DAVIS CUP, ITALIA-USA: SERVE VINCERE 3-0

Serve l'impresa, vincere col maggior scarto possibile: il 3-0 è a portata di mano
mercoledì, 20 Novembre 2019

L’impresa, ecco esattamente cosa serve all’Italia per qualificarsi ai quarti di finale del nuovo formato di Coppa Davis. Dopo la sconfitta col Canada e quel decisivo punto firmato nel doppio, occorre battere con tre punti di scarto gli Usa: dunque, anche se dovessimo vincere i due singolari, andrà affrontato l’ininfluente doppio come se fosse la partita della vita.

L’unica speranza per andare avanti è infatti garantirsi il miglior punteggio e scarto possibile e, in virtù del punto conquistato col Canada, le possibilità di andare avanti sono tutt’altro che remote nonostante la sconfitta all’esordio. Il Canada invece ha battuto gli Stati Uniti senza scampo, strappando di già il pass per la fase successiva.

“Ora dobbiamo ricaricare le batterie per l’incontro con gli Stati Uniti. E’ importante aver vinto il doppio perché ci fa rimanere in gara per la qualificazione. Peccato per come sono finiti i due singolari, equilibrati e duri, ma andati ai nostri avversari. Berrettini ha lottato per tre ore cedendo veramente di un nonnulla. Questo risultato sicuramente ci va un po’ stretto, ma giochiamo su un campo duro, contro avversari che servono bene, per cui la partita si gioca solo su un paio di punti. Così va il tennis e bisogna accettarlo. Sotto 2-0 non era facile giocare bene il doppio, i ragazzi ci sono riusciti e quindi ora ricaricheremo le batterie per poi dare il massimo mercoledì contro gli Stati Uniti”.

Queste la parole di un Barazzutti che ci crede e non molla: dal pomeriggio l’inizio dei singolari, per una giornata senza respiro fino all’ultimo punto.


Nessun Commento per “DAVIS CUP, ITALIA-USA: SERVE VINCERE 3-0”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.