COPPA DAVIS, ITALIA IN INDIA SENZA FABIO FOGNINI

Il tennista azzurro ha chiesto di non essere convocato e Barazzutti per la trasferta indiana si affiderà così a Seppi, Cecchinato, Berrettini, Fabbiano e Bolelli

TENNIS – Archiviato il primo torneo del Grande Slam della stagione con il trionfo di Novak Djokovic agli Australian Open, è subito tempo di Coppa Davis, che nel fine settimana dell’1 e 2 febbraio riparte con la tanto discussa nuova formula. L’Italia del capitano Corrado Barazzutti è attesa dalla sfida primo turno in India (sull’erba), ma scenderà in campo senza Fabio Fognini, non convocato su richiesta dello stesso giocatore, che è rientrato da Melbourne dopo l’eliminazione al terzo turno con l’obiettivo di preparare al meglio i prossimi impegni sperando di risolvere definitivamente i problemi alla caviglia che ne hanno condizionato il rendimento.

La stessa federazione ha diramato un comunicato ufficiale nel quale ha specificato che: “Così come già concesso in passato a giocatrici dal lungo curriculum azzurro quali Silvia Farina, Francesca Schiavone, Flavia Pennetta e Roberta Vinci, la FIT ha autorizzato il capitano ad accettare la richiesta di non essere convocato avanzata da Fabio Fognini, il cui debutto in Coppa Davis risale al 2008”. Fognini probabilmente, oltre all’esigenza di recuperare al cento per cento dal problema alla caviglia, ha preferito saltare questa trasferta per non modificare troppo la sua programmazione, che prevede tornei sull’erba solamente tra circa sei mesi, e Barazzutti si è comportato di conseguenza affidandosi ad Andreas Seppi, Marco Cecchinato, Matteo Berrettini, Thomas Fabbiano e Simone Bolelli, una formazione comunque competitiva che parte favorita nella sfida con l’India.

Naturalmente però servirà tenere alta la concentrazione, perché la squadra di casa guidata da Mahesh Bhupati cercherà di fare il massimo davanti al proprio pubblico, anche se Prajnesh Gunneswaran, Ramkumar Ramanathan, Saketh Myneni, Rohan Bopanna e Divij Sharan, i cinque convocati dall’India, non possono e non devono spaventare l’Italia che al Calcutta South Club ha tutte le carte in regola per superare il turno. Di certo la presenza di Fognini avrebbe dato una sicurezza ancora maggiore a tutto il gruppo, specialmente pensando a quanto il ligure ha saputo fare nel corso degli anni in Coppa Davis, ma l’obiettivo delle finali di Madrid (in programma dal 18 al 24 novembre prossimi) rimane concreto e la pattuglia azzurra farà il possibile per evitare che l’India possa provare a sovvertire i pronostici.

(Nella foto Fabio Fognini – www.zimbio.com)


Nessun Commento per “COPPA DAVIS, ITALIA IN INDIA SENZA FABIO FOGNINI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di mAGGIO 2019

  • Serena vede "rosso". Al Foro Italico si è ritirata inaspettatamente per un risentimento al ginocchio, ma "Little Sister" non si arrende e ora punta diritta verso il Roland Garros.
  • Federer torna sulla terra. Anche Roma è rientrata nella programmazione di "King Roger" in vista del French Open. A seguito della sua partecipazione, la Fit ha addirittura aumentato il prezzo dei biglietti!
  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.