DAVIS CUP, IMPRESA NADAL: “E’ INCREDIBILE ESSERE IN FINALE”

Nadal vince in singolare e doppio, permettendo alla Spagna di tornare in finale di Davis Cup

Un epilogo straordinario, Feliciano Lopez che a 38 anni torna in finale di Davis giocando singolo e doppio. La morte due giorni fa del padre di Bautista Agut, i problemi di salute di Granollers e Carreno Busta: nulla però ti ferma se in squadra hai Nadal e giochi in casa, a Madrid. Queste le parole di un emozionato maiorchino.

“E’ difficile spiegare cosa provo quando vinco su questo campo. Tante emozioni e tante difficoltà in queste settimane. Ieri sono andato a dormire alle 4:24 del mattino mentre il Canada ha riposato e oggi ha giocato alle 10:30. Sono momenti di tanta adrenalina e di grande felicità ma bisogna anche controllare l’euforia visto che non abbiamo ancora vinto nulla. Due giorni fa il padre di Roberto Bautist Agut è morto e oggi Pablo Carreno Busta è stato infortunato e Marcel Granollers non si sentiva bene”.

Sul doppio giocato con Lopez afferma: “Feli ha giocato bene in singolare senza essere pronto visto che probabilmente non se lo aspettava. Poi ho vinto il mio match di singolo e nel doppio era da tanto tempo che non giocavamo insieme. Ma ci conosciamo bene, abbiamo un ottimo rapporto, siamo ottimi amici e questo aiuta ad avere feeling. Ci sono stati punti incredibili. Dobbiamo ringraziare tutta la squadra che lavora fino a tarda notte ogni giorno per far si che noi siamo pronti a giocare. E poi senza il pubblico le percentuali di vittoria sarebbero molto basse”.

Ora, la finale con il sorprendente Canada, per chiudere quella che sarebbe tra mille difficoltà una vera e propria impresa.


Nessun Commento per “DAVIS CUP, IMPRESA NADAL: "E' INCREDIBILE ESSERE IN FINALE"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.