CINCINNATI, KOKKINAKIS BATTE FOGNINI, BENE SEPPI, FUORI MONFILS

Al Masters 1000 di Cincinnati, Fognini rimanda ancora la prima vittoria stagionale sul duro: battuto in rimonta da Kokkinakis. Facile successo di Andreas Seppi su Adrian Mannarino. Mardy Fish, al penultimo torneo in carriera prima del ritiro dopo gli Us Open, domina Troicki e affronterà al secondo turno Andy Murray. Ivo Karlovic elimina Gilles Simon.
lunedì, 17 Agosto 2015

TENNIS – Non basta un’ora di ottimo tennis a Fabio Fognini per centrare la prima vittoria stagionale sul duro. L’azzurro, che difendeva i quarti raggiunti l’anno scorso, subisce la settima sconfitta su questa superficie del suo 2015 contro Thanasi Kokkinanis, al debutto a Cincinnati.

L’australiano gioca un match solido, chiude in rimonta 46 62 63 e troverà al secondo turno Gasquet o Kyrgios, che l’ha tirato in ballo nel triangolo con Vekic e Wawrinka; i due si sono chiariti ma un riferimento molto poco elegante l’ha portato a sfiorare la rissa nelle qualificazioni con Ryan Harrison.

Nel primo set l’azzurro sembra in grande condizione, gioca a braccio sciolto e comanda il gioco: 15 i vincenti alla fine del parziale, a fronte di 16 errori. Kokkinakis squaderna il lato oscuro del suo tennis monocorde, cerca la potenza sempre, ma vede crescere solo gli errori (14) e non i vincenti (4). Così, basta il break del 4-3, a zero, per consentire a Fognini, che ricava il 90% di punti con la prima, di chiudere il parziale. Piccoli problemi e proteste, comunque non mancano. Nel gioco successivo, l’azzurro salva tre palle del controbreak (due consecutive da 15-40) e se la prende col giudice di sedia, che secondo lui non avrebbe sentito una sua richiesta di “challenge”.

Fognini invoca di nuovo l’Hawk-Eye sulla seconda palla break in suo favore in apertura di secondo set: vede la palla di Kokkinakis fuori, l’occhio di falco lo smentisce e la partita comincia a girare. Fognini ottiene meno punti con la prima e sbaglia di più, e soprattutto dal 2-2 subisce un parziale di sette game a zero, con l’australiano che piazza il 62 e allunga sul 3-0 nel secondo, con un solo break di vantaggio. Fognini, che regala cinque doppi falli in tre turni di battuta a cavallo tra secondo e terzo set, chiama un paio di volte il fisioterapista per problemi al braccio e alla spalla e si procura due palle del controbreak nel settimo game, che Kokkinakis annulla con un ace e un servizio vincente. Preludio alla sua quarta vittoria in un Masters 1000 dopo il quarto turno raggiunto quest’anno a Indian Wells.

Seppi avanza.Vittoria numero 23 in stagione per Andreas Seppi. A Cincinnati l’altoatesino ha centrato il 284mo successo in carriera, il 127mo sul duro battendo 63 63 Adrian Mannarino. Troppo falloso il francese, soprattutto di dritto, e all’azzurro basta contenere gli errori e giocare un tennis regolare, senza prendere troppi rischi, per firmare la seconda vittoria in tre scontri diretti, la 52ma in carriera contro un avversario mancino.

Seppi, battuto da Simon all’esordio a Montreal, manca tre palle break al primo game ma al terzo, alla sesta occasione, riesce a strappare il servizio al francese. Il suo unico passaggio a vuoto in tutto l’incontro consente a Mannarino di centrare il sorpasso sul 3-2, prima di subire un parziale di quattro giochi consecutivi che portano Seppi al 63. Nel secondo, l’azzurro manca due palle break nel secondo game e ne salva tre nel terzo, il game più lungo del match, durato quasi nove minuti con Mannarino che sbatte a terra la racchetta per le tante occasioni mancate. Negli scambi medio-lunghi, il francese è quasi sempre il primo a sbagliare, e non sfrutta altre due chance di break nel settimo gioco. Seppi, bravo a risalire da 15-40, trova il break all’ottavo gioco e chiude un game più in là al primo match point. Ora aspetta il vincente tra Milos Raonic e Feliciano Lopez.

Fish, gioia e malinconia. Mardy Fish fa tornare indietro il tempo. A quasi due anni esatti dalla sua ultima vittoria nel circuito, il successo per 63 36 61 sul russo Evgeny Donskoy a Winston-Salem il 18 agosto 2013, al penultimo torneo della carriera, l’americano vince la sua prima partita dal suo rientro sul circuito. L’ex numero 7 del mondo sfodera una prestazione vintage e domina Troicki, mai oltre il terzo turno a Cincinnati in carriera, 62 62 in 68 minuti con 19 vincenti e 16 gratuiti e una più che positiva percentuale di punti al servizio (74% con la prima, 71% con la seconda). Il serbo, che ha spaccato la racchetta dopo aver subito l’ultimo break al settimo gioco del secondo set, rimane un sostanziale comprimario. E quando manda lungo l’ultimo rovescio, il 27mo gratuito della sua partita a fronte di soli otto vincenti, il pubblico sempre molto partecipe di Cincinnati regala a Fish un’ovazione calda e meritata.

