CUEVAS: “US OPEN? NON VOGLIO PERDERE LA STAGIONE SU TERRA”

Il tennista uruguaiano verso il no agli US Open. Troppo grande il rischio di dover saltare la stagione sull’amata terra
lunedì, 10 Agosto 2020

Tennis. A poche settimane dalla ripresa della stagione, regna ancora grande incertezza su quali giocatori saranno disposti a viaggiare per gli Stati Uniti.

In un’intervista al portale Futbol Uruguay.com, Pablo Cuevas ha fatto intendere di non volersi recarsi negli USA, con il rischio di dover poi saltare i tornei sul rosso europeo.

Anche se un paio di eventi sono stati confermati negli Usa, tra cui lo Slam newyorchese, ci sono dubbi sul fatto che possano essere svolti perché la situazione è molto difficile lì.

Sto molto bene fisicamente, voglio tornare a competere, ma c’è molta incertezza, i protocolli non sono chiari e vengono modificati continuamente.

Non sono molto entusiasta di andare negli Stati Uniti a causa della complessità della situazione, ma vorrei davvero ricominciare a giocare in Europa, dove penso che le cose siano migliori.

La verità è che se risulterò positivo al test lì, rischio di perdere la tournée su terra. A causa della situazione globale che stiamo vivendo, non so se la mia famiglia viaggerà per accompagnarmi.

Analizzeremo tutto al momento e prenderemo in considerazione ogni situazione specifica“ – ha dichiarato il tennista uruguaiano.

Cuevas ha parlato anche della questione ritiro: “Non ho una scadenza, sto bene fisicamente e questo mi dà ossigeno per continuare.

Non sto pensando di dire basta, ma di essere sempre più in alto nel ranking in modo da godermi ancora il circuito“.


Nessun Commento per “CUEVAS: "US OPEN? NON VOGLIO PERDERE LA STAGIONE SU TERRA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.