CORRADO BARAZZUTTI: LI CEMENTEREMO

Il capitano di Coppa Davis non si scompone per la scelta del cemento: "Andiamo in Cile per vincere”. Intanto, scopriamo chi sono i nostri avversari.
mercoledì, 3 Agosto 2011

Roma. Si giuocherà dal 16 al 18 settembre allo Stadio Nacional Court Central (già sede lo scorso marzo del match dei cileni contro gli Stati Uniti, ma in quel caso si giocò sulla terra rossa) di Santiago del Cile.

“Molto dipenderà – Afferma Corrado Barazzutti, il capitano di Coppa Davis sul sito della Federtennis – dalla presenza o meno di Fernando Gonzalez, il loro miglior giocatore, ma reduce da un serio infortunio. Se sta bene è un avversario durissimo, visto che oltre alla finale a Roma sulla terra rossa, vanta una finale agli Australian Open sul cemento”.

Corrado Barazzutti analizza la scelta dei cileni di giocare su una superficie dura molto simile a quella sulla quale si disputano gli US Open: “Ho l’impressione che i nostri avversari abbiano voluto mettersi al riparo, ben sapendo che noi preferiamo la terra … Sul rosso e senza Gonzalez, contro di noi penso non avrebbero avuto chance, scegliendo il cemento se Gonzalez c’è meglio per loro, altrimenti le loro percentuali aumentano visto che Capdeville sul cemento non gioca male…

Noi comunque non ci scomponiamo: andremo a Santiago per vincere e per tornare finalmente nel gruppo mondiale. Trentacinque anni fa, era il 1976, a Santiago vincemmo la Coppa Davis. Il Cile ci ha portato fortuna una volta, speriamo che sia così anche il prossimo settembre. Sarebbe bellissimo e suggestivo riconquistare dopo undici anni il gruppo mondiale proprio in Cile”.

Cile – Italia di Coppa Davis si giocherà infatti sul cemento, su una superficie molto simile a quella utilizzata agli US Open. La conferma è arrivata dal sito della federazione cilena. L’incontro è valido per i play off promozione al World Group della Coppa Davis 2012 ed è in programma dal 16 al 18 settembre allo Stadio Nacional Court Central di Santiago del Cile.

Sono undici anni che l’Italia, capace di conquistare l'”Insalatiera d’argento” nel 1976 (ma anche altre sei finali, l’ultima nel 1998 persa a Milano contro la Svezia), manca dal gruppo mondiale di Coppa Davis. Il tabellone del quale fa parte l’Italia comprende 16 squadre: le otto perdenti al primo turno del World Group (India, Russia, Repubblica Ceca, Romania, Cile, Belgio, Croazia e Austria), le quattro promosse dal Gruppo I zona Europa-Africa (Italia, Israele, Sudafrica e Svizzera), le due promosse del Gruppo I zona America (Canada e Brasile), le due promosse del Gruppo I zona Asia-Oceania (Australia e Giappone).

I miglior giocatori cileni sono Paul Capdeville (n. 118 Atp), Jorge Aguilar (n.215 Atp), Fernando Gonzalez, attualmente numero 297 Atp a causa di una lunga serie di infortuni ma top five appena quattro anni fa, Guillermo Rivera-Aranguiz (n. 280) e Cristobal Saavedra-Corvalan (n. 346). C’è anche Nicolas Massu, che ormai gioca poco (n.469).


1 Commento per “CORRADO BARAZZUTTI: LI CEMENTEREMO”


  1. Alberico Sinno ha detto:

    Sono certo,Corrado è sempre stato un combattente e dunque torneremo VITTORIOSI con o senza cemento.


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.