CLEMENT: “UN TRAUMA IL KO CON NADAL “

Il ricordo di Clement di un giovanissimo Nadal

Tennis. Clement ha voluto ricordare gli esordi di Nadal, contro il quale si è imbattuto con il maiorchino poco più che maggiorenne, in quel di Parigi. Già all’epoca, lo spagnolo, impressionò.

Era quasi sconosciuto( numero 50 del mondo)Non mi aspettavo affatto una sconfitta così netta, soprattutto da un ragazzo di di 18 anni. In verità, in quel momento non avevo capito cosa fosse successo. Sul 6-4, 6-1, 5-0, Guy Forget mi disse: ‘Bene, Arnaud, dovrai lavorare molto’ . Non era molto fiducioso in realtà( risate)”.

Il transalpino poi ricorda i momenti difficili in Davis: “L’ambiente peggiore? Di gran lunga Belgrado nella finale del 2010, anche più di Buenos Aires. In Serbia c’era chiaramente uno spirito cattivo. La gente fischiava già nel momento in cui servivamo. Inoltre, avevamo paura per la nostra sicurezza. Il mio ricordo più bello l’ho vissuto a Melbourne nel 2001. Ho condiviso tutto con i giocatori e con i membri del mio team, ma anche con i fan australiani. Abbiamo battuto i tennisti di casa, ma i tifosi ci hanno salutato con correttezza, hanno quasi festeggiato con noi. Lo spirito di quella festa è stato fantastico”.

Sul momento più complicato invece Clement ha raccontato: “La finale di Davis a Parigi-Bercy nel 2002. Mi ero ritirato qualche giorno prima per un infortunio al braccio. Paul-Henri Mathieu perse in cinque set contro Mikhail YouzhnyNegli spogliatoi, tutta la squadra era molto delusa”.


Nessun Commento per “CLEMENT: "UN TRAUMA IL KO CON NADAL "”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.