Il Western & Southern Open si conferma il miglior Masters 1000 per il 33enne, in tabellone grazie a una wild card, che qui ha giocato due delle sue quattro finali in un torneo di questa categoria (nel 2003 e nel 2010) e portato il suo bilancio personale a 18 successi in 28 match, meglio anche di Miami (16-11) e Indian Wells (15-13), dove a inizio anno non è riuscito a sfruttare due match point contro Ryan Harrison. In questo 2015, poi, ha perso al primo turno da Sela a Atlanta, dove ha giocato in doppio con l’amico Andy Roddick, che l’aveva sconfitto nel title-match del 2003 (battuti ai quarti da Butorac/Sitak). A Washington, invece, ha fatto coppia con Dimitrov, uscendo al secondo turno contro Bopanna/Mergea.

Al secondo turno, Fish affronterà Andy Murray, che ha interrotto la serie di 30 vittorie di fila nei Masters 1000 di Djokovic, che non batteva dalla finale di Wimbledon del 7 luglio 2013. Lo scozzese, che ha dedicato il successo alla neo-mamma Amelie Mauresmo, sua coach sostituita nella trasferta americana da Jonas Bjorkman, ha affrontato Fish otto volte (4-4 il bilancio), due a Cincinnati: l’americano si è imposto 67 61 76 nel quarto di finale del 2010, ma ha ceduto un anno dopo in semifinale 63 76.

“Dei top player che hanno dominato in quest’era” ha commentato Fish, “Murray è il giocatore con cui ho il miglior bilancio. Oggi ho giocato davvero bene, ma Andy è stato fantastico quest’anno, ha vinto più partite di tutti. E certamente potrà battermi un’ultima volta”.

Fuori Simon e Monfils. Avanza al secondo turno anche Ivo Karlovic, che ha battuto 64 67 63 Gilles Simon con 35 ace, l’ultimo per convertire il secondo match point, in un match interrotto per la pioggia sul 2-0 per il croato nel terzo set. Karlovic, il più anziano in tabellone, raggiunge così i 10.058 ace in carriera, secondo dietro solo a Goran Ivanisevic dal 1991, l’anno in cui l’ATP ha iniziato a registrare questi dati. Il croato, che ha migliorato il primato di ace in un match al meglio dei tre set (i 45 nel successo su Berdych a Halle), ha toccato i 1063 nel solo 2015, la sua terza stagione in quarta cifra. Si conferma la buona tradizione del croato in questo torneo, dove ha giocato la semifinale nel 2008, il suo miglior risultato in un Masters 1000. Al 63mo 1000, cerca il primo quarto di finale in questa categoria di eventi da Indian Wells 2011. Al prossimo turno affronterà Martin Klizan, che ha eliminato 76 36 76 Dominic Thiem. Fuori anche Monfils, battuto 75 64 da Jerzy Janowicz, che batte il francese per la seconda volta in tre confronti diretti. Il polacco, uscito al terzo turno l’anno scorso, affronterà Nicolas Mahut o il giovane americano Jared Donaldson.

[WC] M. Fish b. V. Troicki 6-2 6-2
J. Janowicz b. [14] G. Monfils 6-4 7-5
J. Sock b. [WC] B. Fratangelo 6-1 6-2
I. Karlovic b. [10] G. Simon 6-4 6-7(3) 6-3
[Q] V. Pospisil b. [Q] D. Kudla 6-4 6-3
[Q] T. Kokkinakis b. F. Fognini 4-6 6-2 6-3
A. Seppi b. A. Mannarino 6-3 6-3
[13] D. Goffin b. Y. H. Lu 5-7 6-3 6-4
T. Bellucci b. J. Vesely 7-6(5) 6-2
R. Bautista Agut b. P. Cuevas 6-3 6-4
B. Tomic b. S. Stakhovsky 6-4 6-3
J. Sousa b. P. Kohlschreiber 6-2 6-7(5) 6-2
[LL] B. Paire b. G. Muller 7-6(5) 7-6(6)


Nessun Commento per “CINCINNATI, KOKKINAKIS BATTE FOGNINI, BENE SEPPI, FUORI MONFILS”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • FISH E FEDERER, 2 FACCE DI UNA FINALE Lo svizzero sfodera una buona prestazione e doma Baghdatis. In finale lo aspetta Mardy Fish, autore di una fantastica rimonta su Andy Roddick
  • MARDY SI INFILA TRA I GRANDI In una giornata senza troppe sorprese, a Cincinnati Mardy Fish guadagna un posto negli ottavi eliminando Fernando Verdasco. Murray concede qualcosa a Chardy. Federer risolve in soli sette game
  • CADONO LE STELLE (TRANNE ROGER) a "Cincy" cadono tre dei primi quattro favoriti. L'unico a salvarsi è Federer, mentre un pessimo Nadal cede a Baghdatis. Fish e Roddick regalano un derby al pubblico americano.
  • IL RE RIALZA LA TESTA Al termine di una finale thrilling, Federer supera un coriaceo Fish col punteggio di 6-7 7-6 6-4. Per l'elvetico si tratta del quarto titolo a Cincinnati, il 63esimo in carriera.
  • INCREDIBILE, NADAL ELIMINATO All'esordio a Montreal brutta prestazione per il numero due del mondo, rimontato e battuto (1-6 7-6 7-6) dal croato Ivan Dodig. Agli ottavi anche Troicki, Fish, Gulbis e Tipsarevic
  • DJOKOVIC CONTROLLA TROICKI A Miami, nel derby serbo, il numero 1 del mondo ha superato senza particolari problemi Viktor Troicki con il punteggio di 6-3 6-4. Affronterà ora Gasquet. Avanzano anche Fish e Almagro

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.