CASO CILIC, SPUNTANO NUOVI PARTICOLARI

TENNIS - Nuovo retroscena svelato dall'ITF. Il croato avrebbe infatti mascherato il suo ritiro dall'ultima edizione di Wimbledon. Addotta inizialmente come motivazione un non specificato infortunio al ginocchio, in realtà l'atleta avrebbe accettato una sospensione provvisoria per il test anti-doping in cui era risultato positivo a Monaco di Baviera
martedì, 24 Settembre 2013

Tennis. La vicenda riguardante la squalifica per doping del tennista croato Marin Cilic si è arricchita nella giornata di oggi di ulteriori sviluppi. È di stamattina infatti un comunicato dell’ITF in cui si informa del fatto che il 24enne di Medjugorie non si sarebbe ritirato dall’ultima edizione di Wimbledon a causa del non meglio specificato infortunio al ginocchio. La causa sarebbe infatti l’entrata in vigore di una sospensione provvisoria, concordata proprio con l’ITF, in seguito alla comunicazione da parte degli organi della Federazione della sua positività ad un test anti-doping effettuato durante il torneo di Monaco di Baviera di fine aprile scorso.

Si tratta proprio del test che lo ha di fatto inchiodato. Trovato positivo nei laboratori della Wada di Montréal alla coramina, stimolante che compare nella lista delle sostanza proibite dalla sopracitata Agenzia Mondiale Anti-Doping, il croato era stato raggiunto dall’informativa dell’ITF durante lo svolgimento dei Championships. Cilic ha avuto giusto il tempo di giocare e vincere il primo turno battendo Marcos Baghdatis in tre set, poi è arrivata la “cattiva” nuova. Il tennista ed il suo staff hanno subito accettato la sospensione provvisoria immediata, ma hanno al contempo optato per il non lasciarla trapelare subito tra i media onde evitare “cattiva pubblicità” al giocatore. Ecco dunque spiegato il misterioso infortunio al ginocchio che gli avrebbe impedito di scendere in campo contro Kenny De Schepper nel match valido per il secondo round.

Sebbene qualche sospetto serpeggiasse già tra gli addetti ai lavori, la cosa di per sé non destò molto scalpore al momento dato che il presunto infortunio del croato si inseriva nel tristissimo elenco di infortuni patiti durante l’ultima bizzarra edizione di Wimbledon in cui si addusse come motivazione alla “morìa” di atleti caduti sul campo l’eccessiva durezza di quest’ultimo. Così si è espresso il tribunale indipendente a tal proposito durante il verdetto: “(Cilic) Ha giocato e vinto il suo primo match a Wimbledon il 24 di giugno. Subito dopo non ha più preso parte ad incontri ufficiali. Il 26 giugno i suoi legali erano a Bruxelles per rispondere del suo comportamento ed hanno accettato volontariamente una sospensione temporanea in attesa che il tribunale si pronunciasse. Al contempo hanno anche rinunciato a far esaminare un secondo campione, cosa che era nei loro diritti. Il tennista si è così ritirato da Wimbledon, citando un problema al ginocchio per evitare cattiva pubblicità”.

Il resto è storia. Il 16 settembre scorso è arrivata la condanna per il tennista a scontare uno stop di 9 mesi retroattivo, con partenza dunque dall’1 maggio scorso con relativa perdita dei punti e dei trofei conquistati in quel lasso di tempo. Un bella batosta per il croato che all’epoca della sospensione gravitava attorno alla Top 10 e che, ad oggi, è già scivolato alla posizione numero 35. Quest’ultimo ha però subito fatto sapere che presenterà appello presso la Corte di Arbitrato dello Sport di Losanna. Restiamo dunque in attesa di ulteriori sviluppi che, sicuramente, non mancheranno.


Nessun Commento per “CASO CILIC, SPUNTANO NUOVI PARTICOLARI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.