CHALLENGER. LORENZI VINCE A CORTINA

E sono quattordici Paolino. Il senese vince sulle Dolomiti battendo Maximo Gonzalez ed entra nella top ten dei vincitori di tornei Challenger. Evgeny Donskoy trionfa a Segovia e Tobias Kamke fa suo il torneo di Liberec negli altri due appuntamenti della scorsa settimana.
martedì, 11 Agosto 2015

Tennis – Settimana di tornei Challenger quella che si è appena conclusa. Si è giocato a Liberec, in Repubblica Ceca e a Segovia, in Spagna. Ma il torneo che ha assunto maggiore importanza è stato senza dubbio quello di Cortina D’Ampezzo, che ha decretato la 14ma vittoria nel circuito Challenger per il nostro Paolo Lorenzi.

L’italiano è ora top 10 tra i vincitori di titoli Challenger e ha portato a 4 il numero di finali vinte consecutivamente. Il suo avversario era Maximo Gonzalez, 32 anni e così quella che si è giocata tra l’argentino e il 33enne senese sarà ricordata come la finale più “anziana” del 2015.

Paolo Lorenzi si issa con questa vittoria al 18° posto tra i vincitori di tornei in stagione e non sembra aver risentito della passeggiata a 3.244 metri di altitudine fatta sulla Tofana di Mezzo in compagnia Filippo Volandri e Matteo Viola. Si è spinto dunque fino alla finale, in cui si è sbarazzato in due set del suo avversario (6-3, 7-5): “È stata semplicemente una grande settimana per me” – ha detto dopo il torneo – “il mio servizio ha funzionato e sono stato in grado di spingere bene la palla. Amo questo torneo e mi piace la città. Spero di tornare qui in inverno per la stagione sciistica e anche di giocare di nuovo il prossimo anno”. Onore delle armi per l’avversario: “Sapevo che sarebbe stata una partita difficile perché Maximo è un giocatore eccellente e abbiamo sempre giocato partite lunghe e difficili. Oggi ho avuto la fortuna di vincere, ma lui ha giocato benissimo per tutta la settimana. Adesso proverò a migliorare il mio ranking Atp” conclude Lorenzi, che ha vinto anche il titolo di doppio in coppia con Matteo Viola.

“Conosco Paolo molto bene e quindi mi aspettavo anche io una partita difficile. Ha tanta esperienza anche sul circuito Atp e quando gioca i Challenger è facile capire che lo fa perché ha intenzione di vincere” – dice lo sconfitto Maximo Gonzalez. “Io ho avuto le mie opportunità nel secondo set ma non sono riuscito a concretizzarle. Mi sento fiducioso ad ogni modo e il mio obiettivo è quello di tornare tra i primi 100”.

A Liberec, in Repubblica Ceca, si giocava invece il Svijany Open. Il campione uscente Andrej Martin, alla ricerca del secondo titolo consecutivo dopo la vittorie nel torneo di Biella, nulla ha potuto contro Tobias Kamke, che lo ha battuto in un’ora e 53 minuti di gioco con il punteggio di 7-6, 6-4. Il tedesco ha così portato a casa il suo settimo titolo Challenger. Appena due mesi fa, il tennista nato a Lubecca era imbeccato in una serie di 14 sconfitte consecutive che lo avevano fatto uscire persino dalla top 200.

A Segovia, in Spagna, è andata in scena la 30ma edizione dell’Open di Castilla y Leon. È stato un russo a imporsi, Evgeny Donskoy, che ha battuto in finale il grande amico di Federer Marco Chiudinelli. 7-6, 6-3 il punteggio in favore del tennista classe 1990, che vince il suo secondo titolo in quattro anni a Segovia dopo affermazione del 2012. Un record che il moscovita condivide con nomi del calibro di Rafael Nadal, Juan Martin Del Potro e Sergi Bruguera. Si tratta anche per lui del settimo titolo in carriera: “Sono felice di tornare qui in Spagna. Si tratta della mia seconda casa. Non ho iniziato bene questa partita, ma ho cominciato a sentirmi bene durante il tie-break. Poi ho trovato fiducia e la partita è andata bene. La settimana prossima andrò a Portoroz per tentare di entrare nella top 100. E passo dopo passo vorrei provare ad arrivare tra i primi 50 del mondo”.

Foto: Paolo Lorenzi, vincitore di 14 titoli Challenger (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “CHALLENGER. LORENZI VINCE A CORTINA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • CHALLENGER. PROSEGUE LA MARCIA DI TAYLOR FRITZ L’americano ottiene a Fairfield il secondo alloro in due settimane. Vincono in casa Denis Istomin (Tashkent) e Maximo Gonzalez (Corrientes). Bene Saketh Myneni, che si impone a Ho Chi Min. […]
  • CHALLENGER. A IRVING LA GIOIA DI MARCEL GRANNOLLERS A Guadaljara, Malek Jaziri vince la finale “anziana” contro Stephane Robert. Daniel Evans si impone a Drummondville, mentre a Kazan e Guangzhou vincono rispettivamente Tobias Kamke e […]
  • CHALLENGER. IGOR SIJSLING RITROVA IL SORRISO A BRESCIA Il tennista dei Paesi Bassi non vinceva un torneo da Vancouver 2012. Ritrova così il successo a tre anni di distanza e ritrova anche la top 150 Atp. Taro Daniel vince a Yokohama, Guido […]
  • IL RITORNO DI BOLELLI Simone Bolelli, impegnato nelle Challenger Finals di San Paolo, racconta all’Atp la sua stagione: “Non pensavo di tornare nella top 100 dopo un’assenza così lunga”. Obiettivi per il 2015: […]
  • CHALLENGER. UNA STAGIONE DA RECORD Sono quattro i vincitori di tornei approdati nella top 100, Borna Coric, Hyeon Chung, Thanasi Kokkinakis e Alexander Zverev. Performance degne di nota anche quelle degli americani Jared […]
  • ATP: A CASABLANCA OUAHAB BATTE HAASE, BENE ALMAGRO E DZUMHUR Tutti i risultati ATP del giorno, tra l'exploit di Lamine Ouahab e altre partite valevoli per il primo turno

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.