COPPA DAVIS, NON SOLO KAZAKISTAN – ITALIA

Nel weekend di Coppa Davis scendono in campo tutti gli incontri di ottavi di finale. Tra incroci infuocati e assenze eccellenti, ecco la presentazione di tutti i match del primo turno dell’edizione 2015
martedì, 3 Marzo 2015

Non ci sarà soltanto la sfida tra Kazakhstan ed Italia di Astana nel primo weekend di Coppa Davis 2015. Sono otto infatti le partite in programma e alcune di queste propongono spunti di riflessioni molto interessanti, per le implicazioni, non soltanto tennistiche, che presentano. Nel fine settimana, scenderanno in campo tre top five come Novak Djokovic, Kei Nishikori ed Andy Murray, mentre non sarà della partita Roger Federer, il quale, come sapete, ha rinunciato a partecipare alla competizione a squadre per tutto il 2015. Ma andiamo con ordine e presentiamo tutti e sette gli ottavi di finale in programma.

Germania – Francia. Si giocherà sul veloce indoor della Fraport Arena di Francoforte la rivincita del quarto di finale dello scorso anno, vinto dai francesi al quinto match, grazie al successo di Gael Monfils su Peter Gojowczyk. Per la Germania sarà la prima uscita del nuovo capitano Michael Kohlmann, che ritrova il numero uno Philip Kohlscreiber, al rientro dopo i ripetuti forfait della scorsa stagione, causati dai dissidi con il precedente capitano. Al suo fianco, il primo giocatore teutonico avrà Benjamin Becker, numero 39 del ranking Atp. A completare il quartetto ci saranno Jan Lennard Struff ed il doppista Andre Begemann. La Francia arriva in Germania in emergenza, viste le assenze di Jo Wilfried Tsonga, Richard Gasquet e Julien Bennetau. Al fianco di Gilles Simon e Gael Monfils ci saranno quindi Nicolas Mahut ed Edoard Roger Vasselin. Il match si presenta a questo punto molto equilibrato, ma i singolaristi transalpini sembrano essere più in forma ed avere qualcosina in più rispetto ai tedeschi.

Gran Bretagna – Usa. Alla Emirates Arena di Glasgow, sul veloce, andrà in scena un altro rematch di un incontro disputato lo scorso anno. Negli Stati Uniti, Murray e compagni sovvertirono il pronostico, assicurandosi il quarto di finale poi perso a Napoli contro l’Italia. Quest’anno gli americani cercano la rivincita in Scozia, ma John Isner, Donald Young e i fratelli Bryan non avranno vita facile contro i britannici, che si affidano ad Andy Murray e James Ward, eroe dell’anno scorso con la vittoria contro pronostico al quinto set contro Sam Querrey. Completano il quartetto scelto dal capitano Leon Smith i doppisti Jamie Murray e Dominic Inglot. Visto che i due punti di Murray non sembrano essere in discussione, così come quello dei gemelli Bryan in doppio, il match probabilmente verrà deciso dalle due partite di singolare che vedranno protagonista il numero due britannico Ward, inferiore per classifica agli americani, ma capace di trasformarsi in Coppa Davis.

Rep. Ceca – Australia. Sul cemento della Cez Arena di Ostrava, andrà in scena la sfida dei grandi assenti tra i cechi e gli australiani. La formazione di casa dovrà fare a meno infatti dei due storici alfieri Tomas Berdych e Radek Stepanek, mentre tra le file dei canguri si registra la defezione di Nick Kyrgios. La Rep.Ceca schiererà così Lukas Rosol e Jiry Vesely, coadiuvati da Jan Mertl e Adam Pavlasek. Il neocapitano australiano Wally Masur opterà invece per Bernard Tomic ed uno tra Sam Groth (più probabile) e l’eterno Lleyton Hewitt. Il quarto uomo australiano dovrebbe essere uno tra Thanasi Kokkinakis e Alex Bolt. Il fattore campo sarà sicuramente importante, ma la classe e la forma di Tomic potrebbero far pendere la bilancia dalla parte degli australiani. Di primo acchito, potrebbe risultare un azzardo la scelta ceca di giocare sul veloce e non sulla terra, ma ovviamente, quando è stata presa questa decisione, i cechi non sapevano di dover fare a meno dei loro due alfieri storici. Chi vincerà questo incontro potrebbe affrontare gli azzurri ai quarti di finale, qualora i nostri dovessero espugnare Astana.

