DAVIS. BECKER NUOVO COACH DELLA GERMANIA?

La Germania di Coppa Davis alla ricerca di un nuovo capitano. I nomi di presrigio, da Kiefer a Schüttler, non mancano. Ma il profilo più accreditato, al momento, è quello di Alexander Waske. Anche se all’orizzonte spunta la candidatura pesante di Boris Becker.
venerdì, 6 Febbraio 2015

Tennis – La notizia non è più neanche tanto fresca. La Germania di Coppa Davis e Carsten Arriens stanno per separarsi. Scatta dunque il toto-nomi per la panchina di una nazionale che ha vinto tre volte l’Insalatiera e perso altre due finali. E da più parti in Germania rimbalza il nome di Boris Becker, attualmente coach di Novak Djokovic e autentica leggenda del tennis teutonico.

In realtà non tutti sono d’accordo. La candidatura di Becker rappresenta infatti una candidatura forte e di grande prestigio. Markus Zoecke, che di Becker è stato compagno proprio in Davis e che oggi fa il commentatore tv per Eurosport Germania, si schiera dalla parte di Alexander Waske. “Potrebbe stare più vicino ai giocatori” – dice Zoecke – “ha qualcosa da dare al team e quindi io lo ritengo adatto al ruolo”. Mentre è diversa la posizione che manifesta su Boris Becker: “Lavora con Novak Djokovic e sono felice del fatto che tale collaborazione funzioni così bene. Sembra che tra i due ci sia un gran legame”.

Si dice tranquillo, in questa circostanza, il capo della Deutscher Tennis Bund Klaus Ulrich. La sua attenzione, fa sapere, è catturata dall’impegno in Fed Cup della nazionale femminile, che in questo fine settimana ospita a Stoccarda l’Australia. Tuttavia, non manca molto al primo weekend di marzo, quando i gli uomini affronteranno a Francoforte sul Meno i nove volte campioni Davis della Francia.

Un’altra posizione in favore di Alexander Waske è quella di Rainer Schüttler. L’ex numero 5 del mondo e finalista degli Australian Open 2003 è chiaro: “Non è nei miei programmi stabilire chi sarà il successore di Arriens“. Ma di fatto si schiera anch’egli a fianco di Alexander Waske.

Altre voci danno lo stesso Schüttler candidato sicuro per il box tedesco. “Non riesco a immaginarlo”, dice ancora Markus Zoecke, che poi si sofferma ancora sulla rosa importante di nomi nella quale sono da inserire Nicolas Kiefer, Christofer Kas, Gerald Marzenell, Lars Ubel o lo stesso coach del team Adidas Mats Merkel.

Proprio Nicolas Kiefer è uno dei volte nominati nell’ultima settimana e molto gettonato soprattutto sui social network. Tuttavia, l’ex numero 4 del mondo, avendo ancora le mani in pasta con il tennis e avendo alcuni contratti ancora validi nel circus, potrebbe addirittura essere disinteressato per la posizione. Lo confermano le sue parole: “Si può sempre ascoltare un’offerta e fare dei colloqui. I responsabili della Dtb hanno i miei contatti e il mio numero di telefono”.

Dunque, il matrimonio con Nicolas Kiefer non sembra così facile anche perché il concetto di “uomo nuovo al timone” del team di Davis  è strettamente connesso con quello di “lavoro precario” se i risultati non dovessero arrivare. E, visto che il nome non si riesce a trovare, dalla federazione tedesca si lascia trapelare quantomeno il profilo di colui che sarà il nuovo capitano di Davis. Con un primo obiettivo di grande importanza: quello di integrare definitivamente nella squadra il top player Philipp Kohlschreiber, un compito che Carsten Arriens si era prefissato ma che non è riuscito completamente a portare a termine. “Settimana prossima inizieremo con i colloqui ai candidati” dice il vicepresidente della Dtb Dirk Hordoff. Ma senza comunicare troppi dettagli: “Non sarebbe bello se la persona scelta dovesse saperlo dai giornali e non da parte nostra”.

In foto: Boris Becker agli Australian Open (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “DAVIS. BECKER NUOVO COACH DELLA GERMANIA?”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.