COPPA DAVIS, ANDY E JAMIE MURRAY IL POSSIBILE DOPPIO BRITANNICO

A Marzo il primo turno del World Group 2015 di Davis: la Gran Bretagna sfida ancora una volta il team statunitense dei fratelli Bryan. Il capitano Leon Smith punta l’attenzione proprio sul doppio e in particolare sui fratelli Murray per affrontare i numeri uno.
venerdì, 16 Gennaio 2015

Tennis. Quello di Marzo sarà il 20esimo scontro tra le due squadre: precedenti a favore degli Stati Uniti, ma con l’ultima netta vittoria britannica in terra americana. Coach Smith più indeciso sulla scelta del possibile doppio che sui giocatori in singolare, potrebbe richiamare nella squadra di Davis Jamie Murray per giocare in coppia con il fratello Andy.

Nel 2011 l’ultima presenza in Coppa Davis del più grande dei fratelli Murray. Jamie che ha conquistato proprio la scorsa settimana il titolo di doppio a Brisbane in coppia con John Peers, vanta 12 titoli dal 2007 di cui 2 insieme a Andy. Potrebbe essere proprio il tandem Murray dunque a mettere in difficoltà gli specialisti Mike e Bob Bryan?

Andy Murray è sicuramente, secondo Smith, il centro del team britannico: “So che è difficile giocare tre giorni consecutivi a quei livelli, non voglio mancare di rispetto a nessuno, ma una squadra di doppio forte deve essere composta da Andy e qualcun altro.”
Deciso dunque a concentrarsi sulla competizione a quattro, il capitano britannico prende in considerazione anche altre opzioni oltre al duo Murray: a partire da Colin Fleming già presente nella sfida contro l’Italia; il doppista Jonathan Marray campione di Wimbledon nel 2012 e Dominic Inglot attualmente numero 49 della classifica Atp di doppio. “Ho molte buone opzioni –dichiara coach Smith– ma nei recenti 6 mesi Jamie è stato il giocatore più forte, inoltre ha fatto bene negli ultimi match contro i Bryan.”

Per la sfida di singolare Smith ha meno dubbi: oltre al numero 6 Atp, c’è James Ward attualmente numero 102 della classifica, ma un punto fermo per il team britannico.
Tra le scelte da considerare però c’è anche il 25enne sloveno Aljaz Bedene, finalista una settimana fa del torneo Atp di Chennai, ora residente a Londra e in attesa del cambio di nazionalità. “Aljaz è un bravo ragazzo” dichiara Smith consapevole della volontà dello sloveno di rappresentare il paese d’adozione. Probabilmente però a fermare le sue speranze non sarà il capitano britannico, bensì il regolamento che non permette ai tennisti di giocare per due diverse nazionalità nelle competizioni ufficiali. Bedene ha infatti già preso parte a tre incontri di Davis rappresentando la squadra slovena.
Tra le riserve, Smith ha puntato l’attenzione anche su altri due giocatori: Kyle Edmund e Liam Broady osservati durante le qualificazioni per l’Australian open.

Proprio a giorni il via ufficiale del primo slam della stagione, con il sorteggio del tabellone principale effettuato durante questa notte italiana, dove il numero 1 britannico Andy Murray è finito dalla parte di Roger Federer e Rafael Nadal; mentre James Ward è nella parte alta con Novak Djokovic. Non presente Colin Fleming per la nascita del suo primo figlio; dunque con meno partite sulle gambe rispetto ai suoi connazionali, in prospettiva della sfida a Marzo contro gli Stati Uniti.


Nessun Commento per “COPPA DAVIS, ANDY E JAMIE MURRAY IL POSSIBILE DOPPIO BRITANNICO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.