DAVIS. L’IDEA DI NOVAK DJOKOVIC: “INTRODUCIAMO ROUND ROBIN E FINAL FOUR”

Il serbo si dice entusiasta delle proposte di revisione del formato della Coppa Davis in discussione ai piani alti della della International Tennis Federation. E contribuisce con una sua idea.
martedì, 12 Gennaio 2016

Tennis – Quella della riforma del formato con cui si gioca la Coppa Davis è una questione di primo piano, ormai da qualche anno al centro del dibattito in seno alla International Tennis Federation.

In una recente intervista a ITFWorld, David Haggerty è tornato sulle idee alla base della revisione del formato della competizione a squadre più importante del mondo del tennis sia per quel che riguarda la sua versione maschile che per quanto concerne quella femminile. L’obiettivo, chiaramente, è quello di incrementare l’appeal di Davis e Fed Cup, di incentivare i tennisti, soprattutto i top players, a partecipare al torneo e di garantire altresì una presenza di pubblico degna della grande tradizione che accompagna la competizione.

La prima idea che il boss Itf ha proposto è quella di lasciare i primi turni con il formato attualmente in vigore, ma di giocare semifinali e finali nella stessa settimana e in campo neutro nella parte finale della stagione.

Un concetto che sembra aver stimolato l’interesse di Novak Djokovic e riacceso la sua passione per la Davis. Il numero 1 del mondo ha vinto l’Insalatiera nel 2010, ma da allora ha giocato soltanto un match con la maglia della sua Serbia. E non ha mai rinunciato a lanciare qualche frecciatina alla federazione puntando il dito proprio contro il formato della Coppa. “Si parla della revisione del formato da anni. E penso che ci siano pochi dubbi sul fatto che esso debba cambiare” ha detto il serbo durante il torneo di Doha, sottolineando il fatto che negli ultimi anni molti top player vi hanno dovuto rinunciare: “Non s può giocare la Davis per tutto l’anno. Ci sono orari e date terribili”.

The Djoker ha recentemente assicurato la sua presenza nel primo turno di Coppa Davis per la Serbia, ma non l’ha confermata per tutto l’anno. Il serbo resta consapevole che la riforma targata David Haggerty ha dei limiti, ma non esita a lanciare la sua proposta: “C’è un modello che mi attrae. Penso che vi dovrebbe essere una fase a gironi con quattro gruppi da quattro squadre. E poi le final four in campo neutro”. Così, in sostanza, ogni federazione del World Group ospiterebbe almeno un evento. Ma non l’evento più importante. E Djokovic questo lo sa: “Naturalmente – insiste – le federazioni potrebbero lamentarsi perché non otterrebbero i guadagni garantiti dalla finale. Ma sono sicuro del fatto che un formato diverso potrebbe convogliare verso la Davis nuove attenzioni, nuovo pubblico e quindi nuove e maggiori entrate. E quelle entrate potrebbero essere in qualche modo redistribuite tra le federazioni in modo da soddisfare tutte le esigenze”. Un ragionamento da vero politico più che da tennista.

Foto: Novak Djokovic (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “DAVIS. L'IDEA DI NOVAK DJOKOVIC: “INTRODUCIAMO ROUND ROBIN E FINAL FOUR””


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.