DEL POTRO IN DUBBIO PER LA SFIDA DI COPPA DAVIS CON L’ITALIA

Il tennista argentino, rientrato alla grande nel 2016 dopo due anni di infortuni, potrebbe saltare quindi anche gli Australian Open
mercoledì, 21 Dicembre 2016

TENNIS – Il 2016 è stato l’anno del suo grande ritorno ai massimi livelli, ma dopo quasi due anni lontano dai campi di gioco e un finale di stagione molto intenso, condito da tante soddisfazioni, il fisico di Juan Martin Del Potro ha presentato il “conto” al gigante di Tandil.

Il tennista argentino infatti non sa ancora se riuscirà a scendere in campo nella sfida valevole per il primo turno di di Coppa Davis contro l’Italia (con la quale il prossimo 3 febbraio la sua Argentina inizia la difesa dello storico titolo conquistato lo scorso novembre in Croazia) e di conseguenza è in forte dubbio anche la sua partecipazione agli Australian Open.

“Ho bisogno di un trainer che riesca a farmi essere in forma per tutto l’anno – ha affermato Del Potro – non solo per qualche mese. Mancano poche settimane al primo torneo del Grande Slam della stagione e non credo che riuscirò ad essere pronto per Melbourne. Insieme al mio team stiamo cercando di capire quali possono essere le mie priorità, se il tennis mi ha aspettato per due anni anche l’Australia potrà aspettarne soltanto uno in più”.

Non arrivano buone notizie quindi per tutti i suoi tifosi, che avrebbero voluto vederlo subito in azione agli Australian Open, ma evidentemente il tennista argentino ha bisogno di un programma di lavoro che possa permettergli di affrontare una intera stagione senza il rischio di ricadere in qualche infortunio.

Non a caso è stato lo stesso Del Potro a chiarire la sua posizione in vista della sfida di Coppa Davis con l’Italia: “Si gioca all’inizio di febbraio e qualche giorno in più per lavorare c’è, ma non sono poi così tanti, e in più si giocherà sulla terra battuta, una superficie che sicuramente comporta uno sforzo fisico maggiore rispetto a quelle più veloci. Valuterò la situazione a ridosso della sfida ma la mia presenza è in dubbio”.

Certo, per l’Italia sarebbe un bel vantaggio non dover affrontare l’attuale numero 38 del mondo a Buenos Aires, anche perché Del Potro, dopo due anni passati tra la sala operatoria e i programmi di riabilitazione, è stato capace di scalare nuovamente il ranking Atp aggiungendo l’argento olimpico di Rio e il trionfo in Coppa Davis, ma bisognerà attendere la metà di gennaio per capire cosa deciderà di fare l’argentino. Intanto, Del Potro giocherà due match di esibizione il 27 e il 28 dicembre contro David Ferrer a Mar del Plata, dopodiché si concentrerà sulla nuova stagione e il mondo del tennis conoscerà dove e quando scenderà in campo.

(Nella foto Juan Martin Del Potro – www.zimbio.com)

 

 


Nessun Commento per “DEL POTRO IN DUBBIO PER LA SFIDA DI COPPA DAVIS CON L'ITALIA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.