COPPA DAVIS: SERBIA E FRANCIA GIÀ AI QUARTI

TENNIS - In Coppa Davis si giocano i doppi. Accedono ai quarti di finale Francia e Serbia mentre gli altri scontri rimangono in equilibrio
sabato, 7 Marzo 2015

Seconda giornata di World Group dedicata alle sfide di doppio in Coppa Davis. I primi verdetti non tardano ad arrivare e si qualificano ai quarti la Serbia di Novak Djokovic e la Francia, che salgono 3-0 e vanno tranquillamente ai reverse-match di domani con la tranquillità che nessun tipo di risultato potrà influire sui quarti di finale conquistati. Belle sfide anche tra Belgio e Svizzera: senza Goffin da un lato e senza i pluridecorati Federer e Wawrinka dall’altro la qualificazione ai quarti è tutta da decidersi. Tutto aperto anche tra Argentina e Brasile, Gran Bretagna e Stati Uniti, e Repubblica Ceca Australia, risultato che interessa al team italiano in caso di eventuale qualificazione.

Serbia – Croazia 3-0. A Kraljevo la Serbia raggiunge i quarti di finale di Coppa Davis grazie alla vittoria di Novak Djokovic e Nenad Zimonjic che, nel doppio, hanno battuto la coppia croata Marin Draganja e Franko Skugor 6-3, 6-4, 6-1. In realtà non era previsto lo schieramento di Djokovic, che si è anche fatto male ad un dito a causa di una caduta, ma il n°1 del mondo ha sostituito Victor Troicki impegnato ieri in una maratona contro Borna Coric. Ai quarti la Serbia se la vedrà con la vincente tra Argentina e Brasile. Questo è stato il secondo incontro tra la Serbia e la Croazia dopo il crollo sanguinoso della Jugoslavia nei primi anni 1990: la Serbia si aggiudicò il suo primo e unico titolo nel 2010, mentre la Croazia ha vinto la Coppa Davis nel 2005.

Germania – Francia 0-3. Anche la Francia conquista i quarti di finale di Coppa Davis sulla scia delle vittorie nel singolare di Simon e Monfils. A sancire il risultato è stato il match di doppio vinto da Julien Benneteau e Nicolas Mahut ai danni di Benjamin Becker e Andre Begemann 6-4, 6-3, 6-2. I transalpini, nove volte campioni ma che non vincono la competizione dal 2001, ai quarti incontreranno la vincente tra Gran Bretagna e Stati Uniti. Mentre i francesi ricordano ancora l’estromissione patita per mano dei campioni svizzeri lo scorso anno, la Germania, che ha vinto l’ultimo dei suoi tre titoli di Davis nel 1993, viene eliminata dalla Francia per il secondo anno consecutivo: un incubo.

Belgio – Svizzera 2-1. Dopo il pareggio di ieri, a Liegi la Svizzera va sotto nella giornata del doppio e rischia di salutare anzitempo la competizione a squadre. I campioni in carica, orfani di Roger Federer e Stan Wawrinka, hanno visto soccombere la coppia formata da Adrien Bossel e Michael Lammer per mano dei belgi Ruben Bemelmans e Neils Desein con il punteggio di 1-6, 6-3, 6-2, 6-2. Nettamente inferiori gli svizzeri, con Bossel fuori dai 1000 del ranking ATP e con Lammer solo 765, ora rischiano di non qualificarsi ai quarti di finale se non vinceranno i due match di singolare in programma per domani. Anche al Belgio mancava il suo top player, David Goffin, n°21 del mondo, che sta cercando di ritrovare la forma in vista dei match di domani.

Argentina – Brasile 1-2. A Buenos Aires si registra il sorpasso del Brasile sull’Argentina grazie alla vittoria della coppia formata da Marcelo Melo e Bruno Soares che superano Diego Schwartzman e Carlos Berlocq 7-5, 6-3, 6-3. Il vantaggio acquisito permetterà al Brasile di avanzare ai quarti di finale in caso di vittoria di almeno uno dei singolari in programma domani: Leonardo Mayer affronterà Joao Souza e a seguire Berlocq sfiderà Bellucci. Entrambe le compagini inseguono la loro prima Coppa Davis, con l’albiceleste che in realtà ci è arrivata vicina parecchie volte, giocando le finali nel 1981, nel 2006, nel 2008 e nel 2011, mentre il Brasile sogna ancora la sua prima finale.

