CHALLENGER NAPOLI: “SIAMO PRONTI PER UN 250 MA NON DIPENDE SOLO DA NOI”

Inizia la stagione europea sulla terra battuta per il circuito Atp ed il primo 15 sul rosso si giocherà a Napoli il 2 Aprile con la Capri Watch Cup 2016. Il torneo è già pronto per diventare un Atp 250.
mercoledì, 30 Marzo 2016

Tennis (Napoli) – Mancano solo una manciata di giorni all’inizio della Capri Watch Cup 2016  per la categoria Atp Challenger Napoli, torneo organizzato al Tennis Club Napoli di Viale Dorhn. La manifestazione sportiva avrà inizio il 2 Aprile e come da tradizione sancirà l’inizio della stagione europea su terra battuta. Alla conferenza di presentazione del Challenger sono intervenuti il presidente del Club Luca Serra ed il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris che non solo hanno promosso l’evento tennistico, ma hanno ribadito ancora una volta come Napoli sia saldamente città dello sport.

Saranno ben 4 i giocatori in top 100 presenti in tabellone: il n.57 del mondo Robin Haase, Marcel Granollers (n.92 del ranking Atp), il bosniaco Damir Dzumhur (n.93 delle classifiche mondiali e capace di vincere il braccio di ferro al torneo di Miami contro Rafa Nadal, ritiratosi dopo oltre 2 ore di gioco nel terzo set) ed il n.97 Filip Krajinovic. I colori azzurri saranno rappresentati da Matteo Donati, finalista la scorsa edizione e n.181 del ranking Atp, Thomas Fabbiano (n.126), Luca Vanni (n.142), Andrea Arnaboldi (n.169), Alessandro Giannessi (n.189). Angelo Chiaiese spera in una presenza illustre aspettando prima di assegnare l’ultima wild card del torneo: “C’è la possibilità di inserire un giocatore azzurro di Coppa Davis” (Simone Bolelli e Fabio Fognini i nomi altisonanti ma soprattutto per il ligure la presenza è in fortissimo dubbio a causa del lungo stop al quale è costretto).

Una wild card è stata assegnata a Stefano Napolitano e la speranza del direttore del torneo Angelo Chiaiese è di riuscire a portare Napoli un tennista della nazionale italiana di Davis (escludendo Fabio Fognini a causa dell’infortunio agli addominali). L’obiettivo non è poi così impossibile se si pensa che proprio il marchio Capri Watch è da poco diventato sponsor ufficiale della FIT.

La conferenza stampa indetta al TC Napoli

La conferenza stampa indetta al TC Napoli

Il torneo ha una tradizione tramandata anno dopo anno anche grazie ai soci” ricorda il presidente del TC Napoli, Luca Serra, “Quest’anno siamo stati sollecitati dalla Federazione per l’organizzazione di questo torneo che è grande motivo d’orgoglio per la nostra città, il tutto si può organizzare anche grazie alla totale sintonia con le istituzioni: il Coni, la Regione, ringrazio il sindaco di Napoli che appoggia ogni nostra iniziativa e sono sicuro che scriveremo qualche altra bella pagina di sport e di tennis già nel 2016. E’ un motivo di orgoglio poter organizzare quello che è il secondo torneo in Italia per importanza solo a quello di Roma. Napoli è città dello sport e questa settimana lo dimostreremo ancora una volta.”

Napoli sta diventando un punto di riferimento per gli eventi sportivi internazionale. Napoli ed il Tennis Napoli sono già pronti per ospitare un Atp 250, ma purtroppo non dipende solo da noi. Per avere una tappa del tour bisogna che qualcuno la ceda e per inserirsi si tratta di fare investimenti dove necessaria l’aiuto della Federazione. Forse nel 2017 ci sarà questa possibilità e laddove la Federazione acquisterà una data da disputare sulla terra rossa, credo che in cima alla lista della FIT ci sarà Napoli per ovvi motivi”. Non c’è ancora l’ufficialità, ma dovrebbe essere la città di Pesaro ad ospitare l’incontro di Coppa Davis contro l’Argentina e allora Napoli spera di poter essere in prima linea in un’eventuale semifinale contro la Serbia di Novak Djokovic.”

Il Challenger di Napoli rappresenta il più antico evento sportivo del capoluogo partenopeo, risalente al 1905, è arrivato ad oggi alla 79esima edizione. Il torneo del presente e del futuro dato che il Challenger di Napoli è da sempre impegnato per promuovere i talenti del tennis nostrano. Il primo turno del torneo avrà inizio lunedì 4 aprile e si concluderà il 10 aprile con la finalissima. Ma la manifestazione sportiva si potrà avvalere anche di una cornice d’eventi unici: dai Pizza Party in programma il 5 e 8 aprile da “Antonio & Antonio” e “Gusto & Gusto” al party per i giocatori Mercoledì 6 aprile, culminando nella prima edizione del Trofeo “Città di Napoli”, torneo di tennis in carrozzina.

 “Tutto ciò non è solo frutto dell’abilità di una persona sola, ma è frutto della credibilità di una città intera” afferma soddisfatto il sindaco De Magistris “Una città sempre presente e che ci sta credendo con le sue forze, con l’impresa sana, con persone che hanno a cuore la nostra città, con l’istituzione che lavora nel pieno interesse degli abitanti. Sappiamo tutti quanti che importanza hanno avuto le immagini dello sport per il rilancio della nostra città”.

Il tennis riparte da Napoli e Napoli continua ad essere in prima linea nello sport.


Nessun Commento per “CHALLENGER NAPOLI: "SIAMO PRONTI PER UN 250 MA NON DIPENDE SOLO DA NOI"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.