ALMAGRO AL TOP, NADAL OVER THE TOP

Best ranking in carriera per Nicolas, che entra nei primi 10. Dodig fa 12 salti avanti e adesso è numero 44
lunedì, 25 Aprile 2011

Roma (Italia) – Spagnoli in altalena dopo il torneo di Barcellona, che ha promosso Almagro e bocciato Verdasco. Vediamo nel dettaglio cos’è cambiato nella classifica ATP rispetto alla scorsa settimana.

TOP 10 – Ha fatto un piccolo grande passo Nicolas Almagro. La semifinale al “Sabadell Open” gli vale infatti l’ingresso per la prima volta in carriera nella fatidica “top ten”. Appena un anno fa, il 25enne di Murcia perdeva al terzo turno da Tsonga (seconda volta consecutiva nel giro di una settimana, dopo la sconfitta di Montecarlo) e i due turni in più conquistati nell’edizione appena conclusa del “Conde de Godo” gli hanno consentito di scalare una posizione e raggiungere un obiettivo che fa sempre un certo effetto. Difficile prevedere cosa potrà fare da qui al Roland Garros perché le date dei tornei sono cambiate e Nicolas potrà scartare il secondo turno di Roma ed eventualmente i quarti di Monaco ma dovrà difendere la semifinale di Madrid, sia pur in settimane diverse. A cedergli il posto è stato lo statunitense Mardy Fish, fermo da Houston (ma anche l’anno scorso non giocò per quasi due mesi) e sceso al numero 11. In vetta non è cambiato nulla, con Rafael Nadal che accorcia le distanze nella classifica “All Time” e vede Agassi sempre più vicino.

TOP 50 – Le semifinali di Barcellona hanno premiato anche il croato Ivan Dodig, entrato di prepotenza nei primi cinquanta con un salto di ben 12 posizioni. I progressi di Dodig dall’inizio dell’anno sono evidenti (ha dimezzato il ranking, passando dall’88 al 44) e dopo la vittoria sul duro di Zagabria ha dimostrato di cavarsela anche sulla terra. Cinque posizioni ha guadagnato anche Feliciano Lopez, sconfitto proprio da Dodig nei quarti in Catalogna, ma il mancino è lontano assai dal suo best-ranking; fu numero 20 all’inizio del 2005. Poche le retromarce e la più importante è certamente quella di Fernando Verdasco che, in quindici giorni, ha perso ben sette posizioni (tre rispetto alla settimana scorsa) scivolando dal numero 8 al numero 15: i 450 punti tra la vittoria a Barcellona nel 2010 e la mancata partecipazione di quest’anno non potevano certo passare inosservati al computer.

TOP 100 – Dal numero 51 al numero 100 sono tre i giocatori che hanno pagato dazio: l’olandese Thiemo de Bakker, fermo ai box da Indian Wells, continua a pagare le cambiali in scadenza e, dopo il secondo turno di Montecarlo (conquistato nel 2010 dopo essersi qualificato), la semifinale raggiunta l’anno scorso a Barcellona e non difesa gli ha fatto perdere altre 18 posizioni e adesso Thiemo è numero 81. In regresso anche Lu (-10) e Schuettler (-7); sia il cinese di Taipei che il tedesco non hanno giocato e un anno fa, di questi tempi, raggiunsero rispettivamente la semifinale e la finale nel challenger di Rodi, entrambi sconfitti dall’israeliano Sela. A proposito, oggi è il 35° compleanno di Rainer, a cui facciamo i più sentiti auguri. Sette invece le posizioni guadagnate da Juan Carlos Ferrero (da 77 a 70).

TOP 200 – Uno sguardo nelle retrovie per celebrare l’importante balzo in avanti del nostro Simone Vagnozzi (21 posizioni), attualmente numero 165 e a soli due gradini dal suo best ranking, che risale al 4 ottobre del 2010. Note negative per tre argentini e un brasiliano: Eduardo Schwank -34 (l’anno scorso raggiunse i quarti a Barcellona); Federico Del Bonis -32, passato dalla vittoria nel challenger di Roma 2 alla sconfitta nelle qualificazioni a Barcellona; Brian Dabul -20, che non ha difeso il vittorioso challenger sul duro di Tallahassee 2010 e Marcos Daniel (-20), che ha sostituito la semifinale nel challenger di Curitiba 2010 con il ko al primo turno a Santos. Quest’ultimo challenger ha premiato il vincitore Joao Souza con un balzo di 27 posti e il finalista Diego Junqueira di 18. Male Sela (-20), Ginepri (-18) e Bolelli (-15).


Nessun Commento per “ALMAGRO AL TOP, NADAL OVER THE TOP”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • TRA SVEZIA E GERMANIA Si giocheranno questo pomeriggio le finali dei tornei ATP 250 di Bastad e Stoccarda. In Svezia l'ultimo atto vedrà opposti Soderling e Almagro, mentre in Germania si sfideranno Monfils e Montanes
  • SIMONE VAGNOZZI: OBIETTIVO 100 Al "Trofeo Bellaveglia" il piccolo-grande tennista continua a stupire, ma lui ha le idee molto chiare: "Voglio scalare la classifica Atp entro dicembre e nel 2012 entrare nei top-100"
  • CAMERIN DICE 32 Maria Elena supera anche Patricia Mayr e porta a 8 il numero delle italiane nel main draw degli U.S. Open. Sconfitto invece Vagnozzi. Analisi sulle ultime partite di qualificazione
  • RESOCONTO CHALLENGER: SI RIVEDONO DODIG E ALMAGRO, CORIC OK IN COLOMBIA Nella settimana appena trascorsa si è giocato a Barranquilla, Genova, Alphen, Saint-Remy e Shanghai.
  • SODDISFAZIONI “DOPPIE” Nelle semifinali di doppio dell' ATP di Bastad figurano due coppie tutte italiane: Starace-Bracciali e Vagnozzi-Seppi. In singolare avanzano i favoriti, ai quarti anche il qualificato Skugor
  • IL 2011 DI RAFAEL NADAL Stagione al di sotto delle aspettative quella del maiorchino, dopo un 2010 da dominatore. Tuttavia, nella prima parte dell'anno ha dimostrato grande continuità, per poi perdersi nel finale

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.