CILIC: “UN ONORE GIOCARE NELL’ERA DEI FAB FOUR”

Il croato parla della Davis vinta e dell'era in cui è capitato

Tennis. Cilic ha finalmente vinto la Coppa Davis, torneo che inseguiva da anni, dopo una grande tre giorni per la sua Croazia.

Non abbiamo perso un solo game al servizio in tre match di singolare, questo mostra il livello che abbiamo raggiunto io e Borna Coric. E’ stato un fine settimana perfetto, un sogno diventato realtàNon tutti i giorni diventi campione del mondo, è un momento incredibile per noi, sarà un giorno indimenticabile per il nostro paese. Siamo molto passionali e l’ho potuto già constatare in questi giorni. Sono tremendamente orgoglioso della partita che ho giocato. Erano molti anni che cercavamo di vincere questo titolo e finalmente ce l’abbiamo fatta. In passato abbiamo avuto momenti difficili, molti alti e bassi, ma sempre abbiamo pensato che un giorno ce l’avremmo fatta. Vincere la Davis è una sensazione completamente diversa dal vincere uno Slam o un torneo individuale.

Sul nuovo formato dell’evento, dice la sua: “Faccio parte di questa squadra dal 2006, posso dire di aver visto molti tennisti passare di qui, molte vittorie e anche molte sconfitte. Terminare così un capitolo è semplicemente spettacolare, per la maniera in cui abbiamo giocato, l’ambiente e l’atmosfera che abbiamo respirato tutti insieme. E’ un traguardo incredibile, questo tipo di regolamento non rende per niente le cose facili per nazioni piccole come la nostra.

Sull’epoca in cui si è ritrovato, non ha dubbi: “Per me questa è un’era magnifica in cui giocare a tennis. Avere successo in questo momento storico mi fa sentire un giocatore migliore. Essere in grado di vincere uno Slam mi dimostra che ho le capacità per vincere contro di loro. Sia vincere che perdere è un privilegio.”

 


Nessun Commento per “CILIC: "UN ONORE GIOCARE NELL'ERA DEI FAB FOUR"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.