CLAMOROSO: A MELBOURNE TORNA PAT RAFTER

TENNIS – Il bicampione degli Us Open, attualmente capitano di Coppa Davis australiano, torna in campo all’Australian Open 2014, per giocare in doppio con Lleyton Hewitt. La coppia ha ricevuto una wild card per il tabellone di specialità
domenica, 12 Gennaio 2014

Tennis. Melbourne (Australia). Quello del 2014, dev’essere proprio l’Australian Open dei grandi ritorni. Dopo Boris Becker, Stefan Edberg e Michael Chang, che tornano a frequentare il circuito nei panni degli allenatori di top player, un altro grande campione del passato si riaffaccia sul tour, addirittura come giocatore. Stiamo parlando dell’ex numero uno del mondo Patrick Rafter, vincitore di due edizioni dello Us Open (1997 e 1998) e due volte finalista di Wimbledon (2000 e 2001). Il 41enne australiano, attuale capitano di Coppa Davis del suo Paese, giocherà il torneo di doppio dell’Australian Open in tandem con il connazionale Lleyton Hewitt, anch’esso ex numero del mondo. La coppia ha ricevuto una wild card per il tabellone principale del doppio ed esordirà contro il team composto da Eric Butorac e Raven Klaasen.

L’ultimo match ufficiale disputato dal grande Pat risale al 2004, quando sempre in doppio, prese parte allo Slam di casa, insieme ad un altro connazionale come Josh Eagle. Rafter ha anche vinto nel 1999 l’Australian Open di doppio in coppia con lo svedese Jonas Bjorkman. Il suo ritiro come singolarista risale al 2002 e attualmente possiamo trovare l’ex numero uno spesso impegnato nel circuito senior.

Ovviamente la notizia della partnership tra Rafter e Hewitt, ha acceso la fantasia degli appassionati australiani, i quali si sono subito interrogati sulla possibilità di vedere la coppia in Coppa Davis, qualora l’esperimento di Melbourne dovesse rivelarsi positivo. Intervistato sull’argomento, Hewitt ha ritenuto improbabile l’eventualità: “Non penso, perché non avremmo nessuno seduto in panchina e non possiamo farlo”. Uno scetticismo mostrato anche dallo stesso Rafter: “Spero non sia necessario. La squadra dovrebbe rimanere vittima di avvelenamenti e malattie. Sarebbe il mio peggiore incubo”.

Hewitt ha fatto irruzione durante la conferenza stampa di Rafter e ha detto che il loro sodalizio mira solo “ad un po’ di divertimento”. Poi ha spiegato come gli è venuta l’idea di coinvolgere il suo attuale capitano di Davis: “Gli ho chiesto di giocare qualche tempo fa. Quando giochiamo la Coppa Davis, durante gli allenamenti, lui colpisce molto la palla e lavora con noi. Sarà bello per me spendere i miei giorni di riposo – sperando di essere in corsa in singolare – giocando il doppio insieme a Pat. Lui gioca ancora molto bene e nel senior tour recentemente è riuscito a battere gente come Tim Henman e Goran Ivanisevic”

Nel frattempo, la Itf ha reso noto che Rafter può ancora disputare incontri ufficiali, perché non si è mai cancellato dal programma Anti Doping. 


Nessun Commento per “CLAMOROSO: A MELBOURNE TORNA PAT RAFTER”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • LE ULTIME CARTUCCE DI LLEYTON Dopo essere sprofondato oltre la 200.ma posizione dopo un’operazione chirurgica che ha condizionato le sue ultime stagioni, Hewitt vuole tornare protagonista nel 2013, conscio di potersi […]
  • PATRICK RAFTER SARA’ IL NUOVO DIRETTORE DI TENNIS AUSTRALIA La Federazione Australiana ha deciso di mettere Patrick Rafter a capo del progetto "Tennis Australia" per scovare nuovi talenti del tennis.
  • HAPPY BIRTHDAY ‘RUSTY’ Lleyton Hewitt compie oggi 31 anni. Ripercorriamo la carriera di un australiano atipico, che ha reso suoi tratti distintivi la grinta, un'eccezionale risposta e un'incredibile rapidità nei movimenti
  • IL VERDETTO DI PAT Patrick Rafter ha preso una decisione sulla quale rifletteva da tempo: sarà il nuovo capitano dell'Australia in Coppa Davis. Il due volte campione degli Us Open ha l'obiettivo di riportare […]
  • AUS OPEN: SEPPI SUPER, VOLANDRI OUT CON ONORE Andreas Seppi gladiatore nella Rod Laver Arena, supera il beniamino di casa Hewitt al quinto set, dopo oltre 4 ore di battaglia. Fuori Filippo Volandri che cede al favorito Tsonga dopo […]
  • C’ERA UNA VOLTA LO SLAM DEGLI AUSTRALIANI Per due terzi della sua storia, l’Australian Open è stato un affare quasi esclusivamente riservato ai tennisti di casa e veniva quasi snobbato dai giocatori degli altri paesi. Poi […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.