Argentina – Brasile. E veniamo al primo incontro decisamente caldo del weekend. Sulla terra rossa del Tecnopolis di Buenos Aires, i padroni di casa sfidano i brasiliani, in un match tra due nazioni storicamente rivali, che promette oltremodo battaglia. Entrambe le formazioni possono contare su una ricca rosa di terraioli doc. Per l’Argentina saranno in campo Leonardo Mayer, Diego Schwartzman, Carlos Berlocq e Federico Delbonis. Il Brasile invece schiererà Joao Souza, Thomas Bellucci e la coppia di doppisti Melo/Soares. Sulla carta l’albiceleste ha qualcosa in più, ma la sfida si presenta come una battaglia accesissima, che potrebbe anche essere decisa al quinto match.

Serbia – Croazia. Nello Sports Center di Kraljevo, andrà in scena l’ennesimo capitolo della rivalità serbo-croata, legata come è arcinoto a motivi innanzitutto storico-politici. Se il match, dal punto di vista ambientale, si presenta caldissimo difficilmente sul campo assisteremo ad una battaglia serrata. Se i serbi infatti si presentano a ranghi completi con Novak Djokovic e Viktor Troicki (oltre a Krajinovic e Zimonjic), la Croazia deve fare a meno di Marin Cilic, ancora out a causa della spalla, Ivo Karlovic ed Ivan Dodig, affidandosi al giovane Borna Coric e al numero 158 Mate Delic. Avversari che difficilmente potranno impensierire Nole e compagni, che a meno di sorprese dovrebbero qualificarsi per i quarti di finale senza faticare troppo.

Canada – Giappone. A Vancouver, sempre sul veloce indoor, va in scena un’altra replica di un incontro disputato lo scorso anno. In Giappone si imposero i padroni di casa, confermando la tradizione positiva contro il Canada, sempre battuto in sei incroci. Quest’anno però, Milos Raonic e Vasek Pospisil, con la spinta del pubblico di casa, puntano ad invertire la tendenza, grazie anche a due solidi doppisti come Frank Dancevic e Daniel Nestor. La nazionale del sol levante, schiererà ovviamente il neo top 4 Nishikori, insieme a Tatsuma Ito, Go Soeda e Yasutaka Uchiyama. Partita aperta, ma il Canada questa volta è favorito.

Belgio – Svizzera. E chiudiamo con i campioni in carica, in scena sul veloce indoor di Liegi contro il Belgio di David Goffin e Steve Darcis. Come se non bastassero i forfait di Roger Federer e Stan Wawrinka, gli elvetici dovranno fare a meno anche dell’infortunato Marco Chiudinelli. Severin Luthi così dovrà affidarsi a Yann Marti, numero 292 del mondo, Adrien Bossel (321), Henri Laaksonen (344) e Michael Lammer (521). Con questo quartetto, le speranze degli svizzeri sono davvero poche, al cospetto della squadra belga, composta, oltre che dai due già citati, anche dai top 200 Ruben Bemelmans e Nils Desein.


Nessun Commento per “COPPA DAVIS, NON SOLO KAZAKISTAN – ITALIA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • L’ITALIA ANDRÀ IN KAZAKISTAN Coppa Davis: la nazionale capitanata da Barazzutti è stata abbinata al Kazakhstan negli ottavi di finale del World Group della Coppa Davis 2015. Il sorteggio regala il fattore campo ai kazaki.
  • DAVIS: SPRINT NOLE, ANDY E FRANCIA Mentre l'Italia si fa stoppare dal Kazakistan, sono la Serbia di Djokovic e la Gran Bretagna di Murray a rubare la scena. Ottima prova di Monfils e Simon, che spingono i transalpini sul […]
  • COPPA DAVIS, IL SORTEGGIO DEI QUARTI Estratto l’ordine degli incontri dei quarti di finale di World Group. Bizzarra cerimonia in Australia, con i canguri che optano per la linea giovane. Nel match tra Gran Bretagna e Francia, […]
  • COPPA DAVIS: PREVIEW QUARTI DI FINALE Nel weekend le migliori otto nazionali si giocano i quattro posti per le semifinali. A Londra show per Gran Bretagna – Francia, mentre promette battaglia Argentina – Serbia. Chiuse invece […]
  • COPPA DAVIS: DOMINIO BELGIO, ARGENTINA AVANTI Tutto secondo copione ad Ostende, con Darcis e Goffin che portano a casa i due singolari ed ipotecano la semifinale a spese del Canada. A Buenos Aires, Mayer timbra il primo punto contro […]
  • BELGIO IN SEMIFINALE, AUSTRALIA ANCORA VIVA La coppia Coppejans/Bemelmans conquista il punto del doppio e riporta il Belgio in semifinale di Coppa Davis sedici anni dopo. A Darwin, il duo australiano Hewitt/Groth travolge i kazaki e […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.