CHI AGGIUSTA I MATCH RISCHIA 10 ANNI DI CARCERE

TENNIS- Lord Moynihan, membro della camera dei Lord, ha avanzato una proposta in Parlamento che prevede un incremento della pena carceraria per chiunque fosse sorpreso ad “aggiustare” partite di ogni genere.
mercoledì, 5 Febbraio 2014

Tennis. Colin Moynihan, IV Barone Moynihan e Lord della Camera inglese, oltre ad essere un attuale politico e ex ministro sportivo sotto il governo Thatcher, è il direttore dell’Associazione Olimpica Britannica e ex giudice di sedia.
Ultimamente il conservatore britannico ha fatto parlare di sé in merito ad una proposta di legge riguardante le punizioni contro chiunque intenda comprare partite o barare in qualsivoglia modo durante i match ufficiali. Se fino ad ora la pena massima stabilita dal governo UK era di 2 anni, Lord Colin ha affermato di essere favorevole ad un incremento della pena di ben 8 anni: 10 in tutto gli anni di galera che rischierebbero i più “furbi”qualora la proposta venisse accolta.

Moynihan ha elaborato l’iniziativa legislativa in collaborazione con lo Britain’s Sports Betting Group, e da quando il Telegraph (quotidiano britannico) ha aiutato a novembre a smascherare eclatanti imbrogli in campo calcistico, il consenso per questo aumento di disciplina è cresciuto sempre di più.
Dirigenti del mondo del calcio, del cricket, del rugby, del tennis e di altre discipline sportive si sono uniti per sostenere insieme la spinta alla nuova proposta di legge, che richiede ancora una definitiva approvazione del Parlamento.

Maria Miller, un’altra consevatrice, ha detto di contro che sarà disposta a cambiare la legge soltanto qualora i metodi attuali si rivelassero inefficaci, e a dicembre ha parlato piuttosto di un aumento delle sanzioni in base al livello del giocatore coinvolto e al punto in cui si trova la sua carriera

In ogni caso, si è piuttosto d’accordo (FCA in primis) nell’affermare che un’efficace prevenzione sulle regole anti-corruzione dei giocatori, limiterebbe gli episodi di partite truccate, anche se una ricerca ha dimostrato che il 93% dei calciatori inglesi sono consapevoli della loro influenza e eventuale responsabilità negli “imbrogli”.


Nessun Commento per “CHI AGGIUSTA I MATCH RISCHIA 10 ANNI DI CARCERE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • SCOMMESSE, ISAAC FROST È IL NUOVO ACCUSATO Match combinati nel torneo di Traralgon, Victoria. Isaac Frost finisce sotto accusa, pesante l'ulteriore fattore sulla detenzione di droghe
  • 5 IMPROBABILI INTERRUZIONI TENNIS- Nella storia del tennis, tantissime sono state le volte in cui i match hanno subito delle interruzioni: ricordiamo insieme alcune delle più bizzarre occasioni di “delay”.
  • MATCH TRUCCATI, LA LETTERA ANONIMA DI UN GIOCATORE La redazione di TenisChile ha ricevuto una lettera anonima di accusa, ma allo stesso tempo di denuncia, da parte di un professionista con punti ATP. Proseguono le indagini
  • SCOMMESSE: IL TENNIS E’ LO SPORT PIU’ A RISCHIO La ESSA (European Sport Security Association) ha deliberato i dati relativi ai casi sospetti di match-fixing nello sport. Il totale è di 195, ma a preoccupare sono i 123 legati al tennis. […]
  • IL RUOLO DECISIVO DELLA FORTUNA NEL TENNIS Il punto singolo, il match o ancora l’intero torneo. Ci sono volte in cui è senza dubbio l’abilità di un tennista a deciderne l’esito. Ma ci sono volte, neanche poche, in cui è una forza […]
  • MATCH FIXING, 34 ARRESTI IN SPAGNA Smantellata una organizzazione che aveva sede a Siviglia e La Coruna durante l'inchiesta denominata "Operacion Futures"

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.