DAVIS CUP, LA FRANCIA SI SPACCA PER SIMON

In vista della finale di Lille, il pubblico transalpino fa partire la discussione sul suo giocatore, reduce dalla finale persa a Shanghai: squadra che vince non si cambia, o lo stato di forma attuale va premiato con una convocazione?
mercoledì, 15 Ottobre 2014

TENNIS – Manca poco più di un mese alla finale di Coppa Davis, che metterà di fronte Francia e Svizzera nel suggestivo scenario di Lille. Mentre gli ospiti si godono un ritrovato Roger Federer, i padroni di casa potrebbero fare lo stesso con Gilles Simon, reduce dalla sconfitta proprio contro l’elvetico nella finale di Shanghai. Il quesito del pubblico transalpino è semplice: mantenere lo stesso assetto dei turni precedenti, seguendo il classico detto squadra che vince non si cambia, o il finalista del torneo cinese rappresenta una freccia in più nella faretra di capitan Clement?

Allo stato attuale, sembra davvero difficile negare una chance al nuovo numero due francese, visto il balzo di undici posizioni fino al diciottesimo posto. Nella settimana appena trascorsa, Simon si è preso il lusso di eliminare sia l’eventuale avversario di novembre Stan Wawrinka, sia uno dei giocatori sconfitti dalla sua Nazionale in semifinale di Davis, ovvero Tomas Berdych. Lo stato di forma del tennista di Nizza è già al centro delle discussioni in ottica finale, ma la scelta verrà presa soltanto al momento delle convocazioni.

In attesa di svelare la squadra che affronterà la Svizzera, la nota testata L’Équipe ha lanciato un sondaggio circa gli eventuali risvolti dell’ultimo periodo. Doppia scelta, quella a cui sono chiamati i lettori del giornale francese, visto che si punta l’attenzione sulla convocazione di Simon e, soprattutto, al posto di chi. Secondo il 63% dei votanti, in questo momento il finalista di Shanghai meriterebbe un’opportunità. Il discorso si complica quando si parla della pedina da scartare: sul piatto ci sono Tsonga, Monfils e Gasquet, con quest’ultimo maggiormente a rischio con il 59% delle preferenze.

Solo un semplice sondaggio, certo, ma il profumo di Davis spinge la Francia sportiva ad esprimersi in maniera massiccia anche sulla componente legata alle convocazioni. Oltre 38000 votanti vorrebbero Simon a Lille, mentre oltre 20000 preferirebbero estromettere Gasquet dalla squadra della finale. Manca il voto più importante, quello di Clement: la scelta definitiva, anche alla luce della vox populi, spetta proprio al capitano e finchè non verrà reso noto il suo parere, il dubbio rimane in piedi. D’altro canto, è solo voglia di riportare a casa l’insalatiera.


Nessun Commento per “DAVIS CUP, LA FRANCIA SI SPACCA PER SIMON”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.