CHALLENGER ROMA: OK CARUSO E MORONI, FUORI CECCHINATO

Tanti, troppi italiani eliminati in questo primo round del Challenger di Roma come Marco Cecchinato, Lorenzo Giustino, Matteo Donati, Cristian Carli e Stefano Napolitano...
martedì, 26 Settembre 2017

Tennis – Ormai è diventato un appuntamento fisso e di prestigio il Challenger Due Ponti con sede a Roma. Il torneo da 43.000 euro con superficie in terra rossa ha visto nella giornata di oggi molte eliminazioni azzurre: Lorenzo Giustino ha ceduto per 6-1 6-3 al qualificato argentino Patricio Heras (il tennista sudamericano sarà l’avversario al secondo turno di Andrea Arnaboldi), male anche la wild card Matteo Donati, sconfitto per 6-3 6-4 dal lucky loser francese Elliot Benchetrit, Marco Cecchinato, quarto favorito del seeding, si è invece fatto sorprendere per 6-4 6-0 dal qualificato spagnolo Daniel Gieno-Traver, e la wild card Cristian Carli battuto per 6-7(9) 6-0 6-2 dal rumeno Adrian Ungur.

Fortunatamente c’è anche chi ha trionfato: dopo Andrea Arnaboldi, infatti, accedono al secondo round anche Salvatore Caruso e Gian Marco Moroni. Il siciliano ha superato nel primo dei due derby di giornata Adelchi Virgili, promosso dalle qualificazioni ma costretto al ritiro sul punteggio di 7-6(4) 3-3; il 24enne di Avola al secondo turno troverà dall’altra parte della rete il serbo Laslo Djere, secondo favorito del seeding. Il romano Moroni, in gara con una wild card, si è invece aggiudicato per 6-3 6-4 l’altra sfida azzurra di primo turno contro Stefano Napolitano, prossimo avversario per lui il serbo Filip Krajinovic, settima testa di serie del torneo.

 


Nessun Commento per “CHALLENGER ROMA: OK CARUSO E MORONI, FUORI CECCHINATO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.