Gran Bretagna – Stati Uniti 2-1. A Glasgow Bob e Mike Bryan accorciano le distanze dalla Gran Bretagna superando in cinque set la coppia formata da Jamie Murray e Dominic Inglot con il punteggio di 6-3, 6-2, 3-6, 6-7 (8), 9-7. I fratelli, 16 volte campioni di Grandi Slam e titolari di 104 trofei ATP in doppio, hanno faticato a trovare l’intesa, una situazione straordinaria in tutti i sensi. Ci sono volute3 ore e 39 minuti per vedere la classica esultanza petto contro petto dei gemelli statunitensi e, seppur i britannici restano i grandi favoriti, si spera che Isner domani possa dare del filo da torcere a Andy Murray. Esattamente come l’anno scorso questo tie vede i primi due match vinti dalla Gran Bretagna e il doppio dagli americani e in quel caso furono gli europei ad averla vinta.

Repubblica Ceca – Australia 1-2. Combattono e a tentoni vanno avanti. A Ostrava i cechi acquisiscono un punto fondamentale per rimanere in corsa dopo aver perso i singolari del venerdì. Vittoria quindi per Jiri Vesely e Adam Pavlasek 1-6, 7-6 (7-2), 3-6, 7-6 (7-4), 6-2 sul duo australiano composto da Lleyton Hewitt e Sam Groth. C’è una spiegazione, ovvia, alla quasi debacle dei cechi, che è l’assenza di Berdych e Stepanek: domani dovranno vincere entrambi i match di singolare se vogliono sperare di accedere ai quarti di finale della Coppa Davis. Gli australiani potrebbero sognare di tornare al titolo per la prima volta dal 2003 e aggiungere alla bacheca il 29esimo titolo a squadre.

Canada  Giappone 2-1. Più tardi, nella tarda serata italiana, si gioca a Vancuver dove Daniel Nestor e Vasek Pospisil portano in vantaggio il loro team grazie alla vittoria per 7-5, 2-6, 6-3, 3-6, 6-3 sulla coppia giapponese Go Soeda e Yasutaka Uchiyama. Grande attesa nel singolare per il match che opporrà Milos Raonic a Kei Nishikori e che sarà una sfida di alto livello indipendentemente dai risultati di squadra. CAnada e Giappone si sono incontrate anche l’anno scorso al primo turno e, nei sei incontri tra le due nazioni, hanno sempre vinto gli asiatici. Il team che uscirà vincitore da Vancouver sfiderà il Belgio o la Svizzera nel quarto di finale che si giocherà nel mese di luglio.

In foto: Djokovic e Zimonjic festeggiano la qualificazione (AFP)


Nessun Commento per “COPPA DAVIS: SERBIA E FRANCIA GIÀ AI QUARTI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • COPPA DAVIS: MURRAY TRASCINA LA GRAN BRETAGNA AI QUARTI TENNIS - Un Andy Murray in grande spolvero supera John Isner e porta la Gran Bretagna ai quarti di finale di Coppa Davis. USA sconfitti per il secondo anno consecutivo. Passano al quinto e […]
  • WEEKEND DI FUOCO Si prospetta all’insegna della più totale incertezza il nuovo turno di Coppa Davis, che andrà in scena a partire dal prossimo venerdì: sfide in cui l’indecisione regna sovrana e dalle […]
  • COPPA DAVIS: DOMINIO BELGIO, ARGENTINA AVANTI Tutto secondo copione ad Ostende, con Darcis e Goffin che portano a casa i due singolari ed ipotecano la semifinale a spese del Canada. A Buenos Aires, Mayer timbra il primo punto contro […]
  • BELGIO IN SEMIFINALE, AUSTRALIA ANCORA VIVA La coppia Coppejans/Bemelmans conquista il punto del doppio e riporta il Belgio in semifinale di Coppa Davis sedici anni dopo. A Darwin, il duo australiano Hewitt/Groth travolge i kazaki e […]
  • COPPA DAVIS: PREVIEW QUARTI DI FINALE Nel weekend le migliori otto nazionali si giocano i quattro posti per le semifinali. A Londra show per Gran Bretagna – Francia, mentre promette battaglia Argentina – Serbia. Chiuse invece […]
  • COPPA DAVIS, IL SORTEGGIO DEI QUARTI Estratto l’ordine degli incontri dei quarti di finale di World Group. Bizzarra cerimonia in Australia, con i canguri che optano per la linea giovane. Nel match tra Gran Bretagna e Francia, […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.