NUOVO CASO DI MATCH FIXING, DANIEL GARZA SOSPESO SEI MESI

Il tennista messicano è stato squalificato per aver tentato di combinare una partita del torneo Future di Calabasas, in California, nel marzo del 2015
mercoledì, 19 Ottobre 2016

TENNIS – Un nuovo caso di “match-fixing” è stato scoperto (e archiviato proprio nelle ultime ore) da parte della TIU (Tennis Integrity Unit). Il tennista messicano Daniel Garza infatti è stato sanzionato con una squalifica di sei mesi e una multa di cinquemila dollari per aver tentato di combinare una partita del torneo Future di Calabasas, in California, nel marzo del 2015.

Il trentunenne di Monterrey, attualmente numero 1.065 della classifica mondiale Atp (best ranking raggiunto nel 2012 alla posizione numero 294), ha giocato anche alcuni incontri di Coppa Davis per il Messico, potrà quindi tornare in campo soltanto nella primavera del 2017 e la sua vicenda si aggiunge a quella emersa poche settimane fa riguardo al suo “collega” sudafricano Joshua Chetty, squalificato a vita alla fine dello scorso mese di settembre per aver tentato di “aggiustare” due match nel novembre del 2015 al torneo Future di Stellenbosch, in Sudafrica.

Si è trattato quindi, con Daniel Garza, di un’altra brutta vicenda, che fa riaffiorare in maniera rilevante e anche piuttosto preoccupante il problema degli incontri truccati, ormai da diversi mesi finiti nel mirino degli appositi organismi del tennis mondiale. Cominciano ad essere diversi ormai, infatti, i casi di questo tipo legati a giocatori di “seconda fascia” e a tornei minori, visto che in situazioni come queste anche poche migliaia di dollari possono “ingolosire” giocatori che non riescono a guadagnare molto in termini di prize money durante la stagione.

La Tennis Integrity Unit però sta cercando in tutti i modi di combattere questa brutta “piaga”, intensificando la rete di controlli e mettendo in atto un inasprimento delle pene (come è accaduto ad esempio proprio al sudafricano Joshua Chetty al quale è toccata la squalifica a vita) che mira a scoraggiare qualsiasi tentativo di combine. Il problema però, purtroppo, esiste, non a caso nei mesi scorsi anche i giocatori più forti, da Roger Federer a Novak Djokovic fino ad arrivare a Andy Murray, si sono espressi in maniera categorica rispetto a questa situazione, e non sarà certamente facile riuscire ad eliminarlo, ma il tennis mondiale sta facendo e farà di tutto per arginarlo quanto più possibile.

(Nella foto Daniel Garza – www.zimbio.com)

 


Nessun Commento per “NUOVO CASO DI MATCH FIXING, DANIEL GARZA SOSPESO SEI MESI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.