CHALLENGER, I PRIMI ACUTI SONO DI FALLA E JOAO SOUZA

TENNIS - Riparte il circuito Challenger. Joao Souza trionfa a San Paolo e diventa numero 1 del Brasile, mentre Falla si impone a Noumea (decimo alloro in carriera). Fuori al primo turno i due italiani presenti (Vagnozzi in Brasile e Arnaboldi in Nuova Caledonia)
mercoledì, 8 Gennaio 2014

Tennis. Archiviato il 2013, chiuso in bellezza con la bella vittoria di Filippo Volandri alle ATP Challenger Tour Finals di San Paolo, il circuito Challenger si è rimesso in moto, aprendo il nuovo anno con i tornei di Noumea e San Paolo.

In Brasile si è disputata la 14esima edizione del Challenger Alberto do Sao Paulo (cemento, $125,000 +H). Ad assicurarsi il ricco montepremi è stato Joao Souza, testa di serie numero 7. Per lui si tratta del settimo alloro Challenger in carriera, il primo ottenuto su campi veloci. Superati i primi due turni, giocati contro Kosakowski e Ghem, Joao Souza ha avuto la meglio per 6-4, 6-3 sull’argentino Agustin Velotti, che nel primo turno si era imposto a sorpresa contro la prima testa di serie, Horacio Zeballos, campione uscente. Ad attenderlo in semifinale ha poi trovato un altro argentino, Guido Pella (3), eliminato col punteggio di 7-6 (1), 6-4. La finale, disputata contro il colombiano Alejandro Gonzalez (2), è terminata con un doppio 6-4 in favore di Joao Souza. “Verso la fine della partita ero un po’ teso, ma sono comunque riuscito a mantenere la calma e a giocare in modo solido. Non c’era modo migliore di iniziare l’anno, vincendo un torneo da 125.000 dollari, giocando in casa, qui in Brasile”, ha dichiarato a fine match il brasiliano, che grazie a questa vittoria è diventato il tennista numero 1 del proprio paese. Il 25enne originario di Mogi das Cruzes  è passato infatti dalla posizione numero 140 alla numero 116, scavalcando Thomaz Bellucci, fermo alla 125esima piazza.

Simone Vagnozzi, unico italiano presente nel main draw, è stato sconfitto all’esordio dalla wild card brasiliana Jose Pereira col punteggio di 6-3, 6-2.

 

In Nuova Caledonia trionfa Alejandro Falla, giunto alla sua decima vittoria Challenger. Dopo tre edizioni a tinte francesi, vinte da Millot (2011), Chardy (2012) e Mannarino (2013), Falla diventa il primo colombiano a iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro del BNP Paribas de Nouvelle-Calèdonie (cemento, $75,000 +H). Il 30enne nato a Cali, testa di serie numero 1, ha superato i primi tre turni senza particolari problemi e senza perdere un set, eliminando, nell’ordine, Olivetti (6-3, 6-2), Statham (doppio 6-1) e Denis Kudla (6-2, 6-4). In semifinale lo spagnolo Menendez-Maceiras è riuscito a strappargli il secondo set, ma poi ha dovuto arrendersi – 6-1, 4-6, 6-2 lo score finale. La finale, giocata contro il canadese Steven Diez, non ha avuto storia: doppio 6-2 in 58 minuti di gioco. “Ho raggiunto la finale a Bogotà l’anno scorso [torneo appartenente alla categoria 250] e ora vinco Noumea, è un modo perfetto per iniziare il 2014. Ora spero di passare il terzo turno agli Australian Open [suo miglior risultato, raggiunto nel 2010 e nel 2012] e poi vediamo cosa succede. Ho fiducia nel mio gioco e spero di tornare in top 50″, ha detto a fine partita il colombiano.

Andrea Arnaboldi, unico rappresentante azzurro, è stato eliminato al primo turno dall’olandese Jesse Huta-Galung, seconda testa di serie, con il punteggio di 7-5, 6-1.

 

 


Nessun Commento per “CHALLENGER, I PRIMI ACUTI SONO DI FALLA E JOAO SOUZA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • MANNARINO VINCE A NOUMÉA, ZEBALLOS A SAO PAULO È iniziata la stagione anche per il circuito Challenger. A Noumea, in Nuova Caledonia, ritorno al successo per l'ex top 50 francese in finale sullo slovacco Martin, mentre in Brasile […]
  • SAN PAOLO: MONTANES FA FUORI LORENZI, AVANTI NALBANDIAN L’azzurro non è riuscito a raggiungere Volandri e Bolelli, già qualificati per il secondo turno. Poco efficace al servizio, nullo in risposta, Paolino si è arreso in due set a un non […]
  • SELA TRIONFA A TASHKENT, MAHUT SI PRENDE RENNES TENNIS - Dudi Sela batte Gabashvili e vince il Tashkent Challenger, Nicolas Mahut fa suo l'Open de Rennes. Vincono anche Polansky a Tiburon, Joao Souza a São José di Rio Preto e Andreozzi a San Juan
  • DOPPIETTE PER STEPANEK E YOUNG, TRIONFO DI PELLA A SAN PAOLO TENNIS - Secondo titolo consecutivo per Stepanek e Young, che vincono rispettivamente il Challenger di Mons e il Challenger di Sacramento. Pella si impone a San Paolo
  • DELBONIS: “VINCERE È INCREDIBILE” TENNIS- La giovane promessa argentina è finalmente esplosa e, grazie al successo in Brasile contro Paolo Lorenzi, si è guadagnata la top 50 e la posizione numero 3 nella classifica nazionale.
  • IL RITORNO DI BOLELLI Simone Bolelli, impegnato nelle Challenger Finals di San Paolo, racconta all’Atp la sua stagione: “Non pensavo di tornare nella top 100 dopo un’assenza così lunga”. Obiettivi per il 2015: […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.