CHALLENGER, SORRIDONO FUCSOVICS, EBDEN E GOLUBEV

TENNIS - Nell'ultima settimana del circuito Challenger, il giovane ungherese trionfa ad Andria battendo Dustin Brown in finale. Ebden vince a Toyota il suo secondo titolo consecutivo mentre Golubev si impone a Tyumen
lunedì, 25 Novembre 2013

Tennis. Quella appena trascorsa è stata l’ultima settimana dell’anno per il circuito Challenger, che ha chiuso i battenti con gli ultimi 3 tornei in programma, disputatisi ad Andria, Toyota e Tyumen, dando appuntamento al 2014.

Ad Andria è andata in scena la prima edizione degli Internazionali di Tennis Castel del Monte (€30,000 +H, indoor). Nutrita, ovviamente, la rappresentanza azzurra, con Paolo Lorenzi, accreditato della prima testa di serie, a guidare il gruppo. Il tennista romano – senese d’adozione – ha però chiuso male l’annata, confermando le difficoltà degli ultimi tempi. Dopo il brutto e inatteso ko subito due settimane fa a Guayaquil per mano dell’argentino Londero (numero 354 del ranking), Lorenzi ha ceduto ancora una volta all’esordio, arrendendosi a un ottimo Stefano Travaglia, vincitore col punteggio di 7-5, 6-3. Torneo agrodolce per Andrea Arnaboldi, unico italiano a issarsi fino ai quarti di finale. Il tennista di Cantù, dopo aver battuto Matteo Viola (5) in 3 set e Claudio Grassi con un doppio 6-2, ha giocato un bel match contro Marton Fucsovics, cedendo però al terzo set. C’è più di qualche rimpianto per l’epilogo, perché sul 6-5 dell’ultimo parziale Andrea ha mancato 3 match point sul servizio del suo avversario, che si è poi aggiudicato l’incontro al tie-break – 4-6, 6-2, 7-6 (4) il punteggio. Fucsovics, giustiziere nel secondo turno del numero 2 del seeding Andreas Haider-Maurer, ha poi raggiunto la finale battendo il più quotato Dancevic (4) per 6-3, 6-4.  Nella parte alta del tabellone, Dustin Brown (3) ha fatto terra bruciata, giungendo all’atto conclusivo senza perdere un set. La semifinale, giocata contro Yann Marti, non ha avuto storia: 6-2, 6-1 in 42 minuti di gioco.  In finale ha prevalso Fucsovics col punteggio di 6-3, 6-4. Secondo alloro Challenger per l’ungherese, bravo a sfruttare le troppe incertezze dell’istrionico tedesco. A fine partita Fucsovics ha fatto i complimenti a Brown “per l’ottimo torneo disputato”, specificando che “non è stato affatto facile riuscire a batterlo”. Grazie a questa vittoria il giovane originario di Nyiregyhaza ha agguantato per la prima volta la top 200 (è 180esimo).

A Toyota Matthew Ebden ha chiuso nel migliore dei modi la sua campagna asiatica. Dopo il successo ottenuto al Challenger di Yokohama, l’australiano – prima testa di serie – ha firmato la doppietta, assicurandosi il Dunlop World Challenge ($35,000 +H, carpet). Pochi gli ostacoli incontrati lungo il cammino dal giovane aussie, che ha concluso il torneo senza perdere un set. In finale Ebden si è imposto su Yuichi Sugita (4) per 6-3, 6-2. Partita rapida, durata 50 minuti, nei quali il numero 1 del seeding non ha mai concesso l’ombra di una palla break. Si tratta della quarta vittoria Challenger per Ebden, giunto ormai a un passo dal suo best ranking di numero 61 – attualmente è 68esimo.

È Andrey Golubev il vincitore della Siberia Cup ($35,000 +H, cemento). Il tennista kazako, russo di nascita e italiano d’adozione, qualche anno fa vicino alla top 30 (ha raggiunto il suo best ranking di numero 33 nell’ottobre del 2010), ha centrato il suo secondo successo Challenger stagionale – il quinto in carriera – battendo in finale il russo Andrey Kuznetsov (4) col punteggio di 6-4, 6-3. Questa vittoria gli consente di tornare tra i primi 100 giocatori del mondo (alla casella numero 82) a distanza di 2 anni. Niente da fare per Kuznetsov, che chiuderà l’anno senza successi.

 


Nessun Commento per “CHALLENGER, SORRIDONO FUCSOVICS, EBDEN E GOLUBEV”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • ‘POTO’ RIPARTE DA NAPOLI TENNIS - A Napoli Starace vince per la quarta volta ed entra tra i primi 10 giocatori di sempre per numero di vittorie nella categoria Challenger. A Tunisi trionfa Ungur, mentre Kudla si […]
  • CUEVAS TORNA ALLA VITTORIA TENNIS - Il tennista uruguaiano a Buenos Aires è tornato alla vittoria dopo 2 anni di buio dovuti a un infortunio al ginocchio. Nedovyesov ha trionfato a Kazan, Ebden a Melbourne
  • ANDREA ARNABOLDI CEDE A MARTERER LA FINALE DI BANJA LUKA Arriva un'altra finale mancata per Andrea Arnaboldi che cade nella semifinale di Banja Luka per mano del tedesco Marterer
  • DUSTIN BROWN TRIONFA A GENOVA TENNIS - Dustin Brown si aggiudica l'undicesima edizione dell'AON Open Challenger di Genova battendo in finale Filippo Volandri col punteggio di 7-6 (5), 6-3. Gimeno-Traver si impone ad […]
  • “GIANNA” SOSTIENE TESI E ILLUSIONI: E’ IL MOMENTO DI ESPLODERE? Il 26enne spezzino, in Polonia, ha confermato i progressi degli ultimi mesi vincendo, contro Dustin Brown, il primo Challenger della sua carriera. Un nuovo punto di partenza dopo l'impresa […]
  • MELZER VINCE A DALLAS, MANNARINO A SARAJEVO TENNIS - L'austriaco, numero 42 del mondo, si aggiudica il Dallas Tennis Classic battendo in finale il qualificato Denis Kudla. A Sarajevo trionfa Mannarino

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.