CHALLENGER, SCHWARTZMAN VINCE LE FINALS

Conclusa l'edizione brasiliana, con il tennista argentino che porta a casa il trofeo. Battuto in finale, in due set, il padrone di casa Clezar. Da sottolineare la buona prestazione di Bolelli, eliminato in semifinale proprio da Schwartzman
lunedì, 24 Novembre 2014

TENNIS – Non solo grandi firme nell’ampio contesto Finals di fine anno. Mentre il sipario su Londra è già calato, Sao Paulo conclude la sua avventura con la finale disputata ieri sera. Il torneo dedicato al circuito Challenger vede il trionfo di un tennista argentino sul territorio brasiliano: il titolo va a Diego Schwartzman, che si aggiudica la manifestazione grazie al successo in due set sul padrone di casa Guilherme Clezar.

I due finalisti, che si erano già affrontati nel girone eliminatorio, si ritrovano nell’atto conclusivo e l’esito non cambia. Già nel match inaugurale del Gruppo B, il giocatore di Buenos Aires aveva avuto la meglio sul rivale con un successo in due set. La replica va in scena nell’appuntamento più importante, quello che assegna il trofeo, dando una grossa delusione al pubblico di casa che non è riuscito a trascinare alla vittoria il suo beniamino. Anche nel raggruppamento, oltre ad aver battuto il finalista, Schwartzman si è piazzato davanti al tennista carioca.

Cammino difficile, quello del 22enne argentino. La qualificazione è arrivata soltanto nell’ultimo match del girone, con il successo in tre set contro Souza. La differenza di set lo premia, nonostante l’arrivo a pari punti proprio con Clezar e con il terzo incomodo Rola, l’unico a battere il futuro campione. In semifinale arriva il successo in due set contro l’unico rappresentante italiano nel torneo di Sao Paulo, ovvero Simone Bolelli, protagonista di un’ottima avventura verdeoro. Il tennista azzurro, infatti, si piazza al secondo posto nel Gruppo A alle spalle di Victor Estrella-Burgos, eliminato in semifinale proprio da Clezar. La piazza d’onore nel girone arriva grazie al doppio successo su Haider-Maurer e Gonzalez e alla sconfitta contro il giocatore dominicano.

Alla fine, però, festeggia solo il secondo gruppo e in particolare Schwartzman, che esprime tutta la sua soddisfazione ai microfoni della federazione: “Ho vissuto una settimana incredibile, il torneo è stato organizzato alla perfezione e sono riuscito a raccogliere i frutti di un’intera stagione. Sono molto contento della mia prestazione, ho giocato molto bene tutti i match disputati, anche quello che ho perso nel girone. In finale ho notato un pizzico di nervosismo da parte di Clezar, forse per il fatto che giocava davanti al suo pubblico: io ne ho approfittato ed eccomi con il titolo“. Il prossimo anno sarà ancor più impegnativo: “Parteciperò a numerosi tornei – spiega Schwartzman – a partire dall’Australian Open di gennaio. Dovrò migliorare la mia posizione in classifica, non posso fermarmi dopo questa splendida vittoria“. Con questo trionfo, l’argentino guadagna 110 punti nel ranking ed un montepremi di quasi 85.000 $.

Si conclude, quindi, anche il capitolo legato al circuito Challenger. Il successo è di marca sudamericana, ma anche i colori azzurri possono dirsi soddisfatti per la prestazione di Simone Bolelli. Per il bolognese, adesso, c’è l’obiettivo di entrare nelle prime cinquanta posizioni dopo i cinque piazzamenti guadagnati con la manifestazione di Sao Paulo.


Nessun Commento per “CHALLENGER, SCHWARTZMAN VINCE LE FINALS”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.