COCCIARETTO: “AVERE PRESSIONE È UN PRIVILEGIO”

La giovane promessa del tennis azzurro ritiene che la pressione sia un grandissimo privilegio. Nel frattempo, si è iscritta a Giurisprudenza
venerdì, 1 Gennaio 2021

Tennis. Elisabetta Cocciaretto disputerà la sua prima stagione completa nel tour WTA l’anno prossimo, soprattutto per via dell’emergenza Coronavirus che ha dimezzato il 2020.

In una recente intervista concessa a Il Resto del Carlino, l’attuale numero 132 del mondo ha espresso alcune considerazioni interessanti sul futuro.

“Ho avuto degli alti e bassi anche se non sono mancati i buoni risultati. L’anno scorso ho giocato contro Sara Errani, un mio idolo, nella finale del torneo di Asunciòn che mi ha permesso di accedere all’Australian Open e la vittoria su Donna Vekic (a marzo 24esima nel ranking mondiale) al torneo di Palermo, poi le gare con la nazionale” – ha analizzato Cocciaretto con grande lucidità.

Elisabetta ha scelto di allenarsi a Camerino: “In effetti è molto bello e accogliente, come ho potuto toccare con mano essendomi allenata.

Ma nell’Alto maceratese si può lavorare bene: mi sono allenata anche a Castelraimondo e a Matelica dove si trovava il mio coach [Fausto] Scolari”.

Cocciaretto ha imparato molto dal suo coach Scolari a livello di approccio: “[M]i ripete che avere pressione è un privilegio perché vuol dire che vali. È uno sport meritocratico: se vinci sali di classifica.

Non ti regala niente nessuno per cui occorre dare il massimo ogni giorno, perché dall’altra parte del campo ci sarà una giocatrice che ovviamente avrà fatto di tutto per vincere. Se ti impegni ogni volta porti a casa qualcosa, nel tennis come nella vita.

Devo crescere sul piano fisico, poi devo essere più concentrata ed essere meno altalenante durante la gara“.


Nessun Commento per “COCCIARETTO: "AVERE PRESSIONE È UN PRIVILEGIO"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.