Settembre 2012

Tennis – Seul. Alla fine Caroline Wozniacki ce l’ha fatta ed a Seul ha vinto il primo torneo del 2012, un anno amaro per la ex numero uno della classifica Wta, che in carriera ha vinto 19 tornei e ha raggiunto la finale degli US Open nel 2009.

La “Robottina“, come la ha definita lo scriba del tennis Gianni Clerici per rimarcarne il gioco regolare e da gran lavoratrice di fondo campo, ha vinto il titolo sconfiggendo Kaia Kanepi con un perentorio 61 60 in 61 minuti. Caroline Wozniacki ha dominato tutta la partita, senza dare nemmeno una possibilità all’avversaria.

Fuori dalle Top Ten. La carestia di vittorie ha fatto piombare Caroline fuori dall’olimpo delle prime 10 in classifica Wta facendola assidere all’undicesimo scranno anche nella Race. In assoluto non è una brutta posizione, mentre per quello che riguarda il Masters è una seggiola distante almeno 1.000 punti dall’ottavo posto, con il rischio di rimanere appiedata a fine anno.

Proprio su questo tema si centra l’intervista che vi proponiamo, dove Caroline prima cerca di dimostrarsi distaccata dal problema, per poi scagliarsi veemente di rabbia contro i giornalisti.

D. E’ la tua prima vittoria da agosto dello scorso hanno, come ti senti?
Caroline Wozniacki: “Alla grande. Sono molto soddisfatta di come è andata”.

D. Di solito giochi sulla difensiva, ma dopo il primo set sei scatenata. Tuo padre ha dato consigli a riguardo?
Caroline Wozniacki: “No, penso di aver giocato allo stesso modo nel primo e nel secondo set. Non credo di giocare sulla difensiva. Sono in grado di trasformare la difesa in un attacco e questa è la mia forza”.

D. Che cosa hai fatto durante il tempo che è intercorso tra gli Stati Uniti e la Corea?  
Caroline Wozniacki: “In primo luogo, ho dovuto avere del tempo libero a causa del mio ginocchio. Così ho impiegato dieci giorni nel riposo. Dopo di che mi sono allenata per l’avventura asiatica”.

D. Nella pubblicità della WTA, “forte è bello”, c’è il tuo ragazzo. Si interessa al tennis?
Caroline Wozniacki: “Sì. ancor prima di incontrare me, gli è sempre piaciuto il tennis. Gli piace pure giocare.

D. Ti aspetti altre vittorie nel resto dell’anno?
Caroline Wozniacki: “Voglio solo costruire per la prossima stagione. Ed è stata una lunga stagione così voglio di fare una vacanza e rilassarmi”.

D. Quali obiettivi per il 2013, magari un titolo del Grande Slam?
Caroline Wozniacki: “Un titolo del Grand Slam? E’ quello che tutti vogliono, è normale. Devo solo sempre giocare il mio miglior tennis e vedere cosa succede”.

D. Stai scendendo nella classifica Wta. La vittoria a Seul potrebbe essere il punto di svolta?
Caroline Wozniacki: “Non penso alla classifica. Sono solo felice di aver vinto il torneo, ora vorrei solo godermela. Voglio essere positiva e questo è quello che sto pensando in questo momento”.

D. Hai intenzione di tornare in Corea il prossimo anno come campionessa in carica?
Caroline Wozniacki: “Certo che mi piacerebbe tornare”.

D. Sulla terra del Roland Garros avevi perso contro la Kanepi, mentre a Seul sul cemento hai vinto. Il campo fa la differenza?
Caroline Wozniacki: “Naturalmente, E’ diverso giocare in un campo in cemento da quello in terra battuta. Mi piace il campo in cemento, dove ogni partita è diversa”.

D. Finora in 52 settimane hai giocato in 21 tornei, ma non hai ottenuto molti punti in classifica. Cosa ne pensi?
Caroline Wozniacki: “Penso che sia un eufemismo dire che io non abbia ottenuto abbastanza punti in classifica quando sono la n. 11 nel mondo. Penso che sia addirittura offensivo per le altre giocatrici, che devono sentirsi offese da questo ragionamento. Poiché tu affermi che io ho non ho molti punti, allora cosa dovrebbero mai dire le altre migliaia di ragazze, che non sono così in alto in classifica?”.


Nessun Commento per “WOZNIACKI: “NON PARLATEMI DI CLASSIFICA””


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.