DAY 6, FARI PUNTATI SU FEDERER – TOMIC

Il match clou è quello tra Federer e Tomic ovvero tra il campione e lo spaccone. Occhio anche a Murray-Berankis, Del Potro-Chardy e al derby francese tra Simon e Monfils. Impegni sulla carta agevoli per Victoria Azarenka e Serena Williams. Per l'Italia tornano in campo Andreas Seppi e Roberta Vinci
venerdì, 18 Gennaio 2013

Il quinto giorno di gare va in archivio senza sorprese all’attivo. Tutti i favoriti e le favorite hanno rispettato i pronostici, superando il turno con una facilità che è andata oltre le previsioni. La marcia di Novak Djokovic continua spedita: Radek Stepanek ha fatto il possibile, salendo di rendimento alla distanza, ma il risultato non è stato mai in bilico. Il ceco ha messo in difficoltà il numero 1 del mondo nel terzo set, quando lo ha costretto ad annullare con un ace una palla break pericolosa. Il 6-4 6-3 7-5 finale dimostra il dominio del serbo. Non è stato da meno David Ferrer. Lo spagnolo non ha lasciato scampo a Marcos Baghdatis, battuto con un netto 6-4 6-2 6-3 e in partita solo nel primo parziale. Nonostante l’assenza di Nadal, gli spagnoli in tabellone sono tanti e sempre competitivi: a Ferrer si è aggiunto Nicolas Almagro che ha eliminato la mina vagante Jerzy Janowicz senza lasciare un set per strada. Il polacco sembra avere i colpi per compiere il definitivo salto di qualità verso i top ten ma ancora non ha messo ordine al suo gioco e l’istintività con la quale colpisce la palla è la sua forza ma in certi casi diventa un limite insormontabile. La partita si è decisa nei primi due set, risolti da due tie-break che Almagro è stato bravo a non  farsi scappare. Il terzo parziale è stato una formalità per lo spagnolo che ha disposto a piacimento di uno scorato Janowicz: 7-6(3) 7-6(4) 6-1 lo score finale. Molto più semplice il passaggio del turno per Tomas Berdych. Il ceco sembra aver trovato la giusta confidenza con i campi di Melbourne e a farne le spese è stato Jurgen Melzer, annichilito con un eloquente 6-3 6-2 6-2. Sono bastati tre set anche a Stanislas Wawrinka per avere ragione di Sam Querrey, superato con il punteggio di 7-6(6) 7-5 6-4. Kei Nishikori ha faticato solo nel primo set contro Evgeny Donskoy, sfiancato dai ritmi di gioco imposti dal giapponese che si è imposto 7-6(3) 6-2 6-3.

Più sofferta la vittoria di Janko Tipsarevic. Il serbo, ottavo favorito del seeding, se l’è vista brutta contro Julien Benneteau, tennista dotato di discreti fondamentali e un gioco adatto a ogni superficie. Il francese si è portato in vantaggio di due set a uno ma poi ha smarrito la via, complice un evidente calo al servizio. Tipsy ha finito per imporsi 3-6 6-4 2-6 6-4 6-3. In cinque set anche la vittoria di Kevin Anderson. Il sudafricano sta vivendo un momento molto positivo e per questo il suo passaggio del turno non si configura come una sorpresa, nonostante abbia sconfitto Fernando Verdasco che in classifica lo precede di 7 posizioni.

Risultati molto netti anche in campo femminile. Il match clou era quello tra Maria Sharapova e Venus Williams ma lo squilibrio di valori in campo e la certezza su quale sarebbe stato il risultato finale non hanno certo favorito lo spettacolo. La bella siberiana ha imperversato nel primo set e ha controllato il rientro dell’avversaria nel secondo. Così è maturato il 6-3 6-1 finale. Chiuso il match con un ace centrale, Maria si è lasciata andare a un urlo liberatorio che ha un poco infastidito la sua avversaria, perplessa dall’esagerata manifestazione di gioia alla quale aveva appena assistito. Nessun problema anche per Agnieszka Radwanska che ha lasciato quattro giochi a Heather Watson, battuta 6-3 6-1. Altrettanto netto il passaggio del turno di Na Li. La cinese si è imposta 6-4 6-1 su Sorana Cirstea, che saluta Melbourne senza rimpianti. Il power tennis giocato dalla Li, un crescendo di accelerazioni, non ti dà respiro se non proponi qualche variazione. La rumena non ci è riuscita e ha raccolto le briciole. In due set anche le vittorie di Angelique Kerber (6-2 7-5 alla giovane e promettente Madison Keys) e di Ana Ivanovic che si è aggiudicata il derby serbo contro Jelena Jankovic per 7-5 6-3.

