DAVIS. DEFEZIONI PER FRANCIA E REPUBBLICA CECA

I transalpini, impegnati contro la Germania, dovranno fare a meno di Tsonga e Monfils, che ha deciso, con sofferenza, di privilegiare la preparazione fisica. La Repubblica Ceca, opposta all’Australia, non potrà contare sulle prestazioni di Berdych e Stepanek, protagonisti delle vittorie del 2012 e 2013.
lunedì, 23 Febbraio 2015

Tennis – Il weekend del primo turno di Coppa Davis si avvicina inesorabilmente e tutte le squadre nazionali si preparano per la competizione che l’anno scorso ha sancito il trionfo della Svizzera di Roger Federer e Stanislas Wawrinka. Francia vs Germania e Repubblica Ceca vs Australia sono due dei match in programma nel fine settimana tra il 6 e l’8 marzo, ma i transalpini e i cechi si presenteranno a questo atteso appuntamento con una serie importante di defezioni.

La Francia, finalista del 2014, non potrà contare sulle prestazioni di Jo-Wilfred Tsonga e Gael Monfils. Il numero 12 del mondo aveva annunciato la propria assenza a Francoforte già a fine gennaio per il perdurare dei fastidi all’avambraccio. “Non tornerò prima di Indian Wells” aveva dichiarato il finalista degli Australian Open 2008, “non sarei molto utile in queste condizioni. La squadra può benissimo vincere senza di me. Il miglior modo per aiutarli sarebbe quello di tornare nuovamente in forma”.

Ma adesso le cose si complicano ulteriormente per la nazionale allenata da Arnaud Clement a causa di un’altra importante assenza, quella di Gael Monfils. Il numero 19 Atp sarà anch’egli assente a Francoforte. Lo ha annunciato in un’intervista all’Equipe in cui ha confessato che la decisione è stata discussa più di una volta con il proprio team e con il capitano di Davis Arnaud Clement. “La squadra francese è la mia passione e amo giocare con questa maglia. Dire che vi ho rinunciato per concentrarmi sugli allenamenti mi viene molto difficile. È una decisione che ho persino contestato”. Ma le cose stanno esattamente così: “Quest’anno ho scelto di prepararmi bene a livello fisico. Sono stato sempre criticato per non averlo fatto e ora che ho preso questa decisione vengo criticato lo stesso” dice con una punta di ironia al quotidiano francese. E sono dichiarazioni che la esprimono in maniera eloquente lo stato d’animo del moschettiere Gael: “Non si tratta di una decisione che mi piace, ma ho deciso di fidarmi del mio allenatore e di fare qualcosa in cui credo”. Tutto chiarito, invece, con il team e con i compagni di nazionale: “La cosa più importante è aver parlato con i ragazzi (Tsonga, Gasquet e Simon ndr). Noi sappiamo come dire le cose e la cosa più importante è essere tutti d’accordo”.

Destino simile anche quello della Repubblica Ceca. La nazionale campione del 2012 e 2013 (e anche del 1980 quando ancora si chiamava Cecoslovacchia) dovrà rinunciare a Tomas Berdych e Radek Stepanek, che proprio delle ultime due vittorie in Davis sono stati assoluti protagonisti.

L’impegno contro l’Australia, che si giocherà sul cemento indoor di Ostrava, si complica prima ancora di cominciare per i ragazzi di Jaroslav Navratil.

Il numero 8 del mondo Tomas Berdych, finalista a Doha e Rotterdam e semifinalista agli Australian Open aveva già manifestato la volontà di dedicarsi solo al circuito Atp nella stagione 2015. Una decisione frutto anche della collaborazione con Dani Vallverdu, suo nuovo coach, che evidentemente non gradisce le distrazioni mentali e il dispendio fisico che la Coppa Davis può causare al suo assistito. Diversa, invece, la sorte di Radek Stepanek. Il tennista nato a Karvina ha giocato la sua ultima partita a settembre e praticamente non si è ancora ripreso completamente dagli acciacchi fisici. Dopo l’infortunio alla schiena che ne aveva pregiudicato le prestazioni anche durante la semifinale di Davis dello scorso anno giocata contro la Francia, il tennista classe 1978 ha accusato recentemente anche un problema alla gamba destra.

Spetterà dunque a Lukas Rosol e Jiry Vesely tenere alta la bandiera della Repubblica Ceca nell’impegno contro l’Australia. Al loro fianco ci saranno gli esordienti Adam Pavlasek e Jan Mertl. L’unico precedente tra le due nazionali (con la Repubblica Ceca indipendente) risale al 1997 con gli Aussie usciti vittoriosi.

Foto: Gael Monfils (www.zimbio.com) 


Nessun Commento per “DAVIS. DEFEZIONI PER FRANCIA E REPUBBLICA CECA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.