COPPA DAVIS: PREVIEW QUARTI DI FINALE

Nel weekend le migliori otto nazionali si giocano i quattro posti per le semifinali. A Londra show per Gran Bretagna – Francia, mentre promette battaglia Argentina – Serbia. Chiuse invece sembrano Australia – Kazakista e Belgio - Canada
mercoledì, 15 Luglio 2015

TENNIS – Smaltita la sbornia tennistica di Wimbledon, il circuito maschile si ferma quasi completamente (si sta giocando il torneo della Hall of Fame a Newport) per una settimana e lascia spazio ai quarti di finale di Coppa Davis. Le otto nazionali rimaste in gara si giocano i quattro posti per le semifinali che si disputeranno poi nella settimana immediatamente successiva allo Us Open. Da venerdì a domenica, scendono in campo Gran Bretagna-Francia, Australia-Kazakhstan, Argentina-Serbia e Belgio-Canada. Curiosamente solo un top ten sarà presente al terzultimo atto della massima competizione tennistica a squadre: Andy Murray. Del resto, soltanto due, tra i primi 10 giocatori al mondo fanno parte delle migliori 8 nazionali. Vediamo nel dettaglio il programma del weekend dedicato all’insalatiera.

Gran Bretagna vs Francia. La prima sfida sul tabellone è anche quella che sulla carta è più interessante. Non ci spostiamo da Londra e dall’erba, ma lasciamo l’All England Club, per tornare sui prati del Queen’s Club, dove poco meno di un mese fa si è disputato il torneo di categoria 500, vinto da Andy Murray. Proprio lo scozzese sarà il leader della formazione britannica, chiamata a compiere l’impresa contro l’armata francese. Andy è l’unico tra i sudditi di sua maestà ad essere ricompreso tra i primi 50 giocatori al mondo, visto che l’altro singolarista è James Ward, numero 89. Completano la squadra il fratello di Andy, Jamie, recente finalista a Wimbledon in doppio, che probabilmente farà coppia nella specialità con l’altro convocato: Dominik Inglot. Di tutt’altro spessore il team francese capitanato da Arnaud Clement. Tre sono i top 15 in squadra (Gilles Simon, Jo Wilfried Tsonga e Richard Gasquet), che si contenderanno i due posti da singolarista e quello in doppio a fianco di Nicolas Mahut. Probabilmente Clement potrebbe optare per Simon e Gasquet (ottimi a Wimbledon) in singolare e Tsonga in doppio. I precedenti dicono 11-9 per i britannici, ma le due nazionali non incrociano la racchetta dal 1992. Quest’anno parte favorita la Francia, ma se Murray conquista due punti, allora sarà decisivo il doppio e lì tutto potrebbe accadere.

Australia vs Kazakistan. Si gioca sull’erba anche a Darwin in Australia, dove i padroni di casa affrontano la nazionale che ha messo fine alla corsa dell’Italia. Kyrgios, Kokkinakis e un forte doppio come quello composto da Groth ed Hewitt, eventualmente spendibili da Wally Masur anche in singolare, sembrano un team inattaccabile, sul verde, per la compagine ex sovietica, che si affida al solito duo Kukushkin – Golubev, ai quali si aggiungono il carneficie degli azzurri Nedovyesov ed il giovane Popko. Non ci sono precedenti, ma il pronostico appare decisamente chiuso dalla parte degli australiani, con i kazaki che probabilmente dovranno ancora attendere per la prima storica semifinale.

Argentina vs Serbia. Senza le due stelle più luminose, Argentina e Serbia si trovano di fronte sulla terra rossa del Tecnopolis di Buenos Aires, per il terzo confronto tra le due nazionali (1-1 il bilancio). L’albiceleste deve ovviamente rinunciare a Del Potro e si affida al numero 22 del mondo Mayer, affiancato dai solidi Schwartzman (69), Delbonis (77) e Berlocq (145). Quattro cagnacci insomma, che renderanno insieme al caldissimo pubblico, la vita durissima ai campioni del 2010, che senza Djokovic si affidano al sempre più redivivo Troicki, numero 20 del mondo e al giovane Lajovic. Torna nella squadra anche Janko Tipsarevic, ma è difficile pensare che Obradovic possa rischiarlo in singolare, visto le poche partite nelle gambe dell’ex top ten. Più probabile che la carta Tipsarevic possa venire giocata in doppio, insieme all’eterno Zimonjic. Il pronostico alla vigilia è davvero complicato, possibile un epilogo al quinto match.

Belgio vs Canada. Le assenze tra la squadra della foglia d’acero, fanno del Belgio la nazionale maggiormente favorita sull’avversario, nella corsa alle semifinali. Sulla terra  dello Sportpark Krokodiel di Ostend Goffin, Darcis, Bemelmans e Koppejans, partono nettamente favoriti contro i canadesi privi dell’asse portante della squadra, composta da Raonic e Pospisil. Senza le due stelle, a cercare di spingere la carretta verso quella che sarebbe un’autentica impresa ci saranno Dancevic (numero 272), Peliwo (491) ed il doppista veterano Nestor. Chiude il quartetto lo sconosciuto Shamashdin, altro doppista di livello medio basso. Con queste premesse, le possibilità per il Belgio di vendicare la sconfitta nell’unico precedente disputato addirittura 102 anni orsono, sembrano essere veramente alte.


Nessun Commento per “COPPA DAVIS: PREVIEW QUARTI DI FINALE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • COPPA DAVIS: DOMINIO BELGIO, ARGENTINA AVANTI Tutto secondo copione ad Ostende, con Darcis e Goffin che portano a casa i due singolari ed ipotecano la semifinale a spese del Canada. A Buenos Aires, Mayer timbra il primo punto contro […]
  • COPPA DAVIS, IL SORTEGGIO DEI QUARTI Estratto l’ordine degli incontri dei quarti di finale di World Group. Bizzarra cerimonia in Australia, con i canguri che optano per la linea giovane. Nel match tra Gran Bretagna e Francia, […]
  • BELGIO IN SEMIFINALE, AUSTRALIA ANCORA VIVA La coppia Coppejans/Bemelmans conquista il punto del doppio e riporta il Belgio in semifinale di Coppa Davis sedici anni dopo. A Darwin, il duo australiano Hewitt/Groth travolge i kazaki e […]
  • COPPA DAVIS, NON SOLO KAZAKISTAN – ITALIA Nel weekend di Coppa Davis scendono in campo tutti gli incontri di ottavi di finale. Tra incroci infuocati e assenze eccellenti, ecco la presentazione di tutti i match del primo turno […]
  • COPPA DAVIS. I CONVOCATI DEI QUARTI DI FINALE Si gioca nel weekend dal 7 al 9 aprile nei teatri di Charleroi, Brisbane, Rouen e Belgrado. Italia con Andreas Seppi, Fabio Fognini, Simone Bolelli e Paolo Lorenzi. Novak Djokovic torna in […]
  • DAVIS, SEMIFINALI: RIFLETTORI SU MURRAY, GOFFIN GUIDA IL BELGIO Gran Bretagna-Australia e Belgio-Argentina in un venerdì di metà settembre. Lo scozzese affronta Kokkinakis, il talento belga ospita Delbonis. Ecco il quadro e la presentazione dei quattro […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.