L’ULTIMO TRENO

A 20 giorni dal Masters di Istanbul, a Pechino è caccia aperta agli ultimi punti per rientrare tra le migliori 8 della classifica race. Nella generale, top ten in lieve movimento, mentre tra le azzurre sale solo la Oprandi.

Roma – Arriva ottobre, e il tennis mondiale inizia la sua parabola discendente verso la fine della stagione. Un percorso lungo e tortuoso, che come avviene da alcuni anni a questa parte, viene scandito e monitorato da una classifica di rendimento annuale, (race), che premierà alla fine le prime 8 con l’accesso al Masters di fine anno. Dopo l’esperienza di Doha, l’appuntamento del 2011 è ad Istanbul  a partire da martedì 25 ottobre. Si muove qualcosa anche nella classifica generale, dove cedono una piazza Viktoria Azarenka e Na Li, mentre indietreggiano tutte le altre azzurre tranne Romina Oprandi.

Vieni avanti Pechino. A poco più di due settimane dal Master, iniziamo a dare una breve occhiata sulle prospettive future. Il mega evento cinese da oltre 4,5 milioni di dollari di montepremi e 1000 punti in palio, rappresenta l’ultima chiamata per chi nutre o nutriva speranze di Master. Il cammino in questa settimana sarà probabilmente decisivo, ed uscire ai primi turni potrà costare carissimo. E’ il caso purtroppo della nostra Francesca Schiavone, che con la sua sconfitta al secondo turno contro Domenika Cibulka, spegne quasi del tutto le sue chance. Una seconda parte di stagione poco favorevole alla leonessa, che nella race scivola alla 11° piazza a circa 500 punti dall’ottavo posto di Marion Bartolì. Sono invece 4 le giocatrici già in possesso del biglietto per Istanbul, che vedono premiare cosi la loro costanza annuale. Da tempo è qualificata la n.1 Caroline Wozniacki, che continua nel suo dominio assoluto con oltre 1000 punti di margine su Maria Sharapova, altra qualificata. Sono già dentro anche Petra Kvitova al 3° posto e Viktoria Azarenka al 4°. Quinta piazza invece per la cinese Na Li, che apre la lista delle pretendenti che ancora devono staccare il pass. Anche per lei una precoce eliminazione a Pechino, che la mette sotto scacco.  Manca poco invece a Samantha Stosur (6°), che proprio in Cina potrebbe racimolare i punti per una ingresso  matematico. Il resto della lotta vede Vera Zvonareva al 7° posto con un discreto margine di 400 punti su Marion Bartolì. Al 9° posto troviamo in lizza anche Andrea Petkovic a meno di 300 punti, che  proverà  a stupire i suoi numerosi fan. Speranze infine anche per la n.10 Agnieszka Radwanska, che sulla scia del successo a Tokyo, potrebbe inserirsi con un colpo di reni finale.  Da Pechino ci si attendono molte risposte definitive, mentre per le rimandate l’ultimissima chance sarà a Mosca tra 15 giorni.

Qualcosa si muove. Dopo Tokyo aggiornata anche la classifica generale, con diverse differenza rispetto alla race. Ciò che per il momento non cambia è la vetta, con una Caroline Wozniacki sempre in pieno controllo con oltre 2300 punti di margine su Maria Sharapova. Al 3° posto ritorna Vera Zvonareva, che supera Viktoria Azarenka, adesso 4°. Altro sorpasso è  quello di Petra Kvitova su Na Li al 5° e al 6° posto. Stabile alla n.7 la regina degli Us Open Sam Stosur, mentre anche senza giocare, Kim Clijsters guadagna una piazza ai danni della nostra Schiavone, adesso al 9° posto. Chiude la top 10 Marion Bartolì, a 50 punti circa dall’azzurra. Sono un posto guadagnato da Agnieska Radwanska dopo il successo di Tokyo. La polacca passa infatti dalla 13° alla 12°. Ferma alla n.14 Serena Williams. Rientra tra le top 20 la serba Ana Ivanovic, n.18 (+3), mentre ne esce la russa Svetlana Kuznestova, n.21 (-3).

Sale solo Romina. Detto del passo indietro della Schiavone, registriamo i due commessi da Roberta Vinci, che dalla n.18 passa alla n.20. Sono invece tre le posizioni perse da Flavia Pennetta, che scende alla n.26. Si salva in parte la bolognese Sara Errani, brava a tenere duro tra le top 40, mantenendosi questa settimana stabile al 39° posto. Il peggior gambero azzurro della settimana è però Alberta Brianti, che accusa un -15 che dalla posizione n.60 la trascina alla n.75. A mitigare la situazione ci pensa l’italo-svizzera Romina Oprandi, che grazie al successo nel torneo ITF di Las Vegas, recupera 14 posizioni e si ferma esattamente alla n.100.


Nessun Commento per “L'ULTIMO TRENO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • RADWANSKA TRA LE FAB FOUR Il post Indian Wells regala ad Agnieszka Radwanska la 4° posizione mondiale. Sempre più sola al comando Victoria Azarenka, mentre tra le azzurre Roberta Vinci torna tra le top 20
  • ‘SARITA’ CHIUDE L’ANNO CON IL BEST RANKING L’azzurra termina la sua stratosferica stagione centrando il miglior piazzamento di un'italiana a fine anno, con il sesto posto. Nella top ten perde due posizioni Petra Kvitova, mentre al […]
  • MARIA, PASSI DA GIGANTE Con la vittoria di Roma, la Sharapova avanza al n.7 del ranking Wta. In vetta c'è sempre la Wozniacki, mentre la Schiavone mantiene la top five. Roberta Vinci migliora il suo personale (n.32).
  • PRINCIPESSE IN ATTESA I quattro Slam femminili del 2011 sono andati a quattro giocatrici diverse. Tra loro non ci sono né le Williams, né le prime quattro giocatrici del mondo. A poco più di un mese dal […]
  • NULLA DI NUOVO SOTTO IL SOLE Classifica WTA praticamente immobile questa settimana. Con i tornei di Stanford e Washington, scatta oggi la lunga estate sul cemento americano.
  • IL SALTO DI JELENA E' il grande balzo dell'australiana Dokic l'unico vero cambiamento nel ranking Wta, invariato fino al n.28. Jelena, fresca vincitrice del titolo di Kuala Lumpur, è passata dal n.91 al […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di mAGGIO 2019

  • Serena vede "rosso". Al Foro Italico si è ritirata inaspettatamente per un risentimento al ginocchio, ma "Little Sister" non si arrende e ora punta diritta verso il Roland Garros.
  • Federer torna sulla terra. Anche Roma è rientrata nella programmazione di "King Roger" in vista del French Open. A seguito della sua partecipazione, la Fit ha addirittura aumentato il prezzo dei biglietti!
  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.