DAVYDENKO ANNUNCIA IL RITIRO

L'ex numero tre del mondo dice "Stop". Il 33enne ex semifinalista agli Us Open e al Roland Garros si occuperà di affari, "ma non posso ancora spiegare nulla"
giovedì, 16 Ottobre 2014

TENNIS – Nikolay Davydenko chiude col tennis giocato. Lo ha annunciato nel corso di una conferenza stampa tenuta oggi, a margine della Kremlin Cup di Mosca, attualmente in corso di svolgimento. Il giocatore russo, 33 anni, ha deciso di porre fine alla sua carriera, dopo aver trascorso 15 anni nel circuito professionistico, vincendo 21 titoli tra cui il Masters nel 2009 e tre Masters 1000 di Shanghai nel 2009, a Miami nel 2008 e Bercy nel 2006. Ha anche raggiunto il numero tre del mondo nel novembre del 2006 ed è stato uno dei pochi giocatori a vantare un record positivo contro Rafael Nadal con sei vittorie a fronte di cinque sconfitte. Davydenko non aveva più giocato dopo aver perso al primo turno al Roland Garros, battuto da Robin Haase. Attualmente era numero 244 nel mondo. Una decisione, ammette oggi Nikolay, maturata già nello scorso giugno.

“Questa decisione – ha spiegato il tennista russo ma di nascita ucraina – è stata ponderata a lungo. Proprio da Parigi ho avuto l’impressione di non poter raggiungere i risultati che volevo. Allora mi sono detto che era il momento giusto per annunciare il mio ritiro”. E ancora: “Non mi dispiace non essere riuscito a vincere uno slam. Negli ultimi anni, comunque, ho avuto parecchi infortuni che continuano a preoccuparmi“.

La notizia del ritiro, a dire il vero, non ha colto di sorpresa la stampa russa, convinta che lo “Stop” del giocatore arrivasse quanto prima vista la carenza di risultati di prestigio. “Nikolay ha una lesione permanente al piede che, negli ultimi tre anni, non gli ha praticamente consentito di prepararsi fisicamente in maniera ottimale – aveva rivelato nei giorni scorsi il fratello e coach Eduard – Negli ultimi tempi il piede, dopo le partite, non faceva che gonfiarsi e provocargli dolore, costringendolo a lunghi riposi forzati. Si è lamentato spesso della cosa con il suo entourage“.

Cosa farà ora l’ex numero tre del mondo? “Mi butterò negli affari. Ho già qualcosa in mente, ma per ora non posso dire di cosa si tratta“. “Gli abbiamo offerto un lavoro in federazione, ma ci ha risposto di voler fermarsi per almeno due anni. L’offerta era rivolta a lui, a Elena Dementieva e ad altri nostri giocatori”, ha aggiunto il presidente della federtennis russa Shamil Tharpishchev. Ma c’è un’altra opzione poiché, da quanto rivelano i media del Paese, recentemente Davydenko è stato visto nei panni dell’allenatore al fianco di suo nipote Philipp, 22enne di cui si dice un gran bene non foss’altro perché custode della dinastia.


Nessun Commento per “DAVYDENKO ANNUNCIA IL RITIRO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.