A.A.A. CERCASI COACH PER MURRAY: GOODBYE BJORKMAN

Andy Murray annuncia lo stop della collaborazione con Bjorkman dopo sette mesi: confermata nel team la Mauresmo, ma non finisce qui..
mercoledì, 16 Dicembre 2015

Tennis. Andy Murray si separa da Jonas Bjorkman. La decisione era nell’aria, dopo che la Mauresmo aveva partorito in estate annunciando che nell’anno seguente avrebbe comunque offerto una disponibilità fra le 22 e le 24 settimane. A tal punto, Murray non ha più reputato necessaria la presenza di due coach di alto livello nel suo staff.

E’ bello avere di nuovo Amelie nello staff, ringrazio Jonas per il grande contributo datomi in questi sette mesi. Mi è piaciuto molto lavorare con uno dei coach più capaci”, fa sapere Murray da Dubai. Qui infatti si sta allenando, a differenza della location dei passati anni: “Solitamente mi allenavo a Miami ma quest’anno ho fatto una scelta diversa perché da Dubai è molto più facile raggiungere Londra“, afferma al Daily Mail. 

Il britannico ha chiuso alla n.2 il 2015, mai così in alto in carriera, sollevando al cielo la Coppa Davis. Murray ha parlato anche dell’evento tenutosi in India in questi giorni, dove tra l’altro ha battuto Federer: “Il risultato non conta, è stato divertente ed anche le soluzioni regolamentari sono interessanti. La competizione è stata buona, c’erano colleghi che non giocavano da un po’ ma ci sono stati spunti utili“.

Murray ha concluso parlando anche dell’imminente paternità: “Sono pronto a tornare immediatamente a Londra nel caso mio figlio nascesse durante gli Australian Open. Ci sono cose più importanti del tennis”.


Nessun Commento per “A.A.A. CERCASI COACH PER MURRAY: GOODBYE BJORKMAN”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.