CHIUDINELLI-LAMMER: 800.000 EURO PER AVER CANTATO L’INNO

Oltre all'assegno della federazione, i due tennisti svizzeri mai scesi in campo nella finale di Coppa Davis contro la Francia, hanno incassato anche la parte di jackpot riservata a Federer, che ha deciso di rinunciare al premio per dividerlo con i suoi compagni
sabato, 29 Novembre 2014

TENNIS – C’è chi ha pagato fior di quattrini, la scorsa settimana, per assicurarsi un posto in prima fila allo stadio Pierre Mauroy di Lille, magari facendo anche qualche sacrificio. E c’è chi, invece, viene pagato profumatamente per avere avuto il “privilegio” di assistere non da vicino, ma da vicinissimo, praticamente in campo, alla finale di Coppa Davis.

No, non si tratta del solito vip eccentrico di turno. La soluzione è molto più semplice: loro, i “fortunati”, sono Marco Chiudinelli e Michael Lammer, ovvero la coppia elvetica del “ecco come ti alzo l’insalatiera d’argento senza mai togliere la tuta”. Facile la vita quando in squadra hai Roger Federer e Stan Wawrinka che ti portano sul tetto del mondo, e soprattutto ti fanno staccare l’assegno-premio della federazione. Non male, davvero, incassare centinaia di migliaia di euro semplicemente per aver cantato l’inno nazionale prima di ogni match, gustati tra l’altro comodamente sistemati nei “posti” migliori. Ma c’è di più, molto di più.

Oltre al jackpot federale infatti, Chiudinelli e Lammer, vincitori del doppio di primo turno in Serbia e poi praticamente mai più chiamati in causa dal capitano Luthi nella trionfale cavalcata conclusasi a Lille (solo Chiudinelli è tornato in campo insieme a Wawrinka per la sfida di semifinale contro Fognini e Bolelli, tra l’altro persa), si sono visti piovere dal cielo anche una fetta della succulenta “torta” riservata a Federer. Il numero due del mondo infatti, con un atto di grande generosità, ha rinunciato al premio a lui riservato di 2,5 milioni di euro che la federazione elvetica gli aveva messo sul piatto in caso di trionfo Davis, decidendo di dividerlo tra i suoi compagni di avventura.

Un gesto sicuramente da applausi quello di King Roger, il quale, nonostante le sue splendide performance in doppio e nel singolare decisivo contro Gasquet, ha sempre voluto elogiare il gruppo. Manna dal cielo per Chiudinelli e Lammer, estasiati da tanta grazia: spicciolo più spicciolo meno, nelle casse dei numeri 212 e 508 del mondo arrivano circa 800.000 euro a testa, e se si pensa che nella loro carriera hanno guadagnato rispettivamente 1,6 milioni e 580.000 dollari di “prize-money”, grazie a Federer e al bonus della federazione hanno incassato in un giorno più di quanto non avessero fatto da quando sono diventati professionisti. Il tutto in un colpo solo, senza mai togliersi la tuta, senza una goccia di sudore. Strana la vita vero? Evidentemente, anche a loro, come accade in un famoso spot televisivo, piace vincere facile.


Nessun Commento per “CHIUDINELLI-LAMMER: 800.000 EURO PER AVER CANTATO L'INNO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.