ALBERTA E JULIA BEST RANKING

Le vittorie a Fes e Stoccarda hanno regalato a Brianti e Goerges i migliori piazzamenti in classifica. Fra le top ten Stosur scavalca Li. Schiavone sempre al 4° posto, invariati i ranking delle altre azzurre
lunedì, 25 Aprile 2011

Due anni fa, quando si arrese nella finale di Guangzhou a Shahar Peer (6/3 6/4), Alberta Brianti potè consolarsi per l’occasione fallita guardando la classifica mondiale, che la posizionò al 67° gradino. Oggi, dopo la sua prima vittoria nel circuito arrivata a Fes contro Simona Halep, la parmense riguarda quella classifica, e si ritrova nuovamente nella stessa posizione. Questa volta però, il “sapore” è decisamente più dolce, perché l’azzurra ritorna al suo best ranking dopo una settimana di grande spessore sulla terra marocchina, nella quale ha saputo approfittare alla grande dei buchi lasciati dalle tenniste più accredidate della parte bassa del draw di Fes (out al primo round la numero 3 Dominguez Lino e la numero 5 Kerber, forfait della Safina nella semifinale). Un po’ di fortuna per la Brianti. Ma la buona sorte la si deve anche sfruttare, e l’azzurra ha saputo farlo soprattutto nel quarto contro la Oudin e nel match clou contro la Halep, numero 7 del seeding. Per la rumena, giunta alla seconda finale consecutiva in terra marocchina, è dunque fallito ancora una volta l’appuntamento con la prima vittoria nel circuito ma, come per la Brianti, il 25 aprile le ha riservato comunque una bella sorpresa, regalandole il best ranking (n.51) dopo un salto di 15 posizioni. Quasi doppio (27) è invece il balzo della Brianti che, fra le top 100 del mondo, è la tennista che ha fatto registrare il positivo più largo di questo lunedì di refresh. Con l’esordio in Fed Cup lo scorso weekend, la vittoria a Fes, il suo ritrovato best ranking e l’onore di essere la prima italiana vincente nel Tour 2011 la 31enne azzurra sta dunque vivendo uno dei migliori momenti della carriera. Per dirla con le parole con le quali ha salutato il trionfo marocchino “non è mai troppo tardi per sognare”.

Rimanendo in casa azzurre, nessuna variazione ha interessato le prime quattro tenniste italiane nel ranking mondiale. Risulta indolore la sconfitta all’esordio (secondo turno) di Francesca Schiavone sulla terra indoor di Stoccarda. La milanese, che dovrà ritrovare al più presto il suo tennis in vista dei grandi appuntamenti della primavera sull’argilla, rimane stabile al quarto posto, alle spalle di Wozniacki (n.1), Clijsters (n.2) e Zvonareva (n.3), ma ancora davanti ad Azarenka (n.5), Stosur (n.6, sorpassa la Li nell’unica variazione della top ten), Jankovic (n.8), Sharapova (n.9) e Serena Williams (n.10). La carnefice della Schiavone Agnieszka Radwanska sale invece alla 12esima posizione, scavalcando Bartoli (n.13) e Kuznetsova (n.14).

Out dalle competizioni da un mese, Flavia Pennetta rimane stabile alla 20esima posizione, così come non subiscono variazioni le classifiche di Sara Errani (n.41) e Roberta Vinci (n.42), che saranno protagoniste (con Brianti e Camerin) nel torneo di Barcellona oggi al via. L’ultima italiana presente nella prima pagina del ranking mondiale è infine Romina Oprandi che, pur cedendo 8 posizioni, rimane fra le migliori 100 giocatrici del globo (n.92).

Lunedì di festa anche per Julia Goerges. Nel torneo di Stoccarda infatti la tedesca è stata pressoché perfetta, sbaragliando una dopo l’altra avversarie di grande spessore (Krajicek, Azarenka, Lisicki, Stosur e Wozniacki in finale) per potersi affermare per la seconda volta in carriera in una prova Wta (vinse a Bad Gastein lo scorso anno). Tanti i motivi per festeggiare per la 22enne di Bad Oldesloe. Il suo gioco potente, con il dritto colpo preferito, le ha infatti permesso di mettere in riga la numero 1 del mondo nel match clou di Stoccarda, e oggi può sorridere vedendosi salda alla 27esima posizione, miglior piazzamento di sempre. Con la Petkovic alla 15esima piazza (+ 4) e la Goerges fra le prime 30 del mondo, la Germania fresca mattatrice degli Usa in Fed Cup sembra dunque aver ritrovato la passione per il tennis.

Qui la classifica WTA


Nessun Commento per “ALBERTA E JULIA BEST RANKING”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • ERRANI A FATICA, VINCI SUPER TENNIS – La bolognese logora alla distanza Julia Goerges e si qualifica per il secondo turno del Dubai Duty Free Tennis Championships. Grande successo invece per Roberta Vinci, che lascia […]
  • ‘SARITA’ CHIUDE L’ANNO CON IL BEST RANKING L’azzurra termina la sua stratosferica stagione centrando il miglior piazzamento di un'italiana a fine anno, con il sesto posto. Nella top ten perde due posizioni Petra Kvitova, mentre al […]
  • VINCI SEMPRE PIU’ IN ALTO La tarantina guadagna altre due posizioni nel ranking. Ora è a soli 15 punti dalla Pennetta, 21esima. La Schiavone è al numero 8. Wozniacki, oggi 21enne, rimane leader davanti alla Clijsters
  • ERBA AMARA PER LA BRIANTI Finisce subito l'avventura di Alberta Brianti sui prati del WTA di Birmingham. Nell’ultimo match di giornata l’azzurra si arrende 6-4 7-5 a Virginie Razzano. A Bad Gastein subito fuori […]
  • BRIANTI ED ERRANI AI QUARTI A Memphis Alberta Brianti raggiunge i quarti di finale, superando per 7-5 6-2 la seconda testa di serie Ksenia Pervak. Fuori Camila Giorgi. A Monterrey, invece, Sara Errani liquida per 6-2 […]
  • CLASSIFICA WTA IMMUTATA Caroline Wozniacki è la regina, mentre Frascesca è stabile al 7° posto. Festa per Roberta Vinci e il suo best ranking (n.29). E intanto Serena Williams riparte da n.25 del mondo.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.