DAY 11: PRIMA LE SEMIFINALI FEMMINILI, POI WAWRINKA-BERDYCH

Cominciano le semifinali a Melbourne. A fine giornata si conoscerà il primo finalista maschile e le due finaliste femminili. Sale la febbre anche per Federer-Nadal, che si giocherà venerdì. Ma non è una finale.
mercoledì, 22 Gennaio 2014

Tennis. Melbourne (Australia). A Melbourne Park è tempo di semifinali. Il primo major della stagione sta via via per concludersi, le partite sono sempre meno, ma allo stesso tempo sono sempre più tirate e spettacolari. L’ultima serie di quarti di finale ha emesso i propri verdetti. Roger Federer ha vinto il suo match contro Andy Murray prendendosi una rivincita della semifinale dello scorso anno e rispondendo sul campo a quanti dicevano che fosse bollito o demotivato. Nell’altro quarto di finale maschile Rafael Nadal l’ha spuntata contro Grigor Dimitrov. Il bulgaro non ha saputo approfittare del set di vantaggio e della giornata no dello spagnolo, buttando via le chances concrete di portare a casa il terzo set e forse anche il match. Nadal ha massimizzato le occasioni vincendo secondo e terzo set al tie break per poi dilagare nella quarta partita. Dominika Cibulkova (20) prosegue nel suo momento di grazia battendo in maniera netta la romena Simona Halep, numero 11 del mondo. C’è poco da dire sul match. La Cibulkova ha impostato il pilota automatico e fatto valere la maggiore pesantezza di palla vincendo 6-3, 6-0. Nell’altro quarto di finale femminile, dopo 7 sconfitte consecutive, Agnieszka Radwanska ha vinto contro Victoria Azarenka. La bielorussa deve rinunciare al sogno di vincere il suo terzo AusOpen consecutivo, mentre per la polacca si apre la concreta possibilità di arrivare fino in fondo e alzare al cielo il trofeo. Vediamo quali sono le semifinali in programma sulla Rod Laver Arena.

Ore 13.30 – Eugnie Bouchard (30) vs Na Li (4) [H2H 1-0]. È il match “testacoda” delle semifinali quello che apre il penultimo atto dell’Australian Open femminile. In campo c’è Na Li, cinese numero 4 del mondo, finalista qui nel 2011 e 2013. Il suo curriculum la pone come favorita ed è avvalorato dal fatto di essere uscita vincitrice dall’unico precedente giocato contro Eugenie Bouchard, giocato a Montreal nel 2012. Ma la canadese numero 30 del mondo, autentica rivelazione del torneo, dovrebbe essere ormai abituata a non avere il pronostico dalla sua parte e dopo aver battuto Ana Ivanovic ai quarti e aver giocato senza dubbio il torneo della vita (mai andata oltre il terzo turno negli slam) dovrebbe essere pronta a giocare un match di altissimo profilo. Purtroppo per lei, dall’altro lato della rete troverà un’avversaria veramente ostica, che nei quarti ha spento le ambizioni della nostra Flavia Pennetta senza fare una piega e che ha concesso in tutto il torneo un solo set, per giunta perso al tie break contro Lucie Safarova. La cinese ha inoltre concesso solo 6 giochi alle avversarie negli ultimi incontri giocati. Sarà uno scoglio troppo alto per la giovane canadese o le ambizioni e l’entusiasmo di quest’ultima basteranno per sopravanzarlo?

Dominika Cibulkova (20) vs Agnieszka Radwanska (5) [H2H 1-5]. Quello tra la numero 20 e la numero 5 del mondo si impone come match di cartello delle semifinali femminili dell’Australian Open. Agnieszka Radwanska viene dalla bella vittoria conseguita contro la numero 2 del mondo Azarenka, che la eleva a favorita del torneo. La polacca, alla prima semifinale in carriera a Melbourne, non ha mai vinto uno slam, ma è stata capace di regolare nel torneo proprio quella Victoria Azarenka che l’aveva battuta nelle sette precedenti occasioni e che era nettamente in vantaggio negli scontri diretti (13-3). Inoltre, Aga, vincitrice nel 2013 di tre tornei Wta, è in vantaggio negli scontri diretti giocati contro la Cibulkova e l’ha battuta l’anno scorso nella finale di Sydney con il punteggio di 6-0, 6-0 e nel terzo turno di Tokyo. La slovacca, invece, il match indimenticabile l’ha giocato negli ottavi contro Maria Sharapova, vincendo nettamente ai quarti contro Simona Halep. Dalla sua parte ha la consapevolezza di aver battuto tre tenniste con una classifica migliore della sua (Suarez Navarro, Sharapova e Halep) negli ultimi tre match giocati, cui si aggiunge il fatto di aver ottenuto l’unica vittoria contro la Radwanska in una finale, quella giocata l’anno passato a Stanford. Quindi, nonostante una classifica e le statistiche a sfavore, la Cibulkova sa come si vince un match contro la Radwanska. Il pronostico rimane tuttavia aperto.

Ore 19.00 – Thomas Berdych (7) vs Stanislas Wawrinka (8) [H2H 5-8]. L’unica semifinale maschile della giornata apre la sessione serale alla Rod Laver Arena. Gli organizzatori e gli appassionati saranno felicissimi di avere una finale anticipata Federer-Nadal al venerdì. Ma sicuramente non rimarranno delusi dalla prima semifinale in programma. In campo ci sono due top ten, Thomas Berdych e Stanislas Wawrinka, che hanno meritato una piazza del genere. I precedenti sono a favore dello svizzero che conduce con 8 vittorie su 13 partite e che ha vinto gli ultimi tre incontri alle Atp Finals di Londra, a Flushing Meadows e al master di Madrid. L’ultima vittoria del ceco, tolta quella ottenuta a maggio 2013 nel turno di Davis, risale all’Australian Open del 2009. È questa l’unica nota a favore del numero 7 del mondo, che si somma al fatto di aver vinto il match dei quarti contro il numero 3 del mondo David Ferrer. Ma, dalla sua parte, Wawrinka può rispondere con la prodezza compiuta contro Novak Djokovic, con uno stato di forma invidiabile e con le tre vittorie precedenti su Berdych, ottenute in tornei prestigiosi. I match a livello di semifinale sono sempre aperti e quindi non esiste pronostico certo se non quello proposto dai bookmakers, i quali danno leggermente favorito Stantheman Wawrinka. Chi vince sfiderà il vincente della semifinale di venerdì che vede opposti Federer e Nadal. E avrà anche un giorno in più di riposo.

Qui il programma dell’intera giornata.


Nessun Commento per “DAY 11: PRIMA LE SEMIFINALI FEMMINILI, POI WAWRINKA-BERDYCH”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.