ANA, TIM E THOMAS, ULTIME DAL WEB

Non solo Davis, o almeno non in senso stretto. Dal web alcune news curiose sui protagonisti dei circuiti professionistici: tra ieri, oggi e domani
giovedì, 2 Dicembre 2010

Roma – Gli ultimi spiccioli di tennis per questo 2010 si stanno spendendo perlopiù a Belgrado, dove in giornata sono state annunciate le sfide che animeranno il campo nel prossimo week end.

Per l’importanza che il trofeo riveste per entrambe le nazionali, l’incontro  tra Francia e Serbia  si preannuncia molto teso, ma ad assistere la squadra di Djokovic ci sarà una sostenitrice d’eccezione, la loro connazionale Ana Ivanovic. La tennista, tramite la sua pagina di Facebook,  ha infatti dichiarato: “Sta per iniziare un week end storico per il tennis serbo, domani prenderà il via la finale di Coppa Davis e non voglio mancare questo appuntamento. Voglio cercare di dare tutto il mio appoggio ai miei Nole, Viktor, Janko and Ziki. La Belgrade Arena sarà sold out e circa 28mila persone verranno a sostenere i nostri giocatori. Sarà un evento senza precedenti, con un’atmosfera che solo poche volte nella vita puoi avere il piacere di assaporare”.

La bella Ana però questo week end, oltre ad arricchire il parterre dell’Arena, sarà anche la protagonista della copertina del Sunday Times di Perth. Il magazine australiano ha infatti ralizzato un’intervista preview con la ex numero 1 del mondo in occasione della sua partecipazione alla Hopman Cup il prossimo gennaio.

Rimanendo poi nel continente australe, ma cambiando completamente oggetto della contesa, la federazione nazionale ha vietato a tre suoi giovani giocatori di partecipare alle qualificazioni per i prossimi Australian Open. Secondo quanto riportato dal quotidiano spagnolo Marca, Brydan Klein (211 Atp), Nick Lindahl (240 Atp) e Dayne Kelly (350) non potranno prendere parte alla fase preliminare del torneo, dal 17 al 19 dicembre prossimi, a causa della condotta irresponsabile tenuta nell’ultimo mese tra i tornei nazionali e internazionali.

Una punizione che vuole essere un esempio anche per gli altri giovani atleti, per evitare comportamento non adeguati al proprio ruolo di sportivi nell’ambito di competizioni ufficiali: “Questa decisione – ha affermato il direttore tecnico della Federazione australiana – vuole inviare un chiaro messaggio a tutti i giocatori australiani. Chiunque in futuro abbia comportamenti non adeguati al codice etico, o condotte non appoggiate dalla federazione, non avrà la possibilità di ottenere né aiuti economici, né wild card per i tornei”.

Se i giovani riempiono le cronache con atti poco adatti ad uno stile sobrio come quello tennistico, in questi giorni c’è chi sta dando ancora una volta esempi di sport e fairplay nei match degli Aegon Champioships all’Albert Hall di Londra, dove nella serata di ieri si sono scontrati Tim Henman e Goran Ivanisevic, in una riedizione della semifinale di Wimbledon del 2001.

La vittoria è andata ancora una volta al giocatore croato, che è riuscito ad imporsi sull’inglese con il punteggio di 6-4, 5-7, 11-9. Per Tim questo è il primo torneo ufficiale dopo il ritiro e nel primo incontro del suo girone era riuscito ad avere la meglio sul marocchino Younes El Aynaoui. Tuttavia lo scontro di ieri sera ha riaperto qualche vecchia ferita, anche se Henman ha dovuto ammettere di essere rimasto impressionato dal servizio del suo avversario.

Londra, ad una settimana dal Masters, sta regalando ancora belle emozioni sportive, ma non per tutti. Lo svedese Thomas Enqvist è infatti rimasto vittima della dispersione del proprio bagaglio durante il suo trasferimento nella capitale britannica. Attualmente il giocatore è ancora in attesa dei propri beni, ma l’organizzazione si è data ben da fare per aiutarlo. Della serie anche i grandi ‘soffrono’ le sfortune dei comuni mortali.


Nessun Commento per “ANA, TIM E THOMAS, ULTIME DAL WEB”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.