CHALLENGER DI ANDRIA, ROBREDO VOLA, CHIUDINELLI SALUTA

Continua l’avventura pugliese dello spagnolo Tommy Robredo al Challenger di Andria, eliminato a sorpresa lo svizzero Chiudinelli
giovedì, 24 Novembre 2016

TENNIS – Qualora fosse necessaria maggiore adrenalina, ci pensano i risultati a tenere appassionati e curiosi incollati ai seggiolini del Palazzetto dello sport di Andria. Il Challenger di Andria è Castel del Monte è uno degli ultimi appuntamenti del 2016, ma i tennisti che si stanno alternando sul cemento indoor pugliese non stanno certo risparmiando le proprie energie, mettendo in mostra sprazzi di ottimo tennis. Ne sa qualcosa il “povero” italiano Gianluca Mager, letteralmente spazzato via da un Tommy Robredo in versione uragano. Il 34enne spagnolo accede al terzo turno dopo un match durato appena 53 minuti e conclusosi con il punteggio di 6-4 6-2. Troppa la differenza di valori in campo, troppe le fatiche stagionali per Mager, che resta in partita solo fino al 4-4 del primo set. Stesso punteggio, ma risultato più prestigioso per il numero 1 di tabellone, l’ucraino Sergiy Stakhovsky, che ha rifilato un 6-2 6-4 all’altro azzurro, Andrea Arnaboldi. A rimpolpare la “pattuglia italiana” è la racchetta di Luca Vanni, testa di serie numero 4 del torneo, che fa il suo esordio ad Andria sconfiggendo con più fatica del previsto il croato Galovic, che si arrende dopo due combattutissimi tie-break.

Il risultato più sorprendente del giorno è legato all’eliminazione di Marco Chiudinelli. Lo svizzero, numero 2 del tabellone di Andria e attuale numero 120 del ranking ATP, saluta la Puglia tra lo stupore generale, battuto dal talentuoso Matteo Berrettini. Il 20enne azzurro, numero 680 nelle classifiche mondiali, ha vinto una vera e propria guerra di nervi contro il 35enne elvetico, che si è dovuto arrendere dopo tre ore molto intense di gioco. Pane per i denti del numeroso pubblico accorso sul centrale di Andria, allestito presso il PalaSport di viale Germania: dopo un primo set equilibrato, Berrettini si aggiudica il parziale vincendo il tie-break, Chiudinelli risponde alla stessa maniera e sigla l’1-1, ma è ancora un tie-break a decidere il match. Nel momento più importante del match, Chiudinelli sbaglia tre match point, Berrettini invece, nonostante la giovane età e il gap d’esperienza, mantiene freddezza e lucidità, sfruttando la prima chance per chiudere il tie-break del terzo set sull’8-6. Per l’italiano si spalancano ora le porte dei quarti di finale, dove proverà l’ennesimo colpaccio ai danni del più atteso di tutti, Tommy Robredo.


Nessun Commento per “CHALLENGER DI ANDRIA, ROBREDO VOLA, CHIUDINELLI SALUTA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.