DAVIS CUP, LILLE OSPITA LA FINALE

Dopo i campi del Roland Garros tocca all'indoor dello stadio Pierre Mauroy. La cittadina della Francia settentrionale ospiterà la finale del World Group di Coppa Davis 2014, che vedrà affrontarsi i transalpini e la Svizzera

TENNIS – L’ultimo atto decreterà la vincitrice della tanto desiderata insalatiera. Francia e Svizzera si affronteranno soltanto tra due mesi, ma l’attesa è già ad alti livelli. A sentire in modo particolare l’evento, con tutta probabilità, saranno i cittadini di Lille, polo principale della zona settentrionale. Dopo i campi del Roland Garros, dunque, il grande tennis a squadre si sposta di qualche chilometro in direzione nord.

Per assegnare il trofeo bisognerà aspettare i tre giorni che vanno dal 21 al 23 novembre: lo stadio Pierre Mauroy vedrà un campo indoor con un tetto retrattile, mentre la capienza dell’impianto sarà di 50.000 spettatori. Le previsioni minime parlano di 27.000 posti già assegnati, con la possibilità di battere il record di presenze. Il campo da gioco sarà allestito in modo da tale da rispettare le funzionalità dei padiglioni provvisori, disposti alle estremità della superficie. Il numero dei posti a sedere potrebbe attribuire al pubblico transalpino la più alta affluenza di sempre per un match tra nazionali, o comunque ci sarà la possibilità di avvicinarsi parecchio a tale statistica: il muro dei 27.200 spettatori appartiene al pubblico di Siviglia, che nel 2004 spinse la Spagna alla conquista della Coppa Davis contro gli Stati Uniti.

La scelta di Lille trova riscontri positivi anche tra le autorità di federazioni nazionali ed internazionali. Il presidente della ITF Francesco Ricci Bitti si dice molto soddisfatto: “Lille sarà un background di assoluto spessore per decretare la vincitrice della Coppa Davis. Quella di novembre è una delle finali più attese degli ultimi anni e vedrà una copertura mediatica tra le più efficienti di sempre. Sono convinto che il resto dell’organizzazione e il pubblico faranno la loro parte“.

D’accordo con queste dichiarazioni il presidente della FFT Jean Gachassin: “Non vediamo l’ora di ospitare la finale di Coppa Davis, la aspettiamo con ansia e sono molto contento per la città di Lille, che metterà in mostra un suggestivo scenario per l’evento. Il nostro obiettivo è quello del double: speriamo di conquistare il trofeo e contemporaneamente superare il tetto raggiunto dalla Spagna nel 2004“.

Per l’appuntamento di novembre, dunque, i protagonisti non saranno i padroni di casa del Lille, attualmente impegnati nel massimo campionato di calcio francese. Tutta la nazione e il movimento tennistico si stringeranno attorno alla squadra di Clement per raggiungere un obiettivo che manca da ben tredici anni. Nelle prossime ore saranno comunicate le informazioni relative ai tagliandi.


Nessun Commento per “DAVIS CUP, LILLE OSPITA LA FINALE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • DAVIS, NOAH: “ATMOSFERA INCREDIBILE” Davis, la Francia dimezza lo svantaggio e si gioca tutto nei singolari di domani. Noah elettrizzato, Krajan furibondo per il clima sugli spalti.
  • FEDERER AL ROLAND GARROS: “MI SIETE MANCATI” La gioia di Roger Federer dopo la vittoria nel match d'esordio a Parigi, davanti ad un pubblico che lo acclama dal primo all'ultimo scambio.
  • DAVIS CUP, LA FRANCIA SI SPACCA PER SIMON In vista della finale di Lille, il pubblico transalpino fa partire la discussione sul suo giocatore, reduce dalla finale persa a Shanghai: squadra che vince non si cambia, o lo stato di […]
  • DAVIS CUP, LE CONVOCAZIONI DEL WORLD GROUP Dopo le convocazioni di Argentina-Italia, ecco i protagonisti delle altre sette sfide del World Group. Serbia senza Djokovic, Svizzera senza Federer, Spagna senza Nadal e Ferrer.
  • DAVIS: SPRINT NOLE, ANDY E FRANCIA Mentre l'Italia si fa stoppare dal Kazakistan, sono la Serbia di Djokovic e la Gran Bretagna di Murray a rubare la scena. Ottima prova di Monfils e Simon, che spingono i transalpini sul […]
  • FINALE COPPA DAVIS, CILIC FA VOLARE LA CROAZIA SUL 2-0 Il croato ha liquidato Jo-Wilfried Tsonga in tre set (6-3 7-5 6-4) e già domani con il match di doppio la squadra di capitan Krajan potrebbe festeggiare la vittoria della prestigiosa […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.