Sono serviti tre set a Julia Goerges per avere ragione della cinese Jie Zheng e a Ekaterina Makarova per estromettere dal torneo Marion Bartoli che ha abbandonato il campo in lacrime.

E domani cosa ci aspetta? Sarà un sabato ricco. Il Day 6 si preannuncia più succulento che mai. Partiamo da Roger Federer che aprirà il programma serale sulla Rod Laver Arena contro l’idolo locale Bernard Tomic. Vedremo se lo spaccone australiano saprà mettere in difficoltà il campionissimo svizzero, modello di comportamento in campo e fuori. Sempre sulla Rod Laver andrà in scena Andy Murray, opposto al talentuoso lituano Ricardas Berankis. Ad aprire le danze sarà invece Victoria Azarenka. La numero 1 mondiale si confronterà con l’americana Jamie Hampton in una partita sulla carta molto semplice. Non è proibitivo nemmeno l’impegno di Serena Williams che se la vedrà contro la giapponese Ayumi Morita. Se il programma sulla Rod Laver è ricco, non è da meno quello sulla Hisense Arena. Dopo la sfida tra Yanina Wickmayer e Maria Kirilenko, scenderà in campo Juan Martin Del Potro. L’argentino sfiderà Jeremy Chardy, un impegno decisamente alla portata. Desta molta curiosità il derby transalpino tra Gilles Simon e il rientrante Gael Monfils, la cui carriera qualche mese fa sembrava a rischio. Completa il programma della Hisense l’incontro tra Caroline Wozniacki e Lesia Tsurenko. Milos Raonic misurerà le sue ambizioni di alta classifica contro il sempre ostico Philipp Kohlschreiber mentre il talento di Richard Gasquet si scontrerà con il tennis operaio di Ivan Dodig. Non dovrebbe avere troppi problemi Jo-Wilfried Tsonga contro il tennis potente ma sovente impreciso di Blaz Kavcic. Da tenere d’occhio la sfida tra Svetlana Kuznetsova e Carla Suarez Navarro e quella tra Sloane Stephens e Laura Robson. L’intramontabile Kimiko Date proverà a fare lo sgambetto alla serba Bojana Jovanovski, che potrebbe essere sua figlia.

Ma la nostra attenzione è rivolta in particolar modo ad Andreas Seppi e Roberta Vinci che proveranno a tenere alta la bandiera tricolore. L’altoatesino sfiderà Marin Cilic nel secondo match sul Campo 2, una partita che è solo il primo atto di una sfida che proseguirà in Coppa Davis. La tarantina se la vedrà con la russa Elena Vesnina nel secondo match sulla Margaret Court Arena. Dopo l’ecatombe del primo turno, la speranza è che i due azzurri arrivino alla seconda settimana riscattando un bilancio ancora modesto.

 

ECCO IL LINK AL PROGRAMMA COMPLETO


Nessun Commento per “DAY 6, FARI PUNTATI SU FEDERER - TOMIC”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • FARINA: “FEDERER, TIFO PER TE” Si parla di Australian Open, ma non solo, nell’intervista esclusiva rilasciata a Tennis.it da Silvia Farina Elia, ex giocatrice e attuale voce tecnica di Eurosport. Ma il suo Slam preferito era…
  • VERSO MELBOURNE: UNO SGUARDO ALLE QUOTE Parte oggi la nuova sezione betting targata tennis.it. I primi pronostici sono per l'Australian Open 2013 a meno di un mese dall'inizio del torneo. Scopri chi sono, secondo noi, i favoriti […]
  • SI FA SUL SERIO, AL VIA I QUARTI DI FINALE La nona giornata di gare all’Australian Open prevede i due quarti di finale della parte alta del tabellone maschile e i due della parte bassa di quello femminile. Tornano in campo quindi […]
  • AUSSIE A FIL DI RETE 8 Gli Australian Open visti da bordo campo. Giorno 8 con Serena Williams, Roger Federer, Milos Raonic, Andy Murray, Gilles Simon, Jo-Wilfried Tsonga, Richard Gasquet, Victoria Azarenka, […]
  • AUSTRALIAN OPEN: GIOCATE DA TOP 10 In questo pezzo le immagini dei dieci migliori punti della prima settimana degli Australian Open. Tanti i protagonisti illustri (Federer, Djokovic, Murray su tutti), ma il premio per il […]
  • SI COMPLETA IL QUADRO DELLE SEMIFINALI Australian Open: nella decima giornata di gare, vanno i scena i quattro restanti quarti di finale. Tornano in campo Azarenka e Williams, rispettivamente contro Kuznetsova e Stephens. Tra […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.