DAVIS CUP: L’ITALIA PUNTA IL GIAPPONE, TANTI BIG IN CAMPO NELLE ALTRE SFIDE

Gli azzurri continuano gli allenamenti in vista dei primi match in programma venerdì 2 febbraio, per un primo turno che nelle altre sfide vedrà in campo diversi Top Ten quali Marin Cilic, Alexander Zverev, David Goffin e Pablo Carreno Busta
martedì, 30 Gennaio 2018

TENNIS – Ancora qualche giorno e, archiviato il primo Slam della stagione, l’attenzione del tennis mondiale si sposterà completamente sulla Coppa Davis. Nel prossimo fine settimana infatti si giocheranno le sfide valevoli per il primo turno del World Group, e a scendere in campo saranno anche gli azzurri di Corrado Barazzutti, impegnati in Giappone in una trasferta che sulla carta vede favoriti proprio Fognini e compagni.

Sul veloce indoor Morioka i padroni di casa non potranno contare su Kei Nishikori, appena rientrato dopo l’infortunio al polso ma soltanto nel circuito Challenger, e se Fabio Fognini e Andreas Seppi confermeranno quanto di buono hanno fatto vedere a Melbourne (dove entrambi hanno raggiunto gli ottavi di finale) le possibilità di accedere ai quarti di finale aumenteranno notevolmente. Anche perché il capitano Corrado Barazzutti può contare nuovamente anche su Simone Bolelli, che in doppio insieme a Fognini nel corso degli anni ha formato una coppia molto affidabile e di alto livello (basti ricordare il titolo degli Australian Open vinto dai due nel 2015), è chiaro quindi che contro i vari Yuichi Sugita, Taro Daniel, Go Soeda, Yasutaka Uchiyama e Ben Mclachan (quest’ultimo convocato dal capitano Satoshi Iwabuchi perché specialista di doppio essendo numero 36 del mondo nella specialità) il passaggio del turno è alla portata.

Così come lo sarà per la Francia campione in carica che, sul cemento “amico” di Albertville, affronta l’Olanda forte dei favori del pronostico con tutti i suoi “big”, vale a dire Jo-Wilfried Tsonga, Lucas Pouille, Richard Gasquet e gli specialisti di doppio Nicolas Mahut e Pierre-Hugues Herbert. Ma non saranno solamente quelli transalpini i giocatori della parte nobile del ranking Atp a scendere in campo in Coppa Davis dal 2 al 4 febbraio, perché nel match casalingo contro il Canada la Croazia potrà contare su Marin Cilic, fresco finalista a Melbourne, il quale insieme a Borna Coric darà vita ad un primo turno tutto da seguire contro Denis Shapovalov e un Vasek Pospisil che sembra aver iniziato il 2018 in un buono stato di forma. E di grande interesse sarà anche l’incontro tra Australia e Germania, in programma a Brisbane sul veloce outdoor, visto che i padroni di casa schiereranno Nick Kyrgios e avranno a disposizione anche la rivelazione di queste prime settimane di 2018 Alex De Minaur, mentre i tedeschi si affideranno ad Alexander Zverev e a Jan-Lennard Struff, eliminato da Roger Federer in singolare agli Australian Open ma arrivato fino alle semifinali nel tabellone di doppio. Tornerà in campo con tanta voglia di riscatto poi David Goffin, che dopo la precoce eliminazione subita a Melbourne proverà a guidare il suo Belgio nella sfida casalinga contro l’Ungheria, mentre la Spagna, impegnata anche lei in casa (sulla terra rossa di Marbella) punterà forte su Pablo Carreno Busta per avere la meglio di una Gran Bretagna che affiderà tutte le sue speranze sul brillante Kyle Edmund visto agli Australian Open.

(Nella foto Fabio, Fognini, Andreas Seppi e Corrado Barazzutti – www.zimbio.vom)

 


Nessun Commento per “DAVIS CUP: L'ITALIA PUNTA IL GIAPPONE, TANTI BIG IN CAMPO NELLE ALTRE SFIDE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.