LA PARABOLA DI CILIC

Il croato precipita sempre più giù nel ranking: ora è 28mo. Dura sette giorni la top ten di Melzer. In ascesa Anderson, Dodig, Devvarman, Mahut e Raonic. Fernando Gonzalez è fuori dai cento dopo nove anni!
lunedì, 7 Febbraio 2011

Roma – La settimana appena trascorsa non ha regalato grossi scossoni al ranking Atp. I punti messi in palio a Johannesburg, Zagabria e Santiago non potevano consentire chissà quali variazioni in classifica. Con i big a riposo, la top ten è rimasta pressoché invariata. Comanda sempre Nadal (12.390), seguito da Federer (7.965), Djokovic (7.880), Soderling (5.995) e Murray (5.760). Completano i magnifici dieci Ferrer (4.570), Berdych (4.270), Roddick (3.385), Verdasco (3.240) e Youzhny (2.920), che si è riappropriato del decimo posto a discapito di Melzer (2.910), il cui status da top ten è durato una settimana appena.

Chi sale. Torna nei primi venti Baghdatis (n.20, +1), tallonato da Gulbis (n.21, +1), Llodra (n.22, +1), Isner (n.23, +1) e Troicki (n.24, +1). Gli scalatori della settimana sono: Robredo, vincitore a Santiago, che si assesta al 31mo posto (+9); Anderson, eroe in patria a Johannesburg, che sale in 40ma posizione (+19); Dodig, primo titolo Atp a Zagabria, che si trova ora alla poltrona numero 60 (+24). In ascesa anche Giraldo (n.47, +10), Devvarman (n.80, +30), Raonic (n.84, +10) e Mahut (n.90, +28).

Chi scende. In caduta libera Marin Cilic. Il croato, ex top ten, paga l’ennesima settimana no nella sua Zagabria e precipita in ventottesima posizione (-8). Male gli spagnoli Feliciano Lopez (n.44, -11) e Granollers (n.53, -7). Scendono anche Petzschner (n.64, -9), Brown (n.99, -10) e Przysiezny (n.100, -19). Segnaliamo la fuoriuscita dai primi cento di Fernando Gonzalez: il cileno, fermo per infortunio, si trova in 125ma posizione (-28). Mano de Piedra non scendeva così in basso dal 2002.

Italiani. Guadagna tre posizioni Starace (semifinalista a Santiago): oggi è numero 46. Scende di un gradino Seppi, ora al numero 51. Fognini, anche lui semifinalista in Cile, sale di due posti (n.54). Volandri peggiora di due posti (n.88). Bolelli scala una posizione e si trova alle soglie dei primi cento (n.101). Gran balzo di Cipolla (n.168, +39), che risale di 80 posti in due settimane. Scendono Crugnola (n.225, -12) e Fabbiano (n.286, -10).

Tornei della settimana. Sono tre i titoli Atp in palio questa settimana. Il più prestigioso lo si gioca a Rotterdam (Atp 500), nel cui main-draw figurano Soderling, Murray, Ferrer, Berdych, Melzer, Youzhny, Ljubicic e Tsonga. Un parco di teste di serie davvero notevole (cinque top ten). Nessun italiano presente in Olanda. A San Josè (Atp 250) il favorito numero uno è Verdasco, i cui principali antagonisti sono Monfils, Querrey e Hewitt. Da tenere d’occhio l’emergente Nishikori. Anche qui nessun azzurro in tabellone. Infine, dopo la tappa di Santiago, prosegue a Costa de Sauipe (Atp 250) la Gira Sudamericana: in campo terraioli doc come Almagro, Montanes, Robredo, Bellucci, Chela e i nostri Starace, Fognini e Volandri.


Nessun Commento per “LA PARABOLA DI CILIC”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.