CHALLENGER ROMA GARDEN: FUORI CECCHINATO E STARACE

Si fermano in semifinale i due azzurri ancora in corsa all’Atp Challenger di Roma. Al Foro Italico, invece, terminate le pre-qualificazioni, Nastassja Burnett conquista il main draw.

Tennis. Tanto tennis nella capitale italiana: giunto quasi al termine il Garden Open al Tennis Club Garden; mentre in pieno inizio gli Internazionali BNL d’Italia 2015 al Foro Italico.

Tra i match giocati oggi, peccato l’eliminazione di Marco Cecchinato e Potito Starace, ad un passo dal turno decisivo: il siciliano numero 124 del ranking Atp dopo aver perso il primo set per 7-5 contro il ceco Adam Pavlasek, prova a rimontare vincendo il secondo per 6-3, ma cede poi al terzo per 6 giochi a 4. Perde in due parziali invece Potito Starace contro lo sloveno naturalizzato inglese Aljaz Bedene numero 1 del seeding; 6-4, 6-3 il punteggio finale.

Terminate le pre-quali al Foro Italico, Nastassja Burnett grazie alla vittoria in finale contro la svizzera Lisa Sabino (6-1, 6-2) entra di diritto nel tabellone principale con una wild card, e affronterà al primo turno Magdalena Rybarikova. La finalista svizzera invece riceverà una wild card per le qualificazioni. In corsa per le quali anche le azzurre Gioia Barbieri, Corinna Dentoni e Jasmine Paolini; quest’ultima gode della quarta wild card disponibile grazie al match vinto oggi contro Martina di Giuseppe (6-3, 6-4).

Per il tabellone maschile, entrano direttamente Matteo Donati che affronterà Santiago Giraldo e Federico Gaio che trova Leonardo Mayer. Partono invece dalle qualificazioni Gianluigi Quinzi e Salvatore Caruso.

Foto: Potito Starace, Roma Garden 2015 (sito ufficiale torneo)


Nessun Commento per “CHALLENGER ROMA GARDEN: FUORI CECCHINATO E STARACE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.