COACH PAGANINI: “VI SPIEGO PERCHE’ FEDERER SALTERA’ LA TERRA”

Parla il preparatore atletico di Roger Federer e svela i motivi della rinuncia al rosso
venerdì, 23 Febbraio 2018

Tennis. La cosa fantastica di Roger è la sua abilità di giocare meno e ciononostante non perdere fiducia a causa della mancanza di ripetizioni” disse a questo proposito Paul Annacone, suo coach per le stagioni 2010-2013. “È un equilibrio difficile per chiunque.”

Deciderò dopo Miami. Di certo non giocherò una stagione su terra battuta completa

“Il vantaggio per le articolazioni quando si gioca su terra battuta è che lo shock è minore a causa dello ‘scivolare’, mentre sui campi in cemento lo shock è maggiore” sono le parole di Paganini. “Ma il vantaggio sul duro è che lo shock è breve: è una botta e il piede si stacca subito dal suolo, e un giocatore coordinato quanto un ballerino come è Federer schiaccia le sue articolazioni un po’ meno in quel preciso istante. Al contrario, lo svantaggio con lo ‘scivolare’ su terra battuta è che nelle articolazioni si genera molta vibrazione. Non lo si può vedere dall’esterno, ma per controllare le scivolate si genera una instabilità nel ginocchio, nel piede, nella caviglia. E in alcuni casi questo può essere pericoloso.”


Nessun Commento per “COACH PAGANINI: "VI SPIEGO PERCHE' FEDERER SALTERA' LA TERRA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.