CAVIGLIA KO, NIENTE WIMBLEDON PER GOFFIN

I problemi persistono dal Roland Garros, David Goffin non ci sarà sull'erba dell'All England Club. Avrebbe dovuto difendere il quarto turno
giovedì, 15 Giugno 2017

TENNIS – Nonostante Wimbledon sia ancora lontano, ci sono già da registrare le prime notizie negative. Quella di oggi arriva direttamente dal Belgio: David Goffin non sarà ai nastri di partenza dello Slam londinese. Un infortunio alla caviglia, infatti, terrà lontano dall’erba dell’All England Club uno degli outsider potenzialmente più scomodi del torneo, togliendo al main draw degli uomini un elemento di indiscusso spessore.

Il tennista di Rocourt, numero 13 del ranking maschile, paga definitivamente i problemi fisici già emersi durante il match contro Horacio Zeballos al Roland Garros. Nella sfida del terzo turno con l’argentino, Goffin è finito sulle coperture di fondocampo, impattando in modo innaturale col piede d’appoggio. Proprio da quell’episodio, tra l’altro, si è cominciato a parlare di scarsa sicurezza per i protagonisti della racchetta in un evento così importante.

Evidentemente, i tentativi di recupero del belga non sono andati a buon fine, al punto da comunicare il proprio forfait a Wimbledon con più di due settimane d’anticipo. Non una bella notizia per lui, visto che salterà anche il resto della stagione sull’erba. Sulla superficie britannica, inoltre, avrebbe dovuto difendere il quarto turno dello scorso anno: bruciante fu la sconfitta contro Milos Raonic, futuro finalista sconfitto e capace di rimontare due set di svantaggio a Goffin.

A prescindere dalle evoluzioni che prenderà la classifica mondiale, con David che ha appena ceduto il dodicesimo posto a Grigor Dimitrov, la scelta di non concentrarsi sulla stagione sull’erba è sì da considerarsi una scelta precauzionale per la situazione legata alla caviglia, ma anche un modo per guardare già al percorso sul cemento che porterà agli US Open. A Flushing Meadows non è mai andato oltre il terzo turno, ma arrivare con freschezza e determinazione, oltre che con una ritrovata condizione fisica, potrebbe garantirgli qualche soddisfazione in più dal punto di vista dei risultati.


Nessun Commento per “CAVIGLIA KO, NIENTE WIMBLEDON PER GOFFIN”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • GOFFIN, ALTRO FLOP: IL TRENO È PASSATO? Sconfitto in Olanda da Mannarino dopo aver battuto Tsitsipas: lo strano caso di David Goffin, eterno incompiuto.
  • KYLE EDMUND, TRA MURRAY E OBBIETTIVI TENNIS- Oltre ad aver fatto da spalla ad Andy Murray durante i suoi allenamenti di riabilitazione, Kyle Edmund ha già nel mirino la qualificazione all'Open di Francia.
  • ANDY MURRAY: ASCESA E DECLINO(?) DEL RE BRITANNICO La splendida vittoria a Wimbledon, l'operazione chirurgica alla schiena e poi il buio. La Gran Bretagna sembrava aver trovato il suo araldo, ma sarà Andy in grado di riprendere da dove […]
  • MIAMI, RAONIC DÀ FORFAIT Due settimane di stop, forse qualcosa in più. La maledizione di Miami colpisce anche Raonic, che cede a Donaldson il pass per il quarto turno
  • STOSUR, RISCHIO FORFAIT A WIMBLEDON Anche Samantha Stosur salterà lo Slam londinese. Le forzature con la mano destra mettono fine alle speranze di partecipare al torneo
  • DEL POTRO, AUSTRALIA A RISCHIO Prosegue la convalescenza del colosso di Tandil, che rischia di allungarsi oltre il torneo di Brisbane. La decisione arriverà non prima di giovedì, ma l'intero tour australiano potrebbe […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.