DAVIS, BERDYCH SALTA L’AUSTRALIA

Il ceco non farà parte del team nel primo turno di Coppa Davis. Con l'Australian Open alle porte, Tomas preferisce concentrarsi sul programma del singolare. Il nuovo coach dietro la sua scelta
venerdì, 16 Gennaio 2015

TENNIS – Rimanere al top del circuito per così tanto tempo, ma senza una vittoria dello Slam da poter ammirare in bacheca. Questa è l’attuale condizione di Tomas Berdych, che si propone di invertire la rotta con un nuovo ciclo tecnico nella stagione già cominciata. Un obiettivo così bramato, quello del ceco, tanto da accantonare momentaneamente la sua storica e determinante esperienza in Coppa Davis. Da sempre in prima fila con la Repubblica Ceca, ma non questa volta: la carriera da singolarista sembra essere giunta ad un crocevia non indifferente.

La nazionale che ha sollevato il trofeo nel 2012 e nel 2013 comincerà la sua avventura dal primo turno, in programma dal 6 all’8 marzo contro l’Australia. L’importante appuntamento non vedrà ai nastri di partenza Berdych, che ha deciso di saltare il primo impegno a squadre del 2015: una scelta di fondamentale importanza sia per il giocatore che per la sua compagine. Un ruolo decisivo nella soluzione adottata dal ceco è stato ricoperto dal suo nuovo allenatore, Dani Vallverdu, che dopo aver lasciato Murray si prepara a gestire la condizione atletica del numero 7 del mondo. E la migliore programmazione della nuova annata, a quanto pare, passa proprio dal forfait di marzo.

Un inizio comunque incoraggiante, quello del tennista ceco, che ha cominciato il nuovo anno con una finale persa in Qatar contro David Ferrer. Le ambizioni da coronare nel singolare, quindi, prevalgono sugli ottimi risultati a cui ha abituato i suoi connazionali: da quando è entrato a far parte del team di Davis nel 2003, Berdych ha contribuito a comporre uno dei doppi più costanti e vincenti dell’ultimo decennio. Il suo feeling con Stepanek ha spesso tolto le castagne dal fuoco, ma la sua nazionale dovrà inventarsi qualcosa di nuovo contro gli australiani.

A sostituire il ceco nel tandem del primo turno, con tutta probabilità, ci sarà Lukas Rosol, certamente non una seconda scelta all’interno della squadra. Il team manager Miroslav Cernosek ha annunciato ufficialmente la decisione: “Tomas non farà parte della squadra della Repubblica Ceca nel primo turno, in programma a marzo contro l’Australia. Sarà un’assenza isolata, visto che tornerà in gruppo per i quarti di finale o per lo spareggio-retrocessione. Comprendiamo la sua scelta, presa di comune accordo con lo staff tecnico, e siamo convinti che potrà togliersi parecchie soddisfazioni nel suo percorso da singolarista“.

Con l’Australian Open alle porte, quindi, Berdych ha preferito mettere le cose in chiaro con la sua nazionale. Non una porta chiusa, ma un sacrificio per uno dei pilastri della squadra. La voglia di conquistare uno Slam, magari imitando il percorso da outsider già tracciato da Wawrinka un anno fa, prevale sugli obiettivi della sua Repubblica Ceca. I primi giudizi sulla decisione presa emergeranno già dalla prossima settimana.


Nessun Commento per “DAVIS, BERDYCH SALTA L'AUSTRALIA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.