CINCINNATI, STRAGE DI ITALIANI

Cadono Andreas Seppi,fulminato da Novak Djokovic, Camila Giorgi arrotata da Sloane Stephens e Roberta Vinci sconfitta da Shuai Peng. Si salva solo Sara Errani che batte Daniela Hantuchova

Tennis – Cincinnati. E’ stata decimata in un sol giorno la pattuglia italiana al Western & Southern Open di Cincinnati. Escono malamente Andreas Seppi, Camila Giorgi e Roberta Vinci. A difendere il tennis tricolore rimane la sola Sara Errani.

Novak Djokovic  fulmina Andreas Seppi 7-6, 6-2

Parigi è lontana. E’ ormai un ricordo sbiadito quel meraviglioso incontro al Roland Garros tra Andreas Seppi e Novak Djokovic, quando l’altoatesino costrinse il serbo al quinto set.  Oggi sul cemento dell’Ohio è andata diversamente, molto.
Andreas parte bene nel primo set con un Djokovic scattante, ma non eccezionale. Seppi sta bene in campo, serve bene, da fondo campo regge lo scambio con un rovescio a volte traballante ed un buon dritto. Arriva al tie-break dove precipita subito a 1-4, lotta si riporta a 4-5, ma poi perde per due volte la battuta e consegna la prima frazione al serbo. Nel secondo set  Djokovic si sveglia ricordandosi che è a Cincinnati per divenire il numero uno in classifica Atp in classifica Atp e va dritto sino al parziale di 5 giochi a 0. Andreas reagisce per quello che gli è possibile e finisce per cedere a 6-2, dopo 1 ora e 30 minuti di gioco. Per Nole è la nona vittoria su nove incontri con Seppi.

Sloane Stephens arrota Camila Giorgi 6-2, 6-1

Chi la fa l’aspetti. Per usare una metafora shakespeariana si può affermare che Camila Giorgi viene trafitta al cuore mentre il corpo di Francesca Schiavone è ancora caldo.  Non si sono ancora spenti gli echi dell’inatteso successo di Camila sulla Leonessa per 6-1, 6-3, che infatti alla killer marchigiana viene riservato lo stesso servizio da Sloane Stephens.
Stelle, anzi stelline. A Cincinnati si è  scontrata la migliore promessa italiana con quella statunitense (almeno a sentire i panegirici fatti da Serena Williams), l’una di Macerata, l’altra di Fort Lauderdale. Camila arrivata dalle qualificazioni, Sloane approdata al torneo grazie ad una wild card, ma con alle spalle gli ottavi di finale al Roland Garros.  Troppo divario tecnico e psicologico tra le due.
Camila Giorgi sembra impotente davanti alla Stephens che la brecca nel terzo e nel quinto game del primo set. La statunitense allunga subito nel secondo parziale, portandosi velocemente al  4-1. Una mossa d’orgoglio consente alla Giorgi di annullarle due match point. Poi è il diluvio.

Roberta  Vinci si arrende a Shuai Peng  6-3 6-4

Dura poco. Roberta Vinci fa le valigie e lascia Cincinnati dopo essere stata sconfitta in poco più di un’ora dalla cinese Shuai Peng che aveva già sconfitto Jelena Jankovic. Il match è stato equilibrato sino al 3 pari, quando la Peng ha accelerato facendo suoi i tre giochi seguenti , chiudendo il primo set per 6-3. Poco da raccontare nel secondo set, con la cinese che parte spedita conquistando un break che ha amministrato sino al 6-4 finale.

Sara Errani si impone su Daniela Hantuchova 6-4, 6-4

L’ultima dei Moicani. Sara Errani è la sola italiana rimasta in gara nel Masters 1000 di Cincinnati. La romagnola ha battuto la slovacca Daniela Hantuchova, cancellando in tutto il match 5 delle 6 palle break regalate all’avversaria. Ora sfiderà agli ottavi Venus Williams.


2 Commenti per “CINCINNATI, STRAGE DI ITALIANI”


  1. Roberto Riccardi ha detto:

    E’ vero ha resistito bene nel primo set, molto. Poi però è crollato come colpito da un fulmine.

  2. ivan ha detto:

    dire djikovic fulmina seppi…… e’ un’idiozia……
    mi domando se chi scrive abbia mai visto una partita di tennis………… o quantomeno prima di fare certe affermazioni si sia documentato….
    solo a vedere il punteggio del primo set……..7-6
    si dovrebbe capire qualcosa….


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.